Alimenti tossici e pericolosi per i neonati

· 4 febbraio 2018
Alcuni alimenti sono considerati tossici e pericolosi durante i primi mesi di vita di un bambino. Bisogna evitare di dare da mangiare 4 alimenti ai propri bambini per prevenire possibili malattie. 

Il delicato stomaco dei neonati non ammette qualsiasi alimento. Il processo di maturazione richiesto dall’apparato digerente non prepara i bambini a digerire certi alimenti durante i loro primi mesi di vita.

Nei primi mesi, tra l’altro, i benefici del latte materno tendono ad essere sufficienti per coprire i bisogni alimentari dei bambini.

Sin dalla nascita e poi crescendo, il bambino vuole provare ogni tipo di cibo presente nei nostri piatti; questo ci porterà ad aggiungere vari ingredienti, ma bisogna sapere che non tutti gli alimenti sono sani e nutrienti e alcuni vengono persino considerati tossici e pericolosi per i più piccoli.

Gli alimenti considerati tossici e pericolosi devono essere esclusi e sostituiti da quelli contenenti calcio, poiché permettono di sviluppare con più forza le ossa del bambino, di formare i sistemi dell’organismo e di migliorarne la strutturazione neurologica.

Se non conoscete ancora gli alimenti che possono risultare tossici e pericolosi per i neonati, non preoccupatevi. Vi presentiamo una lista dei 4 cibi, così che possiate escluderli dalla dieta dei vostri figli neonati e prevenire eventuali malattie.

4 alimenti tossici e pericolosi per i neonati

1. Succhi di frutta

lattine di bevande gassate

È vero che i succhi sono a base di frutta, ma questo non significa che siano sani. La fibra contenuta nella frutta fresca viene rimossa quasi del tutto tramite il processo di preparazione dei succhi e resta, invece, una grande quantità di zuccheri. I succhi di frutta possono causare diarrea ad alcuni bambini, in base alla loro condizione gastrica e ai fattori di nutrizione. È meglio limitarne al massimo il consumo.

Non lasciatevi ingannare dalle dichiarazioni di molti produttori secondo cui i loro succhi di frutta sono ricchi di vitamina C, di cui i piccoli hanno bisogno. La American Academy of Pediatrics consiglia di far assumere solo latte materno o in polvere ai bambini al di sotto dei 6 mesi.

Vi consigliamo di leggere: Che impatto hanno le bibite gassate sulla salute? 

2. Insaccati

Piatto con salsiccia

I cibi duri, appiccicosi, scivolosi, a pezzettoni e rotondi sono considerati pericolosi per i neonati, perché possono affogarsi facilmente con essi (per esempio, un pezzo di carota cruda). Ai bambini non bisogna mai dare: wurstel, salsiccia, salame, carne o formaggio a pezzi grossi, chicchi d’uva interi, pop corn, verdure dure o crude, noci e semi 

Quando inizierete a offrire al vostro bambino alimenti che possa prendere con le dita, assicuratevi di averli tagliati a pezzi molto piccoli. È importante sapere che i neonati devono seguire una dieta molto ferrea e preferibilmente legata ai nutrienti che ricevono tramite l’allattamento.

3. Niente zucchero ai neonati

Bambino che mangia

Dare dolci ad un neonato può causargli carie e aumentare in eccesso i livelli di zucchero nel sangue. È una terribile irresponsabilità da parte nostra somministrare tale sostanza ai più piccoli. Ricordate che il loro palato è in costante trasformazione, dunque sperimentano diversi sapori e aromi che percepiscono con una leggera predisposizione al dolce (come il sapore del latte materno, che è un po’ dolce).

Le controindicazioni e le conseguenze dello zucchero presente in dolci, caramelle, bevande, pasticcini, frullati, etc, causano serie patologie e disturbi del sonno.

Lo zucchero in giusta misura non deve essere considerato dannoso, ma ricordate che i bisogni nutritivi di un neonato vengono soddisfati da due alimenti di cui dispone già la madre. Questi sono:

  • Latte materno.
  • Acqua.

Alterare questi valori nutritivi riduce la qualità degli alimenti e predispone il bambino a dosi maggiori di zucchero, condizione che durante la crescita si traduce in disturbi cognitivi, rifiuto di frutta, verdura e ortaggi, nonché conti salati dal pediatra e dal dentista (carie, tartaro, gengivite, etc).

4. Dolci: non si salva nemmeno la gelatina

Gelatina alimentare

Molte gelatine sono quasi totalmente prive di zucchero, coloranti e sapori artificiali. Quella preparata in casa (a base di succo di frutta) elimina gli additivi, ma è pur sempre a base di succo di frutta e zucchero che, come detto nei precedenti paragrafi, devono essere evitati.

La gelatina è facile da inghiottire per il bambino, ma lo è anche questo dolce sano che funge da ottimo sostituto ed è ampiamente consigliato per “viziare” i piccoli e nutrirli in modo sano:

  • Cuocete al forno una mela, poi riducetela ad una purea e spolverizzatela con un po’ di cannella.
  • È naturalmente dolce e contiene fibre, vitamine e una consistenza deliziosa e cremosa.

Immagine principale per gentile concessione di © wikiHow.com

Guarda anche