Sintomi delle principali malattie dell’esofago

· 21 maggio 2014
Il cancro all'esofago ha dei sintomi in comune con il reflusso gastroesofageo, come dolore nell'ingoiare o acidità, per cui spesso vengono confusi.

L’esofago è fondamentale per il nostro organismo: il suo compito è quello di trasportare sia gli alimenti che i liquidi, ma notiamo la sua presenza solo al momento di ingerire qualcosa di più grande, o di ingoiare qualcosa di più freddo o più caldo del normale. Esistono delle alterazioni proprie dell’esofago che dovete prendere in considerazione per la vostra salute, aspetti che a volte ignoriamo e che invece vale la pena sapere. A seguire vi presentiamo e principali malattie dell’esofago.

Il problema più comunemente associato all’esofago è senza dubbio il reflusso gastroesofageo, ma esistono altre malattie che presentano dei rischi particolari, malattie che impediscono la normale assunzione di cibo o l’adeguata assunzione di nutrienti. Andiamo a vedere mano a mano ognuno dei problemi relativi a questo organo.

Malattie dell’esofago e sintomi

esofago 2

1. Acalasia

Che cos’è?

Si tratta di una malattia, a volte ereditaria, per la quale l’esofago (formato da una sorta di anelli) smette di contrarsi e di far passare gli alimenti normalmente.

Sintomi

  • Sensazione che l’alimento si fermi nell’esofago e difficoltà nel deglutire.
  • Inizia in modo intermittente, fino a che risulta difficile ingoiare anche i liquidi.
  • Stando distesi si prova nausea o si forma un liquido denso nella bocca.
  • Vomitando risalgono pezzi di alimenti, ma non si percepisce il classico sapore acido dato che non sono arrivati allo stomaco.
  • Tosse.
  • Episodi di polmonite.
  • Dolore al petto che si irradia fino alla schiena e alla mandibola.
  • Perdita di peso.

2. Malattia del reflusso gastroesofageo

Che cos’è?

Sappiamo che lo stomaco secerne acido e pepsina, fondamentali per la digestione degli alimenti. Tuttavia, può capitare che la valvola che separa l’esofago dallo stomaco abbia un problema e lasci sfuggire questi acidi gastrici fino all’esofago stesso, provocando delle ferite.

Sintomi

  • Sensazione di bruciore al petto e nella gola.
  • Sensazione che gli alimenti che ingeriamo risalgano fino alla gola.
  • Reflussi improvvisi di succhi gastrici che arrivano alla gola, irritandola.
  • Tosse e raucedine, in particolare la mattina.
  • Forte dolore al petto dovuto agli acidi concentrati nell’esofago.
  • Sensazione di asfissia durante la notte.
  • Feci scure.
  • Perdita di peso

3. Varici gastroesofagee

Che cosa sono?

Le varici esofagee sono vene dilatate in modo anormale situate nella parte finale dell’esofago e collegate al fegato. Quando il fegato è malato, queste possono arrivare a rompersi. Si tratta di un problema piuttosto grave.

Sintomi

  • Quando si soffre di varici esofagee normalmente si hanno feci molto scure.
  • Vomito ricorrente con tracce di sangue o sedimenti simili al caffè.
  • Nausea, sensazione di freddo e debolezza dovuti a perdite di sangue.

4. Cancro all’esofago

Il cancro all’esofago si forma quando delle cellule maligne attaccano il tessuto e la struttura dell’esofago invadendolo. Le ragioni per le quali si presenta sono molto spesso collegate al consumo di tabacco, sebbene una percentuale sia rappresentata da cause sconosciute.

Sintomi

  • Difficoltà nel deglutire, sia liquidi che cibi solidi.
  • Saliva più densa.
  • Dolore al petto.
  • Dolore nell’ingoiare e acidità, motivo per cui spesso viene confuso con il reflusso. gastroesofageo.
  • Perdita di peso.
  • Tosse persistente e quotidiana.
  • Singhiozzo.
  • Episodi di polmonite.
  • Dolore esteso alle ossa e grande stanchezza.
  • Anemia. Si inizia a perdere sangue dall’interno, le feci diventano scure e si hanno nausee.
Guarda anche