Gomiti perfetti grazie ai migliori trattamenti naturali

Per evitare l'accumulo di pelle morta, è essenziale esfoliare la pelle prima di applicare qualsiasi misura. In questo modo i trattamenti per levigare e schiarire la pelle saranno più efficaci.
Gomiti perfetti grazie ai migliori trattamenti naturali
Karla Henríquez

Scritto e verificato la dottoressa Karla Henríquez.

Ultimo aggiornamento: 03 giugno, 2023

I gomiti ruvidi e scuriti sono un evento comune, perché spesso non prestiamo attenzione a questa zona del corpo. Tuttavia, quando la pelle non solo è secca e ruvida al tatto, ma si scurisce e tende a diventare scomoda in certe posture, come ad esempio quando ci si appoggia, è allora che ci preoccupiamo di porvi rimedio.

Gomiti secchi e ruvidi, con una tonalità più scura rispetto al resto della pelle, sono un problema estetico a cui bisogna porre rimedio il prima possibile. A tal fine, si consiglia di applicare ogni giorno una buona crema idratante, come dimostrano alcune ricerche.

In alcuni casi, si consiglia di aggiungere alla crema una spruzzata di olio, come l’olio di mandorle o di cocco, che non solo hanno un aroma gradevole, ma contribuiscono anche in modo significativo all’idratazione e al nutrimento della pelle.

13 consigli per eliminare i gomiti ruvidi e scuri

Ecco alcuni consigli che di solito vengono proposti per sbarazzarsi dei gomiti ruvidi in breve tempo.

Nota importante: se avete la pelle sensibile o una condizione particolare, è essenziale che consultiate il vostro dermatologo prima di ricorrere a qualsiasi rimedio casalingo. In caso contrario, potreste esporvi inutilmente a una reazione avversa.

1° consiglio per eliminare i gomiti ruvidi: esfoliazione con zucchero e olio d’oliva

gomiti

In alcuni casi, una buona esfoliazione può aiutare a ridurre la ruvidità dei gomiti. Per farlo, potete seguire la seguente ricetta che stiamo per condividere con voi.

Ingredienti

  • 3 cucchiai di zucchero (circa 30 g).
  • 5 cucchiaini di olio d’oliva (25 g).

Procedimento per gomiti lisci

  • Per prima cosa, mescolate i due ingredienti in una ciotola.
  • Poi, prendere un dischetto di cotone e immergerlo nella miscela.
  • Applicare delicatamente lo scrub sulla pelle per 5 minuti e risciacquare con acqua tiepida.

2° consiglio: applicare regolarmente una crema idratante

Dopo aver esfoliato accuratamente la pelle dei gomiti, è bene applicare una buona crema idratante più volte al giorno. In questo modo, la pelle assorbirà tutta la crema e non si avrà più la sensazione di unto. Se lo fate quotidianamente, noterete come la vostra pelle migliorerà e avrà un aspetto più giovane.

3° consiglio: massaggiare i gomiti

Strofinare un po’ di olio di oliva, di mandorle, di cocco o di ricino sui gomiti e massaggiarli per alcuni minuti al giorno può aiutare a eliminare le rugosità e il cattivo aspetto che possono aver acquisito a causa dell’incuria.

4° consiglio: fate un trattamento idratante con aloe vera e olio di rosa mosqueta

L’olio di rosa mosqueta è molto usato in cosmetica, perché si ritiene che aiuti a prendersi cura della pelle, a prevenire la secchezza e altri problemi. In molti casi viene miscelato con il gel di aloe vera, per ottenere una formula molto più ricca di sostanze nutritive.

Ingredienti per gomiti lisci

  • 3 cucchiaini di aloe vera (15 g).
  • 10 gocce di olio essenziale di rosa canina.

Preparazione

  • Per prima cosa, mettere insieme l’aloe vera e la rosa canina in una ciotola e mescolare bene con un cucchiaio.
  • Quando sentite che i due ingredienti sono ben integrati, prendete un po’ di miscela e applicatela sui gomiti.
  • Lasciate agire per tutta la notte e risciacquate il giorno dopo con acqua tiepida e sapone neutro.
  • Applicare sempre una crema idratante dopo ogni trattamento.
  • Ripetere circa 3 volte alla settimana per ottenere i migliori risultati.

5° consiglio: usare il bicarbonato per esfoliare i gomiti ruvidi

gomiti

Sebbene questo rimedio sia sconsigliato in ogni caso perché il limone può irritare la pelle ed esporla a varie lesioni, alcune persone lo sfruttano ad hoc, dopo aver passato almeno una settimana a idratare costantemente questa zona della pelle.

Ingredienti

  • Acqua tiepida.
  • Qualche goccia di succo di limone.
  • Bicarbonato di sodio (1 g).

Preparazione

  • Mescolare il bicarbonato di sodio con un po’ d’acqua. Una volta ottenuta una pasta, aggiungere qualche goccia di succo di limone mescolare bene con un cucchiaio.
  • Applicare il composto sui gomiti e massaggiare per un paio di minuti. È importante farlo delicatamente per non maltrattare la pelle.
  • Risciacquare con abbondante acqua e sapone.
  • Applicate la vostra crema idratante abituale o un po’ di olio di cocco, di oliva o di qualsiasi altro olio a vostra scelta.
  • Non eseguire mai questo trattamento durante il giorno, perché potrebbe macchiare la pelle. È inoltre importante lavarsi accuratamente dopo averlo applicato, per assicurarsi che non ne rimangano tracce sulla pelle.

6° consiglio: provate l’azione sbiancante di yogurt e zucchero

Tra le proprietà dello yogurt c’è quella di sbiancare la pelle, rendendola più liscia e luminosa. Stimola la rigenerazione cellulare, idrata e agisce come protezione solare.

Ingredienti

  • Due cucchiai di yogurt naturale.
  • Due cucchiai di zucchero.

Preparazione

  • Mescolare i due ingredienti e spalmare la crema sui gomiti ruvidi e scuri con movimenti circolari. Lasciare agire per 20 minuti e lavare con acqua tiepida.

7° consiglio: provate la curcuma con l’olio d’oliva

La curcuma inibisce la produzione di melanina, responsabile delle macchie scure e di altri casi di iperpigmentazione. A questo si aggiungono le proprietà di ringiovanimento dermico dell’olio d’oliva, grazie al suo elevato contenuto di vitamina E. Il prodotto costituisce una miscela efficace per eliminare le macchie scure sui gomiti.

Ingredienti

  • Un cucchiaio di curcuma in polvere
  • Mezzo cucchiaio di olio d’oliva

Preparazione

  • Mescolare i due ingredienti e applicarli sui gomiti.

8° consiglio: Una variante: curcuma e aloe vera

Un’altra opzione è quella di aggiungere una parte di gel di aloe vera al cucchiaio di curcuma. Per farlo, integrare i due ingredienti, aggiungendo acqua se necessario per ottenere una consistenza cremosa. Mescolare fino a quando non è ben integrato e applicare sui gomiti ruvidi e scuriti. Lasciare agire per mezz’ora e lavare con acqua, rimuovendo i resti con un batuffolo di cotone.

9° consiglio: questo, con il miele

Questo prodotto salutare ha proprietà antibatteriche, equilibra la produzione di sebo e schiarisce il tono della pelle. Idrata e rivitalizza la pelle matura e lenisce gli eritemi causati dall’esposizione al sole.
Per sbiancare i gomiti, mettete tre cucchiai di curcuma e un cucchiaio di miele in una ciotola, mescolate e poi aggiungete tre cucchiai di latte. Se lo desiderate, aggiungete un pizzico di bicarbonato. Con un batuffolo di cotone imbevuto della miscela, tamponare i gomiti e lasciare asciugare. Rimuovere l’eccesso con acqua tiepida.

Consiglio 10: Crema di bicarbonato di sodio e miele

Una maschera a base di bicarbonato di sodio e miele riduce le macchie scure sulla pelle, elimina le impurità, previene le rughe e altri segni dell’invecchiamento. Sono sufficienti due cucchiai di miele e un cucchiaio di bicarbonato di sodio, con il succo di mezzo limone.

Mettete prima il bicarbonato di sodio in un contenitore e aggiungete il succo. Quindi aggiungere il miele e mescolare fino a quando tutti gli elementi sono integrati. Con un batuffolo di cotone, applicare sui gomiti, lasciare agire per mezz’ora e lavare con acqua tiepida.

11° consiglio. Cetriolo, per la depigmentazione

Il cetriolo è un prodotto naturale con proprietà idratanti e depigmentanti. Non presenta reazioni avverse, per cui se ne consiglia l’uso in cosmetologia per idratare e depigmentare la pelle.

  • Tagliare un cetriolo a pezzetti, da portare nel frullatore.
  • Una volta frullato, filtratelo per ottenere solo il succo.
  • Applicatelo sui gomiti e lasciatelo asciugare.
  • Fatelo la sera prima di andare a letto.

12° consiglio. Il perossido di idrogeno rimuove le macchie dalla pelle

L’acqua ossigenata ha proprietà disinfettanti, sbiancanti e antisettiche. Aiuta anche a rimuovere le macchie della pelle. È molto facile da usare: imbevete un batuffolo di cotone di acqua ossigenata e strofinate i gomiti. Lasciare asciugare e agire per mezz’ora e rimuovere l’eccesso con acqua tiepida.

13° consiglio. La farina d’avena esfolia e sbianca la pelle dei gomiti

La farina d’avena ha la proprietà di agire sulle cellule morte che si accumulano sulla superficie della pelle, rendendola scura e a chiazze. Inoltre, possiede amido, che sbianca direttamente la pelle.

Macinare tre cucchiai di farina d’avena e aggiungere tre cucchiai di miele. Aggiungere al composto un po’ di latte freddo. Mescolare fino a ottenere un composto omogeneo e applicarlo per mezz’ora sulla pelle ruvida e scurita dei gomiti. Dopo mezz’ora, lavare con acqua tiepida.

Cosa bisogna tenere presente nelle ricette per schiarire i gomiti?

La miscela di bicarbonato di sodio e limone è molto abrasiva, quindi va usata con molta attenzione e sempre dopo aver consultato uno specialista. Se viene applicata su una pelle sensibile o con qualche disturbo (psoriasi, dermatite, ecc.) potrebbe peggiorare il problema.

La più importante di tutte le procedure per migliorare l’aspetto della pelle dei gomiti è imparare ad applicare regolarmente una crema idratante. In questo modo si eviteranno scurimenti, secchezza e molti altri fastidi. Ricordiamo ancora una volta che è possibile aggiungere alla crema una spruzzata di olio di mandorle o di cocco per ottenere risultati ancora migliori e una maggiore morbidezza.

Potrebbe interessarti ...
Gomito del tennista: rimedi naturali per calmare il dolore
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Gomito del tennista: rimedi naturali per calmare il dolore

Il gomito del tennista, o epicondilite laterale, è un'infiammazione a carico dei tendini del gomito. Non colpisce solo chi pratica sport


Tutte le fonti citate sono state esaminate a fondo dal nostro team per garantirne la qualità, l'affidabilità, l'attualità e la validità. La bibliografia di questo articolo è stata considerata affidabile e di precisione accademica o scientifica.


  • Erazo, P. J. (2020). Cosmiatría, la ciencia de la belleza: por qué el cirujano plástico debe conocer los procedimientos no quirúrgicos. Cirugía Plástica Ibero-Latinoamericana, 46(1), 3-6. https://scielo.isciii.es/scielo.php?pid=S0376-78922020000100002&script=sci_arttext&tlng=en
  • Esco, R., Valencia, J., Polo, S., & López Mata, M. (2005). Toxicidad de piel: prevencion y tratamiento. Oncología (Barcelona), 28(2), 20-23.
  • DERMOFARMACIA, F. P. E. (2006). Conceptos básicos de hidratación cutánea (III). Mecanismos de hidratación activa y pasiva. OFFARM, 25(9).
  • Rodrigues, L. M., & Pinto, P. C. (2004). Análisis de la influencia del grado de hidratación de la epidermis en el comportamiento biomecánico de la piel in vivo. Ars Pharmaceutica (Internet), 45(1), 59-71.

Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.