9 motivi per mangiare il seme dell’avocado

· 3 febbraio 2015

L’avocado è un frutto delizioso, con molteplici benefici per la salute e la bellezza, grazie al suo alto contenuto di antiossidanti e grassi naturali, che migliorano la nostra salute. Ciò che la maggior parte delle persone non sa è che anche il seme dell’avocado ha un grande valore nutrizionale e molte proprietà che possono contribuire a migliorare la qualità della nostra vita e a prevenire diversi problemi di salute.

Sia per abitudine che per gusto, usiamo quasi sempre la polpa dell’avocado sia come alimento che per sfruttare i suoi benefici. Quasi sempre estraiamo il seme e lo buttiamo via, senza renderci conto dello spreco che stiamo compiendo: non molti sanno, infatti, che il seme dell’avocado contiene una buona quantità di fibra e amminoacidi, essenziali per la prevenzione e il trattamento di diverse malattie. Volete scoprire qualcosa in più sul seme dell’avocado? Continuate a leggere!

1. Tiene sotto controllo il colesterolo

L’avocado è un alimento che ci può aiutare a regolare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue, e allo stesso tempo aumenta i livelli di colesterolo buono. Ciò che molti non tengono in considerazione è che il 70% degli amminoacidi dell’avocado si trovano nel suo seme, per cui quasi sempre buttiamo via la parte che potrebbe essere più benefica. Il consumo del seme dell’avocado può controllare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue e allo stesso tempo riduce il rischio di soffrire di malattie cardiovascolari.

2. Combatte i problema gastrici

spasmi allo stomaco

Il seme dell’avocado ha dato ottimi risultati nel trattamento dell’infiammazione del tratto gastrointestinale, così come per la diarrea. Per sfruttare questo beneficio, bisogna sminuzzare mezzo seme di avocado, versarlo in una tazza d’acqua bollente, lasciare riposare per 15 minuti e consumare il tutto ben caldo. Oltre a questo, il seme dell’avocado può anche aiutare a combattere infezioni e diversi problemi gastrici.

3. È antitumorale

Studi realizzati su dei topi in laboratorio hanno determinato che il seme dell’avocado può evitare la crescita dei tumori grazie al suo contenuto di flavonoli.

4. Aiuta a perdere peso

seme-avocado2

Il seme dell’avocado ha un effetto termogenico che può contribuire a farci bruciare grassi più facilmente, sempre se abbinato a una dieta salutare e a dell’esercizio fisico. Per sfruttare questa proprietà, preparate un tè utilizzando un seme tritato e mezzo litro di acqua bollente. Bevetelo tre volte al giorno.

5. Rinforza il sistema immunitario

Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, il seme dell’avocado è anche un alleato del sistema immunitario, visto che ci aiuta a mantenerlo in forze per combattere le infezioni e i problema respiratori. Questa proprietà, inoltre, è ottima per chi soffre di artrite e di altre malattie delle articolazioni.

6. Previene l’invecchiamento prematuro

invecchiamento precoce

Il seme dell’avocado ha un alto contenuto di antiossidanti, che ci aiutano a prevenire l’invecchiamento prematuro. Oltre a questo, contribuiscono anche alla produzione di collagene nella pelle, evitando la comparsa precoce di rughe e dandole un aspetto più vellutato.

7. Combatte le cataratte

Il seme dell’avocado può anche aiutare a diminuire le cataratte. Per riuscirci, basta applicare sugli occhi due o tre gocce della polpa del frutto maturo, di mattina e di sera. Il succo deve essere molto fresco e senza germi.

8. Capelli luminosi

i capelli

Dal seme dell’avocado si estrae un olio naturale simile all’olio di oliva. Questo è utilizzato a scopo cosmetico, e uno dei suoi maggiori benefici è che apporta un’incredibile lucentezza ai capelli, oltre a prevenire la forfora.

9. Tratta i problemi alla tiroide

Secondo le ricerche di medici europei, il seme dell’avocado contiene nutrienti e proprietà essenziali che aiutano a controllare i problemi della tiroide, ed è particolarmente benefico per chi soffre di obesità.

Come si può sfruttare il seme dell’avocado?

Ora che ne conoscete tutti i benefici, speriamo che la prossima volta che mangerete questo frutto non ne butterete via il seme. Per sfruttare i suoi benefici, potete preparare un tè, includerlo in insalate, aggiungerlo a frullati o consumarlo da solo. Per farlo, vi consigliamo di lavarlo bene, asciugarlo e poi prepararlo grattugiato, arrostito o tostato.

Guarda anche