Infuso di salvia per un ventre piatto

· 25 settembre 2014
Potete preparare l'infuso di salvia la sera e conservarlo nel frigorifero, oppure berlo caldo. Per stimolare la digestione, bevetelo a digiuno

L’infuso di salvia possiede numerose proprietà per la salute, tra cui la capacità di sgonfiare l’addome; è quindi una bevanda ideale nelle diete dimagranti. In questo articolo vi illustriamo i maggiori benefici.

Che cosa bisogna sapere sulla salvia?

È una pianta di origine mediterranea, appartiene alla stessa famiglia della menta e  cresce sotto forma di arbusto. Le foglie sono di colore verde e di forma ovale, i fiori possono lilla, rossi, rosa o bianchi. Ha una lunga storia come pianta medicinale e anche come ingrediente per infusi. In passato, infatti, si diceva che chi consuma foglie di salvia acquista saggezza.

Salvia

La salvia ha diversi usi, dalla gastronomia ai trattamenti di bellezza. Con il suo profumo fresco, viene impiegata come ingrediente nelle lozioni, creme per la pelle e prodotti per i capelli. Il suo sapore, invece, la rende adatta come spezia in cucina. Viene considerata medicinale perché:

  • È antinfiammatoria: aiuta a calmare i dolori muscolari, i reumatismi e l’artrite.
  • È astringente.
  • È un potente antisettico, ideale per combattere le infezioni della gola.
  • È anti-spasmodica, cioè aiuta a calmare i crampi dello stomaco e dei muscoli.
  • Contiene vitamina A e C.
  • Rinforza il sistema immunitario.
  • Aiuta a trattare i problemi respiratori e digestivi.
  • Aiuta a controllare i livelli di zucchero nel sangue.
  • In caso di febbre, combatte la sudorazione eccessiva grazie alle sue proprietà astringenti e anti-sudorifere.
  • Calma i dolori del ciclo mestruale.
  • Allevia il mal di testa e il mal di stomaco.
  • Previene la ritenzione idrica.
  • Favorisce la cicatrizzazione di ferite ed ulcere.

Leggete anche: Soluzioni naturali per attenuare le cicatrici

Attenzione però: la salvia ha proprietà abortive, per cui non è consigliata in gravidanza. È, inoltre, controindicata durante l’allattamento, in caso di insufficienza renale e instabilità neurovegetativa. Questo è dovuto alle grandi quantità di tujone contenute, una sostanza che se assunta in alte dosi, diventa neurotossica ed è in grado di indurre convulsioni.

Perché l’infuso di salvia aiuta ad avere un ventre piatto?

La salvia, molto utilizzata in cucina o nei trattamenti di bellezza, come abbiamo detto ha eccellenti proprietà e aiuta anche a ottenere un ventre piatto. È l’ideale quando si segue una dieta, perché una delle sue numerose proprietà è quella di favorire la digestione.

Foglie di salvia

Il tè o l’infuso di salvia aiuta a prevenire o calmare l’infiammazione allo stomaco, soprattutto dopo un pasto pesante o quando abbiamo esagerato con i fritti, il cioccolato, etc.

Può essere consumato anche per depurare l’organismo, visto che elimina le tossine. Ricordiamo, inoltre, che la salvia stimola la cistifellea, aiuta a combattere la stitichezza, contrasta la formazione di gas (una delle cause di gonfiore al ventre) e ne favorisce l’espulsione, combatte la ritenzione idrica (soprattutto alle caviglie, gambe e piedi).

Potrebbe interessarvi anche: Trattenere i gas intestinali: cosa succede al corpo?

Preparato essiccato per infuso di salvia

Come si prepara?

Preparare un infuso di salvia è davvero semplice. Basta calcolare 15 grammi di pianta secca o fresca (sia foglie che fiori) per ogni litro di acqua bollente.

Potete coltivare una pianta di salvia in casa (in giardino, sul balcone o sul davanzale di una finestra, basta che ci sia sole in abbondanza), prenderla fresca al mercato o comprarla essiccata in erboristeria.

Dopo aver messo la salvia nell’acqua bollente, spegnete e lasciate riposare per tre minuti. Infine aggiungete del succo di limone a piacere e, se lo desiderate, addolcite la tisana con un po’ di stevia o di miele. Il sapore dell’infuso di salvia può essere un po’ amaro per qualcuno, ma dipende dai vostri gusti.

Questa quantità preparata dovrebbe bastare per tre o quattro giorni. Durante questo periodo, oltre a bere l’infuso, è bene mantenere una dieta salutare e ricca di frutta e verdura, soprattutto quelle che più aiutano a depurarvi e disintossicarvi.

L’infuso di salvia può essere bevuto sia freddo che caldo. Vi consigliamo di consumarlo la mattina a digiuno in modo da stimolare bene il sistema digestivo durante tutta la giornata. Potete lasciarlo in un recipiente chiuso o in una bottiglia in frigorifero e berlo come un tè freddo quando avete sete, oppure per scaldarvi d’inverno e godervi una piccola pausa dal lavoro.

Immagini per gentile concessione di zeevveez, Irene Grassi, Joao Medeiros, Seth Anderson e nociveglia.

Guarda anche