Malattie relazionate al consumo di latte vaccino

· 16 gennaio 2015

Il latte di mucca e i suoi derivati sono al momento tra i prodotti più consumati in tutto il mondo, poiché sono sempre state evidenziate le sue proprietà nutritive, il suo delizioso sapore e il contenuto di vitamine e minerali che apporta al nostro organismo, specialmente il calcio. Tuttavia, studi più recenti hanno messo in discussione le proprietà benefiche del latte di mucca, scoprendo che, a differenza di ciò che si pensava, il consumo eccessivo del latte di mucca può deteriorare la salute e portare alla comparsa di diverse malattie. 

Perché il latte di mucca può far male alla salute?

In molti si chiedono perché il latte di mucca può far male alla salute se viene ormai consumato da secoli? Per rispondere a questa domanda dobbiamo fare un passo indietro, all’incirca agli anni ’60, quando si cominciò a modificare artificialmente l’allevamento dei bovini. Alcuni studi affermano che a metà del 1800, una mucca produceva all’incirca 2 litri di latte al giorno. A partire dal 1960, le mucche producevano all’incirca 9 litri di latte al giorno. Ai giorni nostri, sono state applicate nuove tecniche di allevamento artificiale degli animali, come ad esempio l’uso di antibiotici, la selezione degli animali, cambiamenti nell’alimentazione e l’uso di ormoni della crescita, che hanno fatto sì che una mucca arrivi a produrre anche 24 litri di latte al giorno. É  davvero impressionante vedere come le mucche sono passate dal produrre 2 litri di latte al giorno a produrne 24 al giorno.

Anche se le tecniche di allevamento artificiale hanno dato molti benefici economici alle industrie di latte e di carne, sicuramente questo processo di alterazione del naturale ha conseguenze che colpiscono i consumatori, dal momento che il latte è modificato dal modo di allevare gli animali, dagli antibiotici, dagli ormoni, dall’alimentazione ecc. Come conseguenza ci sono diversi problemi di salute che possono comparire con il passare degli anni.

Gli studi sugli effetti del latte di mucca sulla salute vanno avanti da molti anni e tutti coincidono nell’affermare i problemi che può creare alla nostra salute questo prodotto. Recenti studi condotti dall’università di Harvard hanno provato la stretta relazione tra il consumo frequente del latte vaccino e la comparsa di alcune malattie.

Emicrania

emicrania

Gli studi dimostrarono che i pazienti che soffrivano di emicrania videro ridurre notevolmente i sintomi dopo aver smesso di consumare latte di mucca.

Stitichezza

L’intolleranza al latte di mucca è stato relazionato con la stitichezza sia nei bambini che negli adulti. Eliminare questo alimento dalla dieta e aumentare il consumo di frutta, verdura e fibre è la soluzione a questo problema.

Cancro

cancro

La presenza di ormoni e altre sostanze nel latte di mucca, sono strettamente collegate con lo sviluppo di diversi tipi di cancro come quello allo stomaco, al seno, al pancreas, alla prostata, ai polmoni e ai testicoli.

Cataratta

Gli studi dimostrarono inoltre che la parte della popolazione che consumava con maggiore frequenza il latte di mucca e i suoi derivati, soffriva più facilmente dell’apparizione della cataratta, rispetto a chi non consumava di questi prodotti. Questo problema è dovuto al lattosio e al glucosio e colpisce principalmente le donne.

Fatica cronica

fatica cronica

Uno studio realizzato su bambini nel 1991, a Rochester, New York, rivelò che bere latte di mucca aumenta del 44,3% il rischio di soffrire di fatica cronica.

Reazioni allergiche

Le allergie alle proteine del latte di mucca sono state definite come un meccanismo di difesa del sistema immunitario. Alcuni studi hanno rivelato che le reazioni allergiche possono essere immediate, ovvero apparire dopo 45 minuti, dopo un ora o dopo alcuni giorni.

Sanguinamento gastrointestinale

É dovuto all’intolleranza delle proteine del latte vaccino, che colpisce in particolar modo i bambini. Inoltre, questo è visto come una delle cause più comuni dell’anemia nei bambini.

Altre 17 malattie relazionate al consumo di latte vaccino:

  • Artrite reumatoide e osteoartrite
  • Asma
  • Autismo
  • Colite ulcerosa
  • Colon irritabile
  • Diabete mellito di tipo I
  • Dolori addominali
  • Morbo di Crohn
  • Malattie coronariche
  • Sclerosi multipla
  • Fistole e ragadi anali
  • Incontinenza urinaria
  • Intolleranza al lattosio
  • Linfomi
  • Sindrome da malassorbimento
  • Insonnia
  • Ulcera peptica
  • ecc.
Guarda anche