Combattere l’alitosi in modo naturale

23 gennaio 2016
L'idratazione è essenziale per evitare la proliferazione dei batteri nella bocca. Per ridurre l'alitosi, è importante bere almeno otto bicchieri di acqua al giorno.

23L’alito cattivo è una condizione piuttosto imbarazzante per chi ne soffre e difficile per chi, in un modo o nell’altro, è costretto a sopportarlo.

Sebbene nella maggior parte dei casi sia da mettere in relazione ad una scarsa igiene orale, non sempre è così. L’alitosi può essere causata anche da problemi di salute come un’infezione gengivale, problemi al fegato o dalla sinusite.

Si stima che in tutto il mondo circa 80 milioni di persone soffrano di questo disturbo in modo cronico, quasi sempre collegato allo stato delle gengive o dei denti.

Molte persone provano imbarazzo a parlare di questo problema, perfino con il medico, e finiscono per non prendere alcun provvedimento.

Considerando che la proliferazione dei batteri sulla lingua, sulle gengive e sui denti è la causa principale dell’alitosi cronica, oggi vediamo come combatterla con metodi naturali.

Spazzolare bene i denti

Denti-sani-e-forti

L’uso regolare dello spazzolino da denti (almeno tre volte al giorno) è il primo modo per ridurre la concentrazione batterica del cavo orale, favorita dal permanere dei resti di cibo tra i denti.

Qual è il modo migliore per spazzolare i denti?

  • Lo spazzolamento deve durare almeno due minuti e il movimento deve essere perpendicolare alle gengive. È molto importante scegliere un dentifricio che aiuti a proteggere i denti.
  • Se volete, potete mettere sullo spazzolino un po’ di bicarbonato di sodio. Vi aiuterà a ridurre l’acidità e a rallentare la proliferazione dei germi responsabili dell’alito cattivo. Ricordate, però, di farlo solo di tanto in tanto.

Leggete anche: Come fare un dentifricio rimineralizzante per sbiancare i denti

Assumere molti liquidi

Una delle cause più comuni dell’alitosi è la secchezza della lingua e dell’intero cavo orale, come risultato della disidratazione.

Il consumo di acqua è ancora più importante in questo caso; l’acqua ha la capacità di portare via le particelle di cibo e i batteri che si accumulano nelle diverse aree della bocca.

Come farlo in modo corretto?

  • Per idratarsi correttamente, è essenziale bere almeno otto bicchieri d’acqua al giorno, distribuiti lungo la giornata.
  • Non si deve bere l’acqua necessaria in un unico momento, altrimenti si rischia l’effetto negativo legato alla sovraidratazione.

Se la secchezza della bocca è invece cronica, è meglio rivolgersi al medico che può, eventualmente, consigliarvi un prodotto sostitutivo della saliva.

Finocchio

Finocchio-500x334

Il finocchio possiede proprietà antisettiche in grado di rallentare la crescita dei batteri e neutralizzare l’alitosi.

Come assumerlo nel modo migliore?

  • È sufficiente masticare un pezzo di finocchio per rinfrescare l’alito e stimolare la produzione della saliva.
  • Si possono masticare anche i semi di finocchio, soprattutto dopo aver mangiato cibo dall’odore forte, anche se sono più efficaci se combinati con i chiodi di garofano o il cardamomo.

Cannella

Anche questa spezia, tanto utile in cucina quanto nella medicina naturale, contiene principi attivi in grado di attenuare l’alito cattivo.

L’aldeide cinammica, l’olio essenziale della cannella, riduce la quantità di batteri presenti nella saliva.

Come si assume?

Preparate un infuso di cannella e utilizzatelo per fare rusciacqui della bocca.

Prezzemolo

Prezzemolo-500x334

Una delle piante più utilizzate contro l’alitosi è il prezzemolo. Contiene una buona quantità di clorofilla, sostanza capace di combattere l’alito cattivo in modo efficace e del tutto naturale.

Come si assume?

  • Immergete le foglie di prezzemolo in poco aceto di mele; masticatele per un paio di minuti.
  • Potete sfruttare le sue proprietà anche sotto forma di succo, specialmente se l’alitosi ha origine da disturbi digestivi.

Succo di limone

L’acido contenuto nel limone ha un leggero effetto alcalinizzante capace di ridurre l’acidità della bocca e rallentare l’azione dei batteri.

La sua potente azione antisettica distrugge i batteri responsabili del cattivo odore e lascia in bocca una sensazione di freschezza e pulizia.

Come si assume?

  • Diluite il succo di limone con acqua. Usate questa soluzione come collutorio, dopo aver spazzolato i denti.
  • Per un migliore risultato, potete aggiungere un po’ di sale.

Leggete anche: 7 odori corporei che indicano un problema di salute

Ricordate:

Tutti questi rimedi sono utili per scongiurare l’imbarazzante problema dell’alitosi. Tuttavia, per ottenere buoni risultati, dovete essere costanti.

Se questa condizione, inoltre, nasce da un problema di salute o da una grave infiammazione orale, è sempre meglio prendere un appuntamento dal dentista per ricevere le cure più adeguate.

Guarda anche