8 alimenti che diminuiscono l’infiammazione cronica

13 dicembre 2014

L’infiammazione cronica può alterare il meccanismo della sensazione di fame e gli ormoni incaricati di regolare il metabolismo. L’infiammazione acuta protegge il vostro corpo da una lesione. Quella cronica, invece, è relaziona a diverse malattie, dall’acne alle allergie, ai problemi intestinali, neurologici, malattie autoimmuni, ecc. Tuttavia, è possibile ristabilire l’equilibrio attraverso una dieta ricca di alimenti che combattono i radicali liberi e le tossine che scatenano l’infiammazione. Ecco gli 8 alimenti che vi aiuteranno a diminuire l’infiammazione.

1. Mirtilli

I mirtilli e altri tipi di bacche contengono antiossidanti che combattono i radicali liberi; inoltre, possono mantenere l’infiammazione sotto controllo. Se mangiate mirtilli e altri frutti di bosco, riuscirete a ridurre il fattore di infiammazione conosciuto come TNF-alfa.

2. Soia

soia

I legumi in generale sono una fonte ricca di composti botanici antinfiammatori conosciuti come fitonutrienti, ma secondo i ricercatori la soia spicca in particolare per la sua capacità di riduzione dell’infiammazione (diminuisce i valori della proteina C reattiva, un fattore di infiammazione). Un altro dei benefici dei legumi è che sono ottimi per sostituire la carne nei pasti, un alimento che può causare infiammazione.

3. Salmone

Il salmone è una buona fonte di acidi grassi Omega 3. È addirittura migliore di altri prodotti di origine vegetale che contengono la stessa sostanza nutritiva, perché spesso il nostro corpo non riesce a processarla altrettanto bene.

4. Basilico

basilico

Molte erbe e spezie, come il basilico, sono ricce di fitonutrienti antiossidanti. Il rosmarino, il timo, la curcuma, l’origano e la cannella sono tutti antinfiammatori. Tutti, però, devono essere consumati essiccati; il basilico, al contrario, si può mangiare fresco.

5. Lo zenzero

Questa radice piccante è amata da molti per i suoi poteri calmanti nei confronti della nausea, ma è anche l’ideale per abbassare l’infiammazione. Gli studi hanno relazionato lo zenzero ad un abbassamento dell’infiammazione dopo l’esercizio fisico e una diminuzione del dolore articolare causato dalle condizioni infiammatorie croniche dell’osteoartrite e dell’artrite reumatoide. Anche se i ricercatori non hanno ancora individuato un unico componente responsabile dell’effetto antinfiammatorio, la cosa più probabile è che si tratti del gingerolo, un composto attivo della pianta.

6. Ciliegie

ciliegie

Un altro frutto che spicca per le sue proprietà, come il mirtillo, è la ciliegia. Questo frutto carnoso non è solo ricco di antocianine (un tipo di fitonutriente), ma libera anche una dose unica e potente di composti antinfiammatori. Le ciliegie acide contengono i livelli più alti dei diversi tipi di antocianine, per cui quando le consumate, ricevete una quantità doppia di ingredienti che combattono l’infiammazione.

7. Noci

Le noci hanno la maggior concentrazione di Omega 3 di origine vegetale, più di 10 fitonutrienti antiossidanti e polifenoli, che svolgono un ruolo importante nella riduzione dell’infiammazione.

8. Tè

tè verde

Potete lottare contro l’infiammazione bevendo diversi tipi di tè tra i pasti: verdi, bianchi, neri o rossi. Contengono un composto polifenolico che si trova nelle foglie della pianta Camellia sinensis.

Guarda anche