4 segnali del corpo che indicano un problema

24 maggio 2015

Sin dall’antichità, la medicina ha utilizzato alcuni cambiamenti del corpo a livello esterno per determinare un problema di salute interno. Questo metodo di diagnosi è ancora il più utilizzato da molti medici, nonostante oggi la tecnologia rappresenti la forma più precisa per diagnosticare numerose malattie. 

Le terapie orientali sono un chiaro esempio di questo metodo di diagnosi, che consiste nel cercare qualsiasi cambiamento o alterazione nel corpo per sospettare qualche anomalia nell’organismo. Questi segnali inviati dal corpo sono un campanello d’allarme che permette di individuare in tempo diverse malattie, in modo da poter essere diagnosticate in tempo e poter ricorrere ad una cura opportuna.

Urina

Tramite il colore o l’odore dell’urina è possibile individuare un problema nel nostro corpo, in modo da intervenire prima che la situazione peggiori. L’urina di una persona sana deve avere un colore giallo chiaro ed un odore non particolarmente forte.

urina colore

  • Colore: grazie al colore dell’urina, è possibile determinare ogni giorno il grado di idratazione del corpo. Un’urina dal colore chiaro indica che il corpo è ben idratato e in buono stato. Al contrario, l’urina dal colore scuro indica disidratazione o cattivo funzionamento dei reni, responsabili di eliminare le sostanze nocive per l’organismo tramite l’urina.
  • Frequenza nella minzione: urinare con troppa frequenza è un sintomo comune nelle persone che soffrono di diabete o infezioni urinarie. Questo problema è associato anche al consumo eccessivo di alcol, gravidanza e muscoli debilitati. 
  • Odore: l’odore forte dell’urina può indicare un’anomalia nell’organismo. Se questo odore si somma al colore scuro e alla frequente necessità di urinare, la cosa migliore da fare è consultare un medico il prima possibile.
  • Sangue nell’urina: il sanguinamento nell’urina è un sintomo comune di qualche malattia delle vie urinarie o dei reni. Il caso più comune è quello dei calcoli renali.

Perdita o aumento repentino di peso

La perdita o l’aumento di peso è frequente in molte persone, poiché dipendono spesso dal tipo di dieta e dallo stile di vita di ogni individuo. Tuttavia, un aumento o una perdita improvvisa di peso non devono essere ignorati per nessun motivo. Si tratta, infatti, di un chiaro segnale di qualche problema nel nostro organismo.

  • Quando una persona prende numerosi chili all’improvviso, può voler dire che vi è uno squilibrio della ghiandola tiroidea, ritenzione idrica, problemi cardiaci o ai reni, gravidanza.
  • D’altro canto, se si perdono molti chili senza spiegazione, è importante consultare il medico poiché in alcuni casi si può trattare di cancro.

Alterazioni nella pelle

cancro-alla-pelle

La pelle è il nostro tessuto più esteso e anche il più esposto a una grande quantità di fattori che possono alterarlo. È importante sottoporsi a controlli frequenti, poiché quasi sempre tramite essa si riflettono molti problemi o disturbi di salute presenti a livello interno.

  • Se osservando la pelle, notate cambiamenti nel colore della stessa, comparsa di nei o macchie, seri problemi di acne o altre alterazioni, la cosa migliore da fare è consultare un dermatologo per ricevere una diagnosi precisa e prevenire gravi malattie come il cancro della pelle.

Alterazioni nelle unghie

I cambiamenti nelle unghie possono essere il sintomo di diverse malattie. Le unghie fanno parte della nostra immagine personale, ma sono anche una finestra per individuare problemi di salute.

  • Unghie pallide: se le unghie perdono brillantezza e iniziano ad essere pallide, è possibile che vi sia un problema di anemia e carenza di globuli rossi nel sangue. In questo caso è bene consultare il medico e migliorare la propria dieta assumendo alimenti ricchi di ferro.
  • Unghie sfibrate e fragili: unghie molto fragili possono indicare un problema di tiroide.
  • Unghie ingrossate e giallognole: questo tipo di unghie possono indicare la presenza di funghi, i quali possono estendersi su tutta la superficie dell’unghia.
Guarda anche