3 soluzioni ecologiche per eliminare la muffa dalla lavatrice

20 settembre 2017
Oltre a realizzare periodicamente uno di questi trattamenti, ricordatevi di lasciare la lavatrice sempre aperta dopo ogni lavaggio; in questo modo, si asciuga evitando lo sviluppo dei microrganismi.

La lavatrice è uno degli elettrodomestici più trascurati in quanto a manutenzione e disinfezione; molti di noi, infatti, pensano che il contatto costante con il sapone e l’acqua calda sia sufficiente a mantenerla pulita.

Nonostante inizialmente non si noti, però, è un oggetto che tende ad accumulare molti batteri e muffe dannosi e in alcuni casi fonte di cattivi odori.

Le guarnizioni e le pareti interne della lavatrice trattengono l’umidità, nei cassetti sono presenti resti di detersivo e di ammorbidente: in breve, si tratta di un ambiente ideale per la proliferazione dei germi.

Per pulire e disinfettare la lavatrice, non è necessario ricorrere a prodotti chimici inquinanti. Oggi vogliamo condividere con voi 3 soluzioni ecologiche che vi permetteranno di igienizzare la lavatrice senza inquinare o spendere troppo.

Provatele!

1. Limone e acqua ossigenata

Unendo le proprietà antimicrobiche e antimicotiche del limone con quelle dell’acqua ossigenata, otteniamo un prodotto ideale per igienizzare la lavatrice.

Questa soluzione facilita la rimozione dei residui di sapone e a neutralizza i cattivi odori provocati dalla muffa.

Procuratevi:

  • 6 tazze d’acqua (1,5 litri)
  • ¼ di tazza di succo di limone (60 ml)
  • ½ tazza di acqua ossigenata (125 ml)
  • un recipiente di media grandezza
  • un panno

Preparazione

  • Versate l’acqua in un contenitore, aggiungetevi il succo di limone e l’acqua ossigenata.
  • Dopo aver ottenuto una soluzione omogenea, procedete all’utilizzo.

Leggete anche: Come impiegare il limone e altri prodotti naturali per le pulizie

Modalità d’uso

  • Versate il prodotto sulle guarnizioni e sul tamburo della lavatrice.
  • Lasciatelo agire un quarto d’ora, infine eliminate l’eccesso con un panno.
  • Per procedere ad una pulizia più profonda, versate il liquido restante in uno dei cassetti del detersivo; impostate un ciclo normale con acqua calda.
  • Quest’ultima operazione vi permetterà di disinfettare le parti interne della lavatrice e i tubi.

2. Aceto di mele

L’aceto di mele diluito in acqua calda è un disinfettante naturale in grado di eliminare batteri, funghi e altri microrganismi.

Con questa soluzione, potete rimuovere le macchie scure di muffa che tendono a formarsi sulle guarnizioni, oltre ad eliminare i residui di sapone dal tamburo e dalle tubature.

Procuratevi:

  • 5 tazze di acqua (1,2 litri)
  • ½ tazza di aceto di mele (125 ml)
  • un flacone con nebulizzatore
  • un panno

Preparazione

  • Mettete a scaldare l’acqua, appena bolle versatevi l’aceto di mele.
  • Trasferite un po’ di questa soluzione in un flacone con nebulizzatore, conservate la parte restante.

Modalità d’uso

  • Spruzzate il liquido sulle guarnizioni e rimuovete la muffa con l’aiuto di un panno.
  • Versate adesso la soluzione avanzata nella vaschetta del detersivo e avviate un ciclo breve.
  • Al termine, aprite l’oblò e lasciate asciugare l’interno della lavatrice per un paio d’ore.

3. Aceto bianco e succo di limone

Una soluzione naturale di aceto bianco e succo di limone contribuisce a disinfettare il cassetto del detersivo, oltre al tamburo, ai tubi e ad altre aree di difficile accesso.

L’aceto e il limone sono in grado di eliminare le muffe e neutralizzare i cattivi odori.

Leggete anche: Aceto bianco nel bucato: una buona idea!

Procuratevi:

  • 5 tazze di acqua (1,2 litri)
  • 1 tazza di aceto bianco (250 ml)
  • ¼ di tazza di succo di limone (62 ml)
  • Un flacone con nebulizzatore
  • Una spugna o un panno

Preparazione

  • Mettete a scaldare l’acqua in una pentola, diluitevi l’aceto bianco.
  • Aggiungete il succo di limone e mescolate accuratamente.

Modalità d’uso

  • Mettete una piccola quantità di prodotto in un flacone con nebulizzatore, versate il resto all’interno della lavatrice e nel cassetto del detersivo.
  • Spruzzate la soluzione sulle guarnizioni ed eliminate la muffa con una spugna.
  • A questo punto avviate un ciclo breve per consentire una pulizia profonda dell’eletrodomestico.
  • Al termine del lavaggio, lasciate aperta la lavatrice per far evaporare l’umidità residua.

Avete qualche minuto da dedicare alla pulizia della vostra lavatrice? Se ancora non ci avete pensato, scegliete una tra queste soluzioni e ripetetela una volta al mese.

Guarda anche