6 abitudini che danneggiano il fegato

· 24 settembre 2014
Dal momento che il nostro fegato si rigenera e si disintossica mentre dormiamo, per facilitare questo compito dobbiamo andare a dormire ad un orario decente.

Come scoprire se ci prendiamo cura del fegato nel modo giusto? A volte commettiamo piccoli errori senza saperlo oppure abbiamo delle abitudini di vita che non sono adatte per la salute del corpo. Il fegato è uno degli organi più importanti e delicati: filtra le tossine, produce la bile, trasforma i carboidrati, le proteine, i sali minerali e le vitamine. Perché non imparare a prendercene cura un po’ meglio?

Quali aspetti possono danneggiare il fegato?

Bisogna essere ben informati su questi argomenti. Il fegato è un organo fondamentale dell’organismo. Le funzioni che svolge sono essenziali per la salute e per questo a volte un piccolo malfunzionamento può produrre conseguenze che si notano subito. Ad esempio chi non ha mai avuto una piccola infiammazione?

Nel caso in cui soffriate già di una qualche malattia epatica, inoltre, è fondamentale conoscere che tipo di alimentazione può permettere di riparare il fegato, magari di liberarlo dall’accumulo di tossine o grassi che quasi sempre lo fanno ammalare. Passiamo quindi ad analizzare le abitudini che possono danneggiare il fegato.

1. Colesterolo alto

Colesterolo

Il colesterolo è un tipo di grasso che il fegato sintetizza e che di solito l’organismo utilizza come fonte di energia per molte cellule. Si tratta dunque di un elemento in principio basilare per molti componenti del corpo, però deve esserci un equilibrio, perché il colesterolo che non viene utilizzato deve essere eliminato ed è proprio il fegato a ricevere tali eccessi. In questo modo, e per via di questo incremento inaspettato e inutile al fegato, finiscono per generarsi determinate malattie epatiche, come ad esempio il famoso fegato grasso, una delle malattie più comuni tra la popolazione secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

Evitate quindi le carni rosse, gli alimenti eccessivamente grassi e zuccherati, il tuorlo d’uovo e gli alimenti molto conditi e sostituiteli con verdure, fibre e cereali integrali.

2. Addormentarsi e svegliarsi tardi

gatto

Sorpresi? Da piccoli i nostri genitori ci dicevano sempre che dovevamo andare a letto presto, un’abitudine che mano a mano che si cresce si accantona volontariamente o perché costretti. La verità è che il nostro corpo è predisposto in modo tale che in certe ore della notte si portino a termine determinati processi di disintossicazione. Il sistema linfatico, per esempio, è il primo a effettuare una disintossicazione. Tra la mezzanotte e le due del mattino il fegato esegue la propria. Sono processi che vengono realizzati correttamente solo quando si dorme profondamente. Se questi cicli naturali dell’organismo svolti in modo abituale vengono rotti, si finisce per risentirne. Cercate di trovare una soluzione per poter mantenere sempre lo stesso orario e soprattutto cercate di ottenere un sonno ristoratore.

3. Non orinare la mattina

urina

Di sicuro vi sorprenderà, ma ci sono persone che si alzano con molta fretta ed escono di casa con l’idea di fare colazione o di prendere un caffè al lavoro e, una volta lì, di cercare un bagno dove andare con tutta tranquillità. Si tratta di un’abitudine pericolosa. Trattenere il bisogno di orinare non solo può danneggiare il fegato, ma anche i reni. Non fatelo mai!

4. Non fare colazione

colazione

Quando ci svegliamo le nostre riserve energetiche di glucosio sono molto basse. Si tratta di uno stato che colpisce il nostro fegato, che gli impedisce di ottenere energia per portare a termine le sue funzioni essenziali. Sono molte anche le persone che digiunano o per perdere peso (grande errore) o perché hanno fretta e non dando la dovuta importanza al momento della colazione. Non trascuratela, non dimenticatevi di questa parte indispensabile dell’alimentazione per l’organismo, il fegato e il cervello perché offre un apporto di energia essenziale per iniziare la giornata.

5. Cattiva alimentazione

grassi saturi

A volte la causa è la mancanza di tempo per via del lavoro o di altri obblighi. È più semplice ricorrere ai cibi da fast food o a quelli industriali perché ci soddisfano e ci fanno risparmiare tempo. Tuttavia, a lungo andare, la salute ne risente, fino a che un bel giorno succede l’inevitabile: la malattia. Il fegato è molto sensibile all’alimentazione scorretta, alla combinazione di sodio, calorie, zuccheri e sale. Sfocia in un aumento della pressione arteriosa, del colesterolo e dell’incidenza del cosiddetto fegato grasso. Le disfunzioni epatiche sono, nella maggior parte dei casi, la conseguenza di un’alimentazione inadeguata e ricca di grassi e di elementi nocivi che fanno ammalare il fegato. Ricordatelo sempre.

6. Le bevande alcoliche

Alcol

Si sa, non esiste niente di più dannoso dell’alcol per il fegato . Fa fatica a processarlo, è nocivo e gli impedisce di svolgere le funzioni basiche, rompendo così il suo equilibrio chimico, distruggendo le cellule epatiche e causando fegato grasso, epatite o cirrosi. Bere un bicchiere di vino al giorno è sano e consigliato, ma per il nostro bene e per la nostra salute non vale la pena eccedere con il sempre pericoloso alcol.

Mettete in pratica questi semplici consigli per migliorare il vostro stile di vita. Non costa niente e la salute ne trarrà beneficio. Prendetevi cura del vostro fegato e della vostra vita!

Guarda anche