Medicinali

I medicinali sono prodotti spesso indispensabili. Conoscerne il meccanismo d’azione, le proprietà curative o preventive e gli effetti collaterali ci permetterà di avere una conoscenza migliore di questo universo clinico che ci interessa da vicino.

Analgesici non oppioidi non acidi

Il gruppo degli analgesici non oppioidi comprende al suo interno varie sostanze a diverso meccanismo d’azione. Oltre ai tipici farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) e gli inibitori selettivi della COX-2, appartengono a questo gruppo anche sostanze come il paracetamolo e…

Stitichezza da oppioidi: cosa fare?

La stitichezza da oppioidi è un problema comune e capace di abbassare la qualità della vita di chi ne fa uso. È conseguenza dell’effetto di alcune di queste sostanze sulla funzionalità dell’intestino. Si tratta di un è un problema con…

I corticosteroidi a cosa servono?

I corticosteroidi sono farmaci noti anche come corticoidi. Questi medicinali hanno la stessa struttura chimica degli steroidi naturali sintetizzati nel cervello. Per tale ragione, come gli ormoni, interferiscono su numerosi processi organici. Tra queste reazioni possiamo citarne: processi metabolici dei…

Ipratropio bromuro: a cosa serve?

L’ipratropio bromuro è un principio attivo che appartiene al gruppo dei farmaci denominati broncodilatatori anticolinergici per via inalatoria. Agisce rilassando la muscolatura dei bronchi, facilita il passaggio dell’aria e, quindi, la respirazione. È indicato nel trattamento del broncospasmo reversibile associato…

Idromorfone: usi ed effetti collaterali

L’idromorfone è un farmaco oppioide semisintetico derivato dalla morfina, con un’azione cinque volte più potente, sebbene più breve. Come vedremo, deve la sua azione analgesica all’interazione con i recettori oppioidi μ, presenti nel sistema nervoso centrale e nei muscoli lisci. Può…

La rifampicina: dosi e indicazioni

La rifampicina è un medicinale antibiotico della famiglia delle rifampicine. Si tratta di un composto semi sintetico utilizzato come prima scelta nel trattamento della tubercolosi. Non deve essere assunto in monoterapia, altrimenti favorirebbe lo sviluppo di resistenze da parte dei…