8 controlli della salute che potete fare in casa

5 dicembre 2014
Se avete le caviglie e le ginocchia gonfie, potrebbe trattarsi di ritenzione idrica. Per rimediarare a questa situazione dovete incrementare il consumo di acqua, ridurre quello di sale ed evitare gli alimenti processati.

Esistono alcuni controlli della salute che potete facilmente fare in casa per testare il vostro stato di salute, la tolleranza agli alimenti, la vostra digestione e molti altri aspetti che potrebbero indicarvi se c’è qualcosa che non va nel vostro organismo. Fare questi controlli medici regolarmente può aiutarvi a tenere sotto controllo il vostro stato di salute in modo più efficace, e capire subito se è necessario recarsi da uno specialista. Volete scoprire quali sono i controlli che potete fare da soli?

Sapore

Per questo controllo avrete bisogno di un po’ di colorante blu, da applicare sulla lingua con l’ausilio di un cotton-fioc. Poi osservate il risultato con una lente d’ingrandimento e contate il numero delle papille gustative vicino alla punta anteriore della lingua. Se contate 20 o più punti blu significa che avete un buon senso del gusto e potreste essere tra le persone che vengono definite “supertaster”. Secondo alcuni articoli questo non è però così positivo, visto che essere un supertaster alle volte è associato a un maggiore rischio di soffrire di alcuni tipi di cancro.

Alcune verdure come i broccoli, la verza o i cavoli, infatti, contengono dei composti amari che aiutano a proteggerci dal cancro, ma questo tipo di alimenti può risultare molto sgradevole per i supertaster. Per questo motivo c’è quest’associazione tra il senso del gusto e il maggior rischio di soffrire di questo tipo di malattie: una maggiore sensibilità può portare a un consumo minore di queste verdure, che però contengono antiossidanti e vitamine che ci proteggono dai tumori.

Ritenzione idrica

rimedi ritenzione idrica

Per verificare se soffrite di ritenzione idrica, premete con il pollice in modo deciso in tre o quattro punti della parte sia superiore che inferiore delle gambe. Se le zone che avete premuto mantengono un tono bianco per qualche secondo dopo aver tolto il pollice, significa che c’è una ritenzione di liquidi. Potete averne una riprova se le vostre caviglie o le ginocchia hanno un aspetto gonfio. In questo caso vi raccomandiamo di ridurre il sale negli alimenti e di eliminare dalla dieta gli alimenti processati. È anche bene incrementare il consumo di acqua.

Anemia

La mancanza di ferro nella dieta può provocare problemi come l’anemia. Per verificare se ne state soffrendo, stendete la mano con il palmo rivolto verso l’alto e spingete le dita all’indietro. Se dopo qualche secondo notate che il palmo e soprattutto le linee della mano hanno un aspetto pallido, effettivamente potreste star soffrendo di questo problema. In questo caso l’opzione migliore è consultare il vostro medico di modo che vi confermi la diagnosi. Se soffrite davvero di anemia, il consumo di carni rosse e di verdure a foglia verde può esservi d’aiuto.

Digestione

Bicarbonato

Prendete un cucchiaio non troppo pieno di bicarbonato di sodio, mischiatelo in un bicchiere d’acqua e bevete. Se eruttate immediatamente, è un buon segno. Mettere una sostanza alcalina in un ambiente acido come quello dello stomaco crea subito dei gas. Se non eruttate, potrebbe essere un indizio di livelli di acidità bassi e quindi del fatto che non state assorbendo correttamente i nutrienti degli alimenti.

Vista

Se volete verificare che la vostra vista sia ottimale, allontanatevi di 20 passi da una macchina parcheggiata. Osservate la targa: riuscite a leggere i numeri chiaramente? Se notate che sono distorti o sfocati, è un indizio di cattiva visione. La cosa migliore è recarsi da un oculista.

Colesterolo

Se volete verificare i vostri livelli di colesterolo, osservate la pelle sopra e sotto gli occhi. Notate delle protuberanze giallognole piatte? Si tratta dei depositi di grasso che potrebbero indicare un livello di colesterolo molto alto. Se vi succede, è bene recarvi dal medico per prendere i provvedimenti necessari. Queste palline di grasso compaiono soltanto in caso di colesterolo molto alto e per un periodo di tempo abbastanza prolungato.

Intolleranze alimentari

Latte-500x325

Può capitare di accorgersi che quando ingeriamo alcuni tipi di alimenti sentiamo subito una sensazione di pienezza, gonfiore o pesantezza. Se volete capire se si tratta di un’intolleranza alimentare, realizzate la seguente prova:

Prima di ingerire l’alimento sospetto, misuratevi i battiti cardiaci. Poi mangiate una porzione medio-grande dell’alimento in questione e misurateli di nuovo. Se notate che il ritmo è aumentato di più di 10 battiti al minuto, è probabile che si tratti di un’intolleranza.

Funzione polmonare

Se volete testare il funzionamento dei vostri polmoni e scartare possibili problemi, posizionatevi a circa 30 centimetri di distanza da una candela accesa e respirate profondamente con la bocca aperta. Notate qualche suono strano? Se vi succede, potrebbe essere un indizio del fatto che soffrite di asma, specialmente se avete anche attacchi di tosse notturna. Se non avete questi sintomi ma sentite che i vostri polmoni non sono così elastici come dovrebbero, è possibile che si tratti di un malessere fisico.

Guarda anche