Ogni giorno ti dimentico sempre più

· 27 febbraio 2018
Anche se all'inizio è stato difficile, ti dimentico ogni giorno un po' di più e mi concentro su me stessa come persona e sul mio benessere, perché la vita va avanti.

I giorni successivi alla nostra rottura sono stati un vero inferno. Non riuscivamo a smettere di pensare sia alle cose negative che a quelle positive. Ora che è passato un po’ di tempo, però, dimentichiamo sempre più quasi senza rendercene conto.

Quando rompiamo con qualcuno attraversiamo un lutto che quasi somiglia all’inferno. Pensieri ossessivi, dubbi, bisogno di tornare indietro nel tempo…

Leggete: 6 consigli per superare un lutto

Tutto questo è naturale. Dimenticare qualcuno che è stato in un determinato momento essenziale nella nostra vita, con cui abbiamo condiviso molte esperienze, è certamente difficile.

Tuttavia, quando meno ce lo aspetteremo, riusciremo a chiudere questo capitolo e a rifarci una vita. 

Ti dimentico, ma a volte ti ricordo

Donna triste con faccia tra le ginocchia

Spesso dimentichiamo e, dopo una rottura, continuiamo la nostra vita come sempre. Al lavoro, infatti, non esiste alcun “permesso per rottura”.

Continuiamo ad alzarci alla stessa ora, anche se a volte pensiamo che non abbia senso. Mangiamo, magari un po’ meno, ma mangiamo. Il cibo, però, sembra non avere tanto sapore.

Mentre lavoriamo, dimentichiamo, mentre parliamo con i nostri colleghi, dimentichiamo. Quando però arriviamo a casa, nella nostra casa ormai vuota, sprofondiamo in un abisso.

Prima c’ere sempre una persona ad aspettarci, ora però c’è un silenzio terribile. Quando ci mettiamo a letto per riposare, non c’è più nessuno pronto ad abbracciarci e darci calore.

Scoprite: Cosa dire ad una persona che sta affrontando un lutto

Quando mettiamo fine a una relazione, quella che è stata per anni la nostra routine cambia improvvisamente. Sebbene i cambiamenti siano positivi, siamo sempre un po’ reticenti ad essi.

È naturale che non ci si possa dimenticare di quelle persone che sono state importanti per noi da un giorno all’altro. Tuttavia, presto o tardi, lo faremo.

Per questa ragione è molto importante non afferrarsi all’idea sbagliata che non possiamo vivere senza di lei. In realtà possiamo e dobbiamo farlo.

Ho rotto con il mio partner: come dimenticare?

uomo in montagna dà la mano a donna invisibile

Quando rompiamo con il nostro partner, ci sentiamo persi. Molti luoghi ci ricordano quella persona e i nostri pensieri saranno pieni di “forse”, di dubbi e di desideri di fare marcia indietro.

Può darsi persino che ci sentiamo colpevoli del naufragio di questa relazione. Dobbiamo , però, accettare ciò che è successo, accogliere il presente, in quanto il passato non può più essere cambiato.

Dunque cosa possiamo fare per sopportare un po’ meglio questa situazione?

Coccolarci molto e prenderci cura di noi stessi

Cominciare a mangiare male, smettere di fare esercizio e permettere che la pigrizia ci invada è una cosa assolutamente negativa. Propizieremo uno stato d’animo disfattista che non ci aiuterà affatto.

Tendiamo ad autodistruggerci, come se non fossimo importanti.

Leggete: Il dolore emotivo è quello più difficile da curare

  • Anche se il cibo non sa di nulla, cerchiamo di mangiare meglio.
  • Uscire a fare esercizio ci permette di dimenticare molto meglio. Ci distrae, ci iuta a sentirci bene, a permettere che un po’ di felicità ci invada.

Appoggiare i nostri amici e famigliari

Oltre ad abbandonarci completamente, di solito ci isoliamo anche dagli altri come se volessimo ritenere tutta la tristezza che sentiamo solo per noi invece di permettere che venga sprigionata.

Avere dei buoni amici che ci conoscono e che ci obbligano a stare con loro può essere molto positivo. Non dobbiamo provare vergogna a piangere, a parlare di ciò che sentiamo o a sfogarci completamente. 

Si tratta di una cosa molto positiva che ci farà sentire liberi. La famiglia e gli amici sono pilastri molto importanti che possono fare in modo che sentimenti quali la colpa o la negazione di ciò che sta succedendo si interrompano favorendo il processo naturale del lutto.

La vita non termina con il partner

Abbraccio di famiglia

È importante anche mettere in discussione alcune convinzioni sull’“amore della nostra vita”, “la dolce metà” o “il partner per tutta la vita”.

Molte persone perdono il controllo della propria vita quando affrontano una rottura perché credono che non troveranno più nessuno o perché pensano che quella fosse la persona con cui erano destinati a passare la vita.

Non c’è nulla di più falso. Parlare di ciò con degli amici e dei familiari può fornirci una prospettiva rincuorante e reale.

Una rottura non è la fine e nemmeno una disgrazia. Avete imparato da tale rapporto, le persone vanno e vengono, le relazioni iniziano e finiscono.

La vita continua sempre, anche dopo una rottura.

Guarda anche