Come curare l’apnea notturna

7 febbraio 2017
Il peso eccessivo potrebbe risultare pericoloso in caso di apnea notturna, quindi conviene perdere qualche chilo per migliorare la respirazione

L’apnea notturna è un disturbo per cui la respirazione si interrompe durante il sonno. Queste pause possono durare da uno a vari secondi.

Possono verificarsi una o più pause durante la notte, il che potrebbe comportare diversi problemi di salute.

Spesso si verificano 30 o più pause all’ora e, dopo ogni pausa, la respirazione torna alla normalità. A volte la persona russa o emette un suono simile a quando qualcosa “va di traverso”.

L’apnea notturna può diventare un vero problema per la famiglia e gli amici. È una condizione comune per chi soffre di asma o di complicazioni respiratorie. A seguire vi diamo alcuni consigli per evitare l’apnea del sonno:

Riorganizzate i ritmi del sonno

Il modo più comune per trattare l’apnea notturna è organizzare i ritmi e le ore di sonno. Bisogna fare in modo che siano continui e sempre gli stessi.

Questo permette al corpo di entrare in uno stato di riposo “più leggero”. Ricordate che la mancanza di costanza e di comfort aumenta la probabilità di irregolarità muscolari e di problemi respiratori.

Cercate di dormire dalle 7 alle 8 ore a notte e di stabilire un orario in cui andare a dormire.

Vi invitiamo a leggere anche: Come preparare acqua di melone per perdere peso e dormire meglio

Eliminate il grasso in eccesso

grasso-corporeo

L’obesità è strettamente legata all’apnea notturna. Questo perché il corpo è sovraccaricato con tessuto inutile.

Il grasso che si accumula in prossimità della gola e del collo è pericoloso perché può bloccare le vie respiratorie. Aumenta il russare e si interrompe l’attività polmonare.

Basta iniziare una routine di attività fisica con semplici esercizi ed eliminare gli alimenti elaborati, ricchi di zuccheri o con tanti grassi.

La cosa migliore è lavorare sull’alimentazione e optare per prodotti naturali.

Questo processo di riduzione del grasso corporeo sarà impegnativo, soprattutto se avete adottato a lungo abitudini scorrette. Per questo motivo, è meglio cominciare in modo graduale.

Dormite sul fianco

Quando dormite a pancia in su, è più difficile per il sistema respiratorio risolvere i sintomi dell’apnea notturna, come il blocco delle vie respiratorie.

La lingua e i tessuti morbidi della gola cadranno verso la parte posteriore della bocca quando dormite sulla schiena. Questo blocca le vie respiratoria e vi fa russare.

Per dormire di lato, mettete un cuscino tra le ginocchia per evitare di cambiare posizione involontariamente durante il sonno.

È importante che evitiate di dormire a pancia in giù o in su. Queste due posizioni favoriscono l’interruzione del sonno e vi faranno russare molto di più.

Realizzate esercizio fisico

attivita-fisica

Vi abbiamo già anticipato l’importanza di perdere i chili di troppo per curare l’apnea notturna. È impossibile perdere peso senza l’attività fisica.

Sappiate che l’esercizio costante rafforza le vie respiratorie.

Come se non bastasse, se sottoponete il corpo ogni giorno all’attività fisica, lo stancherete. Questo significa che riuscirete ad addormentarvi prima quando andate a dormire.

Assicuratevi di assumere la giusta quantità di magnesio

L’apnea notturna interessa principalmente i muscoli della zona superiore della gola. Questo significa che dovete assicurarvi che funzionino in modo corretto.

Il magnesio è un minerale essenziale che influisce direttamente sui muscoli di tutto il corpo, dunque si consiglia di mantenerlo ai giusti livelli.

Potete assumere il magnesio tramite integratori oppure assumendo alimenti quali:

  • Ortaggi a foglia verde
  • Banane
  • Fagioli
  • Avocado
  • Semi vari

Il nostro consiglio è di ingerire in abbondanza alimenti ricchi di magnesio. È l’opzione migliore per mantenersi in forma senza spendere soldi in farmaci.

Evitate il fumo attivo o passivo

fumo

Il fumo è una delle principali cause dell’apnea del sonno, in particolare quella ostruttiva. Le sostanze chimiche della sigaretta causano costrizione, infiammazione e irritazione delle vie respiratorie.

Se volete smettere di russare, allora abbandonare il vizio del fumo è la prima soluzione da adottare.

L’ideale è evitare il fumo in tutte le sue forme. Se davvero non riuscite ad abbandonare questo vizio, provate le sigarette elettroniche.

Vi invitiamo a leggere anche: Quanti anni di vita toglie il fumo?

Cantate

Forse questo consiglio vi sorprenderà, sappiate, però, che il canto rafforza i tessuti morbidi del palato e della gola.

Aumentando il controllo muscolare di queste zone, ridurrete le possibilità che le vie respiratorie si blocchino a causa di muscoli deboli.

Ora che conoscete i benefici del canto, di tanto in tanto cantate. Non importa se non avete una bella voce, dovete solo scegliere la vostra canzone preferita e cantarla sotto la doccia.

Infine, ricordate che cantare vi aiuta anche a liberarvi dello stress in modo naturale e gratuito.

Guarda anche