7 alimenti da non scaldare nel forno a microonde

7 luglio 2017
Anche se si tratta di un elettrodomestico molto utile per la preparazione di determinati alimenti, ce ne sono alcuni che possono perdere le loro proprietà benefiche se scaldati nel microonde, pertanto è meglio evitare di farlo

Il forno a microonde è uno degli elettrodomestici che hanno guadagnato più fama in tutto il mondo, non solo perché è utile per scaldare gli alimenti in pochi secondi, ma anche perché serve a cucinare alcuni cibi.

Quando si vogliono cucinano alcune verdure, è possibile farlo grazie a questo elettrodomestico, nel loro liquido di cottura o in acqua, così che conservino meglio le loro proprietà rispetto a quando vengono sottomessi ad altri metodi di cottura.      

Tuttavia, anche se questo è valido per molti ingredienti, ci sono determinati cibi che possono perdere le loro proprietà nutritive se vengono sottoposti alle alte temperature del microonde.

Per questo, è importante conoscere gli alimenti che non è bene scaldare o cucinare nel microonde, e sapere che ci sono altri metodi per prepararli.

Scopriteli!

1. Carne

Alcune persone scongelano la carne nel microonde prima di prepararla. Anche se questo può aiutare a prevenire la contaminazione di alcuni batteri, è un metodo che riduce la composizione della vitamina B12 e degli amminoacidi. 

Leggete anche: Effetti negativi dell’uso del microonde

D’altro canto, quando si utilizza questo elettrodomestico per riscaldare la carne del giorno prima, i suoi liquidi naturali si riducono e, allo stesso tempo, viene meno il suo valore proteico.

Suggerimenti

  • Fate scongelare la carne nella parte bassa del frigorifero.
  • Scaldate la carne già cotta in pentola, con un po’ d’olio.

2. Riso bianco

Il riso bianco è un alimento che per non dev’essere mai scaldato nel microonde, poiché le temperature elevate alle quali viene sottoposto lo privano di buona parte dei suoi nutrienti.

Questo perché nel microonde si stabilisce una temperatura uniforme ed elevata fin dal primo momento della cottura, cosa che influisce in maniera diretta sulle vitamine, sui minerali e sulle fibre del riso.  

Suggerimenti

  • Cuocete il riso in una pentola con acqua, in modo che aumenti di volume in maniera graduale e si cucini.
  • Se volete scaldarlo, mettete un po’ d’acqua in un pentolino e scaldatelo a fuoco basso.

3. Broccoli

Le elevate temperature del microonde possono distruggere fino al 97% degli antiossidanti contenuti nei broccoli.          

I cambiamenti ai quali vengono sottoposti possono essere percepiti sia nella consistenza sia nel sapore degli stessi.

Suggerimenti

  • Mangiate i broccoli in insalata oppure frullateli per usufruire al 100% del loro valore nutritivo.
  • Se preferite cuocerli, preparateli al vapore.

4. Burro

Anche se molte persone sono abituate a far sciogliere il burro nel microonde, il calore potrebbe ridurne il valore proteico.   

Suggerimenti

  • Fatelo sciogliere in un pentolino a fuoco basso.
  • Se possibile, fatelo sciogliere a temperatura ambiente.

5. Latte

Il latte e altri latticini come lo yogurt possono perdere più della metà dei loro nutrienti se sottomessi ad elevate temperature come quelle prodotte dal microonde.

Scaldandoli al microonde, si elimina la vitamina B12 e si riduce il contenuto di minerali essenziali.

Suggerimenti

Quando volete bere del latte caldo, scaldatelo in un pentolino.

6. Aglio

Da sempre i nutrizionisti consigliano di assumer aglio crudo per ottenere tutti i suoi benefici nutritivi.      

Quando questo alimento viene cotto o scaldato a temperature troppo elevate, perde fino al 95% delle sue vitamine e dei suoi minerali.

Un solo minuto nel forno a microonde è sufficiente per distruggere l’allicina contenuta in questo alimento, ovvero il principio attivo che conferisce all’aglio le proprietà antiossidanti e antinfiammatorie che possiede.   

Suggerimenti

  • Aggiungete l’aglio crudo a frullati, insalate o altre ricette.
  • Assumete uno spicchio d’aglio a digiuno per godere al massimo di tutte le sue proprietà per la salute.

7. Funghi

Le proteine contenute nei funghi vengono distrutte quando vengono cotti o scaldati a temperature elevate, come quelle del microonde.

Quando si raffreddano nuovamente, sono più suscettibili alla contaminazione da parte di alcuni microorganismi.      

Leggete anche: 2 minestre di verdure da provare

Suggerimenti

  • Cercate di non riscaldare i funghi una volta cotti, poiché potrebbero causare indigestione e infiammazione addominale.
  • Cuocete questi alimenti a una temperatura di  70ºC all’incirca.
  • Preparateli in ricette in cui non sia necessario cuocerli a lungo.

Adesso che sapete quali sono gli alimenti non adatti alla cottura al microonde, cercare di fare più attenzione la prossima volta che li preparerete. 

Anche se questo elettrodomestico è utile, è bene limitarne l’uso in tutti i casi.

Guarda anche