7 segnali che indicano un’intossicazione emotiva

· 23 ottobre 2015
Dobbiamo dedicare del tempo a noi stessi, per coltivare il nostro giardino interiore e depurarci dalle emozioni. Quando siamo intossicati, portiamo tutto all’estremo e fraintendiamo le parole e i gesti degli altri

Mi sento vulnerabile, mi arrabbio facilmente e, a volte, sento il bisogno di andarmene via e abbandonare tutto. In un millesimo di secondo, passo dall’essere interessato all’indifferenza, un attimo prima ho un progetto da portare a termine e l’attimo dopo mi annoia da morire.

La mia vita è una montagna russa interminabile. I sorrisi e i pianti mi accompagnano e mi destabilizzano nei momenti più inaspettati. Mi è molto difficile separare le mie preoccupazioni presenti e quelle passate e l’insicurezza domina la mia vita.

Spesso reagisco in modo esagerato e non riesco a esporre chiaramente i miei pensieri e le mie emozioni, il che mi sta creando molti problemi. Inoltre, a volte non mi sento a mio agio con niente e con nessuno e altre volte ho un bisogno disperato che qualcuno mi stringa la mano…

Vi identificate con queste parole o vi ricordano qualcuno che vi sta intorno? Questo potrebbe essere il discorso di una persona che si trova sotto gli effetti di un’intossicazione emotiva o, in altre parole, qualcuno con problemi emotivi correlati a stress, ansia e depressione.

shutterstock

Tutti capiamo perfettamente quali sono gli effetti di un’intossicazione alcolica. Sappiamo che le nostre capacità di percezione vengono alterate, che il battito cardiaco rallenta, che la nostra capacità di reagire si riduce, ecc. Eppure, siamo in grado di interpretare i segnali che indicano che siamo oppressi dalle nostre emozioni?

Se state attraversando o avete affrontato un periodo emotivamente molto carico, è probabile che abbiate bisogno di disintossicarvi dalle vostre emozioni. Anche se le cause variano molto, l’intossicazione emotiva è una conseguenza del non dedicare un po’ di tempo tutti giorni a prenderci cura del nostro io interiore.

1. Essere sempre sulla difensiva

Come abbiamo già detto, quando si è intossicati dalle proprie emozioni, la “modalità di autoprotezione” si attiva, per potersi difendere da ciò che potrebbe essere nocivo.

Quando le nostre emozioni ci opprimono, è possibile fraintendere costantemente i gesti degli altri oppure percepire le loro parole come un attacco contro di noi. Infatti, facciamo attenzione solo ad alcuni momenti e ci ostiniamo a portare tutto allo stremo.

Ciò accade perché la nostra autostima è ridotta al minimo, il che ci fa sentire vulnerabili di fronte a qualsiasi cosa. Le nostre emozioni ci bloccano e ci fanno concentrare solo sulle cose negative, facendo sì che ogni banalità ci danneggi direttamente.

Di conseguenza, distorciamo le parole e le intenzioni degli altri e reagiamo in modo aggressivo ed esagerato, credendo di doverci proteggere da un pericolo che esiste solo nella nostra mente.

Leggete anche: Come riconoscere e trattare un manipolatore

Lacrime

2. La propria percezione è alterata

Poiché osserviamo ciò che accade intorno a noi attraverso gli occhiali delle nostre emozioni, è normale smettere di ascoltare noi stessi e gli altri. In fondo, può sembrare una perdita di tempo, ma non liberarsi di questi conflitti può essere la causa di molti problemi.

Il nervosismo, l’impazienza e le reazioni emotive incontrollate, per esempio, nascono proprio da qui, nel fatto che non ci soffermiamo abbastanza su come interpretiamo e assimiliamo ciò che ci circonda.

3. Essere troppo critici

Uno dei motivi per i quali è così complicato avere a che fare con una persona intossicata è il fatto che si impongono il muro dell’intransigenza. Non ne perdonano una, nemmeno a sé stessi.

Se vi sentite così, è possibile che, nel bisogno di dover controllare tutto e impedire che qualcosa interferisca con la vostra vita, non vi concediate neanche un minimo di margine di azione. Cercate di essere più comprensivi con voi stessi e con gli altri.

4. Affiorano le insicurezze

Se siete emotivamente intossicati, forse vi sarete resi conto che le vostre insicurezze sono affiorate e ora controllano la vostra vita. Reagite in qualsiasi momento e state spesso sulla difensiva.

La vostra autostima sfiora il pavimento e vi sentite vulnerabili di fronte a qualsiasi problema che si presenta. È probabile che vi sentiate senza forze e incapaci di capire esattamente come vi sentite, chi siete e persino cosa siete o non siete in grado di fare.

Di conseguenza, sentirete il bisogno di avere qualcuno accanto per compensare le vostre mancanze, qualcuno che vi protegga e vi guidi giorno dopo giorno perché non vi sentite in grado di fare niente da soli. Ovviamente, è necessario lavorare su questo aspetto per ristabilire la propria autostima e la propria identità emotiva.

5. Sentirsi spenti

Il sovraccarico emotivo può opprimerci a tal punto da farci sentire spenti. Sentirsi così significa non avere forze e non essere in grado di riattivarsi da soli.

Quando la nostra vitalità si spegne, decidiamo di chiudere tutte le porte e proteggerci dai nostri stessi sentimenti, rinunciando a una parte fondamentale del nostro essere. Inoltre, prendere delle decisioni e stare al passo con tutto ciò che ci circonda rappresenta un enorme sforzo mentale e fisico, perché mancano le forze per affrontare le sfide di tutti i giorni.

Dormire con la testa elevata

6. Il blocco emotivo impedisce di andare avanti

Quando siamo inondati dalle nostre emozioni, siamo incapaci di filtrare mentalmente le nostre reazioni emotive e sentimentali. Ciò riduce la nostra capacità di comunicare, di prendere decisioni e di andare avanti, il che ci fa reagire in modo inappropriato di fronte ad alcune situazioni o, semplicemente, ci impedisce di reagire.

Essere emotivamente intossicati ci impedisce di riflettere prima di parlare e adottare la giusta prospettiva di fronte a ciò che accade. La concentrazione e la memoria sono troppo selettive, il che peggiora nel caso di un litigio, per esempio, perché distorciamo le parole che ascoltiamo e traiamo le nostre conclusioni, il che aumenta la frustrazione e i problemi.

Confucio disse che bisogna tenere fredda la testa, caldo il cuore e grande la mano. Reagire a mente calda renderà impossibile controllare le nostre emozioni e farà esplodere i nostri impulsi, il che significa che non saremo noi stessi quando reagiamo in quel momento.

Leggete anche: Vi stressate troppo spesso? Mettete in pratica questa strategia giapponese per rilassarvi.

7. Il vortice emotivo rende impossibile dire addio

Abbiamo molta paura di disfarci di ciò che ci ha accompagnato da molto vicino o per molto tempo. Per questo motivo, non riusciamo a liberarcene o a lasciarlo andare via, anche se ci provoca sofferenza.

Se ci è difficile in condizioni normali, quando le nostre emozioni ci opprimono, ci troviamo di fronte a una paura ancora più grande del vuoto emotivo. Ciò accade perché capiamo che, anche se la nostra architettura emotiva è sul punto di crollare, esistono alcune colonne portanti che non possiamo buttare giù.

Ovviamente ci sbagliamo e questa percezione è frutto dello sfinimento e del blocco causato dall’intossicazione emotiva.

 

 

Guarda anche