Siete affaticati? Forse vi mancano alcuni nutrienti

Un'alimentazione sana ed equilibrata è fondamentale affinché il nostro corpo riceva tutti i nutrienti di cui ha bisogno per portare a termine tutte le sue funzioni in modo corretto.
Siete affaticati? Forse vi mancano alcuni nutrienti

Ultimo aggiornamento: 27 maggio, 2021

L’affaticamento è una sensazione ricorrente di stanchezza, senza causa apparente, che può essere aggravata dall’attività fisica o mentale e rende quasi impossibile alzarsi dal letto e iniziare la routine quotidiana. Se ogni giorno fate tanta fatica ad alzarvi dal letto o se dopo un fine settimana tranquillo a casa avete comunque bisogno di diversi minuti per svegliarvi, forse siete affaticati o soffrite di stanchezza cronica.

Oltre alle abitudini di vita che possono aumentare il livello di stanchezza, dovreste fare attenzione all’alimentazione. Se mancano determinati nutrienti, è più difficile avere l’energia necessaria per affrontare la giornata.

Che cos’è la stanchezza e perché siete affaticati?

 

Tutti ci sentiamo affaticati in certi momenti del mese o dell’anno. Vorremmo restare a letto tutto il giorno e non fare nulla. Tuttavia, dopo una “cura del sonno”, ritorniamo alla normalità e possiamo portare a termine normalmente le nostre attività e responsabilità.

Il problema sorge quando, dopo varie settimane, la stanchezza o la mancanza di vitalità continuano e, ancora peggio, aumentano. Sentirsi affaticati è un campanello d’allarme che non bisogna assolutamente trascurare.

Secondo una pubblicazione della Clinica Mayo, oltre allo stress e a un ritmo di vita frenetico, ci sono altre cause della stanchezza:

  • Consumo di alcol o droghe.
  • Attività fisica eccessiva o mancanza di essa.
  • Disturbo da jet lag.
  • Non dormire bene.
  • Assunzione di antistaminici o di farmaci per la tosse.
  • Seguire una dieta poco sana.
Donna stanca.
Nella maggior parte dei casi, la stanchezza deriva dalla mancanza di riposo o da carenze nutrizionali. Tuttavia, può essere anche un campanello d’allarme per numerose malattie.

La sindrome da stanchezza cronica è un disturbo in cui si verifica una stanchezza estrema che non può essere attribuita a un motivo specifico e non migliora con il riposo.

Un’altra pubblicazione della Clinica Mayo suggerisce che i segni e sintomi più comuni di questa condizione includono:

  • Affaticamento.
  • Perdita di memoria e di concentrazione.
  • Mal di gola.
  • Linfonodi sensibili.
  • Dolori articolari o muscolari.
  • Mal di testa.
  • Il sonno non aiuta.
  • Stanchezza estrema che dura più di 24 ore dopo aver realizzato esercizio fisico o mentale.

Vale la pena ricordare che se questi sintomi sono ricorrenti o diventano molto fastidiosi, è necessario consultare il medico, poiché possono essere un allarme per problemi di salute più gravi.

Un deficit di nutrienti può farci stancare?

 

Abbiamo parlato delle abitudini quotidiane che possono causare stanchezza fisica e mentale, ma, oltre a questo, vale la pena sottolineare che l’alimentazione gioca un ruolo decisivo per quanto riguarda le condizioni dell’organismo.

Uno studio del Journal of Human Nutrition and Dietetics suggerisce che non si tratta di quanto cibo assumiamo ogni giorno, ma della qualità degli alimenti che forniamo al nostro organismo. La carenza di nutrienti e le calorie “vuote” provocano molti problemi di salute, tra cui la sensazione di stanchezza, di essere senza forze o depressi. Ecco cosa succede quando all’organismo mancano determinati nutrienti.

Vitamina C, ideale se siete affaticati

 

Il sistema immunitario è il primo a beneficiare di questo nutriente che, volenti o nolenti, dobbiamo cercare negli alimenti perché il nostro corpo non riesce a produrlo da sé. Dobbiamo mangiare agrumi, pomodori o peperoni per metabolizzare le proteine e fare in modo che i nostri neurotrasmettitori funziono in modo adeguato.

Uno studio pubblicato su Nutrition Journal afferma che il consumo di vitamina C potrebbe essere direttamente correlato alla riduzione della fatica. Questo, a quanto pare, perché agisce come antiossidante.

Alimenti ricchi di vitamina C.
Un deficit di vitamina C potrebbe essere la causa diretta della stanchezza costante.

Gli alimenti che forniscono vitamina C, secondo una pubblicazione del National Institutes of Health, sono i seguenti:

  • Agrumi come arance, mandarini, pompelmi.
  • Peperoni rossi e verdi.
  • Kiwi.
  • Altra frutta e verdura, come fragole, melone, broccoli e pomodori.

Vitamina D

Sembra che un deficit di vitamina D non sia solo relazionato all’indebolimento dei muscoli e delle ossa, ma anche al sonno e alla stanchezza quotidiana.

A questo proposito, uno studio del North American Journal of Medical Sciences suggerisce che potrebbe esserci un legame tra pazienti che presentano affaticamento e carenza di vitamina D. Inoltre, suggerisce che una dose ottimale di questa vitamina è associata a un significativo miglioramento del sintomo.

Ferro

 

Non serve essere anemici per manifestare una carenza di questo minerale. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la carenza di ferro è il principale problema nutrizionale della popolazione mondiale. I sintomi più comuni di una carenza di ferro sono la debolezza, la stanchezza e un inadeguato sviluppo cognitivo.

Una pubblicazione del National Health Service suggerisce che questi sono i sintomi o segni più comuni di carenza di ferro:

  • Stanchezza e mancanza di energia.
  • Respiro corto.
  • Battito cardiaco accelerato.
  • Pallore.

Inoltre, sottolinea che per aumentare i livelli di questo minerale nel nostro corpo, dovremmo consumare regolarmente i seguenti alimenti:

  • Verdure a foglia verde.
  • Cereali e pane ricchi di ferro.
  • Carne.
  • Legumi (fagioli, piselli e lenticchie).
Cibi ricchi di ferro.
La mancanza di ferro può spiegare la prolungata sensazione di stanchezza di cui molti soffrono.

Assumere magnesio se siete affaticati

Questo nutriente è presente nei legumi, nella frutta secca e nei cereali integrali. Quando una persona non ha magnesio a sufficienza, manifesta nausea, debolezza, intorpidimento delle estremità e perdita dell’appetito. Inoltre, può presentare anomalie nel ritmo cardiaco e contrazioni muscolari.

Secondo Naoki Umeda, specialista in medicina integrata, in una pubblicazione della Cleveland Clinic, i sintomi più comuni della carenza di magnesio sono:

  • Fatica.
  • Spasmi muscolari.
  • Perdita di appetito
  • Malattie.

Uno studio pubblicato su WebMD rileva che il magnesio si trova nei seguenti alimenti:

  • Spinaci.
  • Fagioli di soia.
  • Tamarindo.
  • Patate con la buccia.
  • Quinoa.
  • Fagioli.
  • Tofu.
  • Mandorle.

Quando bisogna andare dal medico?

 

Sebbene l’elenco di cui sopra includa alcuni sintomi e cause di affaticamento, è importante prestare attenzione ai segnali di pericolo e alle possibili complicazioni, che, secondo la Clinica Mayo, possono essere:

  • Depressione.
  • Tendenza all’isolamento sociale.
  • Restrizioni sullo stile di vita.
  • Aumento delle assenze al lavoro.

In presenza di uno di questi sintomi, è necessario consultare il medico per trovare un trattamento appropriato.

Potrebbe interessarti ...
Affaticamento muscolare: 5 frullati per combatterlo
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Affaticamento muscolare: 5 frullati per combatterlo

In questa occasione condividiamo le ricette di 5 frullati salutari ideali in caso di affaticamento muscolare. Non aspettate e provateli subito!