Ho ancora voglia di cercarti, ma non ho più motivi per trovarti

· 6 aprile 2016
Affinché il rapporto di coppia sia sano, è fondamentale saper rispettare gli spazi dell'altra persona. Va bene costruire una vita in comune, ma bisogna mantenere il proprio margine di intimità.

A volte, il sentimento rimane, restano anche i ricordi e l’amore condiviso con una persona. Tuttavia, i ricordi non bastano per costruire una relazione e vengono meno anche i motivi reali per portare avanti qualcosa che di fatto non esiste più.

I rapporti di coppia sono complessi e richiedono, prima di tutto, uno sforzo reciproco per cui entrambi vincono e nessuno perde. Vuol dire fare squadra, favorire la crescita personale di entrambi e della relazione stessa.

A questo punto, una cosa davvero difficile è proprio rompere il legame, dire addio definitivamente e lasciare la relazione nel passato in modo da poter andare avanti con sicurezza e integrità.

Molto spesso, capita che rimanga la voglia di stare con qualcuno, ma che non ci siano veri motivi per recuperare il rapporto. Oggi, con questo nostro articolo, vogliamo invitarvi a riflettere sulla fine dei rapporti di coppia.

I motivi che ci spingono a mantenere un rapporto di coppia

Fiori

Nessuno viene al mondo sapendo già ogni cosa. L’amore ci intrappola e a volte ci fa dimenticare di noi stessi facendoci vivere solo di emozioni, di una cieca passione, facendoci sentire vivi.

Ci sono molto motivi per cui vale la pena lottare per stare con qualcuno. Una cosa da tenere presente, però, è che non conviene mai mettere l’altra persona davanti a noi stessi o ai nostri desideri, alla nostra autostima, alla nostra integrità e al rispetto verso di noi.

Prendete nota di questi aspetti da tenere in considerazione per mantenere una buona relazione di coppia.

Rispettare gli spazi dell’altra persona

Ci sono due sfere che definiscono una relazione sana e autentica: la sfera personale e quella del rapporto stesso. C’è chi pensa che essere una coppia significhi essere una cosa sola sotto tutti i punti di vista, ma non dovrebbe essere così.

È necessario essere innanzitutto soggetti individuali e darsi la possibilità di crescere e di imparare insieme all’altra persona: camminare insieme, maturare insieme.

Vi consigliamo di leggere anche: 5 cose da non permettere in una relazione di coppia

  • Uno dei motivi per cui vale la pena lottare per una relazione è il fatto di avere accanto una persona che si preoccupa per noi e ci permette di essere sempre noi stessi: possiamo godere delle nostre amicizie, coltivare hobby e passioni, avere interessi particolari, un lavoro e anche preoccupazioni.
  • Le coppie dovrebbero essere in grado di costruire un vincolo sentimentale sulla base di un impegno e di priorità condivisi.

Essere una coppia significa essere in due a costruire una vita in comune, rispettando gli interessi, i gusti e gli spazi l’uno dell’altro.

Comunicazione empatica e costruttiva

Parlare non significa comunicare, non è solo ridere assieme, è soprattutto trovare un accordo, un punto di incontro. Godersi la compagnia e l’umorismo reciproci è importante, non c’è dubbio, ma è essenziale che nella coppia ci sia una comunicazione empatica e costruttiva.

  • È necessario dialogare giorno dopo giorno e che entrambi abbiano voce in capitolo. Bisogna anche prestare attenzione alle emozioni e ai gesti della comunicazione non verbale, perché sono anch’essi indispensabili in un rapporto di coppia.
  • C’è chi non sa comunicare, chi non sa fare altro che insultare o aggredire verbalmente l’altra persona, chi usa un tono di voce forte che fa male. Bisogna fare attenzione a tutti questi aspetti.

Coltivare il rapporto di coppia tutti i giorni, non a giorni alterni

In un rapporto di coppia sano, felice e duraturo non c’è posto per l’egoismo e per i “perché lo dico io!”. Non è accettabile nemmeno un “oggi ti amo, ma domani mi dimentico di te e do importanza ad altre cose, ad altre persone”.

  • Dobbiamo mantenere un equilibrio. Senza dubbio, al giorno d’oggi ci sono molte pressioni, preoccupazioni sul lavoro, ma non per questo il rapporto di coppia deve passare in secondo piano.
  • Se il partner ci rispetta, si prende cura di noi e ci consente di crescere come persone, allora avremo più di un motivo per lottare, per impegnarci a rendere felice chi ci rende felice.

Vi consigliamo di leggere anche: Un giorno un abbraccio guarirà tutte le ferite

Prato-dente-di-leone

Non ho più motivi per cercarti

Se non ci sono più motivi per mantenere un rapporto, un amore, non ha senso alimentare false speranze o pensare che prima o poi le cose cambieranno.

Bisogna tenere presente che le persone non cambiano. A volte non sono come ci aspettavamo ed è necessario intuirlo per tempo, in modo da reagire di conseguenza ed evitare sofferenze inutili.

  • A volte, più che i bei ricordi, rimangono le illusioni perdute, le speranze e i sogni infranti, ciò che volevamo da un rapporto e che non si è mai compiuto. Sono sogni spezzati che fanno male e, per quanto ci speriamo, non si avvereranno mai, almeno non in questo rapporto o con questa persona.
  • È necessario agire con coraggio, mettere da parte l’amore che ovviamente c’è e concentrarsi sul futuro. Bisogna andare avanti.

Perché la vita non si ferma, dobbiamo stabilire noi le priorità. Un amore malato, una relazione che non può continuare danneggia solo l’autostima.

Donna-che-scappa-nel-bosco

Vi consigliamo di leggere anche: Solo voi sapete ciò che avete superato e ciò che avete “lasciato andare”

Senza dubbio resterà la voglia, il desiderio che il rapporto continui, ma non ci saranno più veri motivi per portare avanti la battaglia, perché ormai è inutile. Accettiamolo, viviamo il dolore e concediamoci di essere di nuovo felici.

Guarda anche