La coppa mestruale: un’alternativa ai tamponi

30 luglio 2014
La coppetta mestruale è un'alternativa ecologica e salutare ai tamponi e agli assorbenti. Non contiene sostanze tossiche e ci aiuta a prevenire le infezioni.

Sempre più spesso si sente parlare degli effetti negativi sulla salute dei tamponi, a causa dei componenti tossici che contengono. Ma le donne che non vogliono rinunciare alla loro comodità hanno altre opzioni?

In questo articolo vi vogliamo parlare della coppa mestruale, un’alternativa ecologica, economica, comoda e soprattutto salutare agli assorbenti interni.

Rischi dei tamponi

I tamponi hanno tra i loro componenti alcune sostanze tossiche.

Una di queste è l’amianto, una sostanza minerale che aumenterebbe l’emorragia mestruale, provocando un maggiore utilizzo di tamponi e che, inoltre, potrebbe essere cancerogeno. Visto che non viene commercializzato per essere ingerito per via orale non è considerato illegale. Tuttavia, quando viene inserito nei tamponi che vanno all’interno del corpo, entrando in contatto con la mucosa dell’utero, l’organismo lo assorbe portandolo direttamente nel sangue.

Un altro componente tossico è la diossina, che viene utilizzata per sbiancare le fibre del tampone. Anche questa è potenzialmente cancerogena e può alterare il sistema immunitario e riproduttivo, oltre ad essere un fattore che contribuisce a provocare l’endometriosi. Vari studi e persino alcuni enti hanno già dichiarato che entrare spesso in contatto con questa sostanza è pericoloso.

Infine, i tamponi includono anche il rayon, un elemento assorbente che può arrivare a provocare uno shock tossico.

E allora perché i tamponi non sono proibiti?

Dal momento che i tamponi vengono considerati prodotti che non si ingeriscono, la loro tossicità non viene presa in considerazione. Tuttavia, ci sono molte donne che li usano abitualmente, e basta pensare a quante ore della nostra vita passiamo con indosso un tampone per comprendere che questo contatto continuo dovrebbe essere sufficiente per esigere che questi non contengano nessuna sostanza tossica o potenzialmente pericolosa.

D’altro lato, anche gli assorbenti contengono la diossina, ma almeno non hanno un contatto così diretto con la vagina.

Nel mercato ecologico possiamo trovare alcuni tamponi elaborati al 100% con cotone naturale e che non hanno subito un processo di sbiancamento, ma il problema è che di solito sono cari.

La coppa mestruale

Fortunatamente abbiamo un’alternativa sia ai tamponi che agli assorbenti: la coppa mestruale. È realizzata con del silicone e ha la forma di una coppa. È flessibile, e questo ci permette di piegarla facilmente per introdurla nella vagina. Una volta all’interno, raccoglie le perdite di sangue, senza assorbirle. Quando la togliamo dobbiamo svuotarla nel wc e lavarla e pulirla semplicemente con acqua e sapone, per poi reinserirla di nuovo. Dopo i giorni del mestruo, possiamo sterilizzarla in acqua bollente e metterla via fino al mese successivo. Possiamo anche pulirla ogni tanto con dell’acqua ossigenata, dell’aceto o un sapone naturale.

coppa mestruale 3

Vantaggi della coppa mestruale

  • È ecologica, visto che è fabbricata in silicone e dura circa 10 anni
  • È economica, visto che non è da buttare via dopo l’utilizzo
  • È salutare, visto che non contiene nessuna sostanza tossica
  • È pratica, perché possiamo utilizzarla come un tampone senza bisogno di portarci dietro un cambio
  • Aiuta a prevenire le infezioni come la cistite, al contrario degli assorbenti
  • Ogni coppa ha una capacità di circa 30 ml, che equivale più o meno ad un terzo delle perdite di sangue di una donna durante la mestruazione, per cui non avrete la necessità di cambiarla così spesso come un tampone o un assorbente
  • Aiuta ad avere una relazione sana con le proprie mestruazioni, senza tabù, conoscendo la quantità di sangue che perdiamo e il nostro ritmo naturale

Tipi di coppe

Nel mercato ci sono diverse marche di coppe mestruali. Potrete trovarle facilmente sia in negozi di prodotti naturali che su internet.

Di solito ce ne sono di due misure: uno per le donne più giovani che non hanno avuto figli, e uno leggermente più grande, per donne più in su con l’età o che sono già mamme.

coppa mestruale 2

Come si usano?

Quando comprerete la coppa mestruale troverete al suo interno le istruzioni dettagliate e su internet esistono anche numerosi video che vi aiuteranno. In sintesi, basterà comprimere la parte larga della coppa per poterla introdurre bene e, una volta dentro, lasciarla andare per farla aprire. Per estrarla tirate delicatamente dalla base.

All’inizio potreste avere qualche difficoltà, ma dopo averla inserita alcune volte, riuscirete a farlo con agilità.

Immagini per gentile concessione di Zane Selvans e Greencolander

Guarda anche