I semi: una fonte naturale di calcio

Siamo abituati a pensare che i latticini siano l’unica fonte da cui ottenere calcio, ma cosa succede davvero con il calcio presente nel latte? Come ben spiegano i nutrizionisti, i latticini sono poveri di magnesio, quindi il calcio non viene assorbito correttamente dalle ossa.

C’è anche un altro aspetto da tenere in considerazione. Sono molte le persone intolleranti al lattosio, cioè non riescono ad elaborare correttamente questo enzima di origine animale. Cosa si può fare? Considerando che sono soprattutto le donne ad aver bisogno di dosi aggiuntive di calcio per prendersi cura delle ossa, in questo articolo vi sveliamo un’alternativa interessante ai latticini: i semi.

1. Semi di senape

Semi-di-senape

I semi di senape si possono trovare in qualsiasi negozio di prodotti naturali. Dovete sapere che la percentuale di calcio presente in questi semi è la più elevata tra tutti i semi di cui parleremo in questo articolo. I semi di senape sono indicati per chiunque e non presentano alcun effetto collaterale.

  • I semi di senape sono ricchi di vitamine, tannini e antiossidanti.
  • Per quanto riguarda il consumo, è sufficiente farli bollire per 10 minuti. Hanno un buon sapore e possono insaporire diversi infusi o preparazioni. Di fatto, vengono solitamente mescolati con la senape.
  • Sono indicati anche per il trattamento di problemi alla gola, come infezioni o anche afonia.

2. Semi di sesamo

Semi-di-sesamo

Sono al secondo posto per il contenuto di calcio, ma non dimenticate che per trarne il giusto beneficio, dovete consumare i semi di sesamo crudi.

  • I semi di sesamo sono ricchi di calcio e di ferro. Non fatevi ingannare dalle piccole dimensioni perché sono una fonte naturale di vitamine e minerali, ideali per la vita di tutti i giorni.
  • Sono ricchi di proteine, grassi polinsaturi e numerosi nutrienti.
  • Potete usarli come ottimo condimento per le insalate o qualsiasi altro piatto, ma ricordate di mangiarli sempre al naturale e non tostati.

3. Semi di chia

Semi-di-chia2

In diverse occasioni vi abbiamo parlato dei benefici dei semi di chia. Sono meravigliosi. Vi ricordiamo le loro proprietà più importanti:

  • I semi di chia sono una fonte naturale di vitamine, minerali, antiossidanti e fitonutrienti di cui non potete fare a meno.
  • In genere si parla dei semi di chia come di un super alimento perché sono ideali per ottenere energia, nutrienti, proteine e acidi grassi di origine vegetale, quindi sono perfetti per la vita di tutti i giorni. E senza farvi aumentare di peso!
  • Potete aggiungere i semi di chia ai frullati o alle bevande che più vi piacciono. Sono un’eccellente fonte naturale di calcio.

4. Semi di lino

Semi-di-lino

Avete semi di lino a casa? Se la risposta è negativa, non esitate ad andare in erboristeria o in un negozio di prodotti naturali per acquistarli. I semi di lino sono una fonte importante di calcio, permettono di rafforzare le ossa, migliorare la salute dell’organismo ed evitare di aumentare di peso.

  • Sono ricchi di fibre e di vitamine.
  • Combattono le infiammazioni e la ritenzione di liquidi.
  • Proteggono la pelle, rafforzano i capelli e la salute delle unghie.
  • Migliorano la digestione e sono ideali da assumere tutti i giorni.
  • Potete aggiungere i semi di lino allo yogurt, ai frullati e anche alle insalate. Se vi piace preparare dolci e pasticcini, aggiungete i semi di lino al pane o alle torte. Il risultato vi sorprenderà!

5. Semi di loto

Semi-di-loto

Avete mai sentito parlare dei semi di loto? Sono meravigliosi! Hanno un sapore delizioso e sono ricchi di calcio.

  • Hanno proprietà che combattono l’invecchiamento.
  • Sono una fonte importante di proteine, magnesio, potassio e fosforo.
  • Permettono di combattere il colesterolo cattivo, oltre a disporre di grandi quantità di ferro e zinco, tra gli altri oligoelementi.
  • La medicina orientale considera i semi di loto come degli alimenti altamente curativi, soprattutto per quanto riguarda le ossa e il cuore.
  • Per trarre beneficio dai semi di loto, è sufficiente farne cuocere 100 grammi per 20 minuti. Assomigliano alle mandorle: sono davvero sani, nonostante abbiano un sapore leggermente amaro.

6. Semi di girasole

Semi-di-girasole

Quanti semi di girasole si possono mangiare al giorno? Gli esperti raccomandano uno o due cucchiai, vale a dire, tra i 20 e i 40 grammi al giorno. Ricordate che per beneficiare del calcio contenuto nei semi di girasole, è meglio mangiarli crudi ed essiccati. Non aggiungete sale perché, come tutti sapete, è controproducente per la salute e potrebbe invogliarvi a mangiarne sempre di più.

Sapete quanti benefici apportano i semi di girasole? Prendete nota:

  • Dispongono di un alto contenuto di acidi grassi.
  • I semi di girasole sono ricchi di minerali come il fosforo, il potassio, il magnesio, il calcio, etc.
  • Migliorano la circolazione sanguigna.
  • Essendo ricchi di potassio e magnesio, sono molto utili, ad esempio, in condizioni di stanchezza ed esaurimento.
  • Non dimenticate che i semi di girasole contengono fosforo e magnesio, sostanze ideali per la salute del cervello.
  • Sono ricchi di acido folico.
  • I semi di girasole permettono di rafforzare il sistema immunitario aumentando le difese dell’organismo.
  • Sapevate che i semi di girasole sono perfetti per ottenere la giusta dose di vitamina B1? Grazie a questo, potrete prevenire la stanchezza ed alleviare il nervosismo. E sono buonissimi!