Chi vi vuole bene vi rende felici

14 giugno 2016
Non c'è dubbio sul fatto che chi ci vuole bene deve rispettarci e renderci felice sopra ogni cosa

Chi vi vuole bene vi farà ridere, vi farà “volare” e, soprattutto, farà tutto ciò che può per rendervi felici.

Purtroppo spesso si è diffusa l’idea che nell’amore è implicita la sofferenza e che le lacrime sono del tutto normali quando si ha una relazione di coppia.

Si tratta di un concetto che fonda le sue radici nella classica immagine dell’amore romantico, responsabile di tantissimi danni arrecati a diverse generazioni che hanno fatto propria un’idea assolutamente distorta di ciò che è l’affetto, di ciò che sono i pilastri di una coppia felice.

Oggi nel nostro blog vi invitiamo a riflettere con noi su questo argomento.

Chi vi vuole bene non vi fa piangere

Forse in qualche momento della vostra vita vi sarà capitato che qualcuno vicino a voi vi abbia detto: “funziona così, prendere o lasciare. In una relazione qualcuno finisce sempre per soffrire, è assolutamente normale”.

A volte, però, quello che viene considerato normale include dimensioni pericolose e distruttive. Dobbiamo avere ben chiaro che amare non significa soffrire, e che chi ci fa piangere in una relazione non ci ama davvero o, semplicemente, ci ama in modo poco sano.

Leggete anche: 5 rischi della dipendenza emotiva nella coppia

Illustrazione Gustav Klimt

L’amore romantico: un amore che accetta la sofferenza

A più dolore corrisponde più passione, a maggior possesso corrisponde un maggior amore. Questi sono i concetti classici che caratterizzano l’ideale dell’amore romantico e che a volte vediamo ancora rappresentati in qualche film o libro.

  • Che ci crediate o no, questo approccio è ancora molto presente nei giovani e negli adolescenti di oggi. Pensare che il partner reagisca con gelosia e si mostri possessivo sia una prova del suo amore, li porta a volte ad instaurare rapporti molto pericolosi.
  • L’amore romantico, inoltre, contempla solo le prime fasi di una relazione, quelle più cariche di passione. Non concepisce l’amore rilassato e complice, ovvero quel momento in cui entriamo in una fase più matura e stabile di un rapporto.
  • Un’altra falsa idea associata all’amore romantico è quella di pensare che chi ci ama davvero ci farà piangere, perché le lacrime sono parte integrante di una relazione ed è una cosa che bisogna accettare e sopportare. Questo non è vero e non è giusto.

Oggi ci sono ancora tante persone che si trovano a vivere relazioni tanto distruttive quanto infelici, in cui la propria autostima viene completamente sabotata e in cui si tollerano il dolore e le lacrime.

Si smette di credere all’idea che l’amore non debba far male. Invece, è necessario capire che l’amore vero guarisce e non cerca mai di distruggere.

Leggete anche: Siamo persone complete fin dalla nascita

Amore

L’amore cosciente, l’amore maturo

Nessuno nasce sapendo tutto sull’amore. Imparare ci porta spesso a disilluderci, in qualche occasione a ferirci e persino ad allontanarci dalla persona che amiamo per permetterci di incontrare di nuovo noi stessi.

  • Non vi colpevolizzate per un fallimento e non arrivate a pensare che “amare significa soffrire”. Non è così, o perlomeno non dovrebbe esserlo.
  • L’amore cosciente comincia innanzitutto da una cosa molto semplice ed essenziale come “amare se stessi”. Solo quando ci sentiremo sicuri della nostra autostima e avremo ben chiaro quello che meritiamo, potremo iniziare relazioni sane, responsabili e felici.
  • L’amore maturo è quello che cerca il benessere della coppia, e a tale fine bisogna cominciare a dare forma al benessere interiore.
  • Una persona sicura di se stessa, senza vuoti e con un’autostima sufficiente, non proietterà in noi le sue paure o le sue ossessioni, finendo per controllarci nel timore di essere tradita.

Perché chi ama non tradisce e chi rispetta non è diffidente.

Coppia

Chi vi vuol bene vi farà ridere

Favorire la felicità delle persone che amiamo è un valore che si ripercuote su noi stessi. A nulla serve portare lacrime e sofferenza, e chi pensa che ciò sia giusto o normale ha una visione distorta e dannosa di cosa significhi avere una relazione.

  • C’è chi pensa che sia normale causare sofferenza perché ha un fine molto chiaro: controllare.
  • D’altra parte c’è chi si sorprende di vedere piangere il partner o addirittura si infastidisce al punto da esclamare che questi “si offende per un nonnulla e che soffre per qualsiasi cosa”. In questo caso, ci troviamo di fronte a qualcuno del tutto incapace di empatizzare e di prendersi le responsabilità delle proprie azioni.

Vi consigliamo di leggere anche: Il segreto dei rapporti felici

Chi vi ama davvero farà di tutto per rendervi felici, di farvi ridere ogni giorno e di portare allegria nei giorni grigi.

Perché dietro ogni sorriso, si nasconde quel motore che rende forte una coppia e dietro ogni segno di felicità, vengono stabiliti legami di reciprocità che rendono più duratura una relazione.

Guarda anche