Fattori che peggiorano gli effetti della menopausa

21 ottobre 2016
Se non volete che la menopausa influenzi troppo la vostra vita, la cosa migliora è chiedere consiglio ad uno specialista che saprà indicarvi le soluzioni migliori per vivere questa fase nel miglior modo possibile.

Bisogna accettare il fatto che la menopausa è una fase della vita che suscita timore nelle donne. Gli uomini possono anche non comprenderlo, infatti conducono una vita sessuale soddisfacente e attiva fino alla fine della loro vita.

Le donne, invece, possono trovarsi in difficoltà, perché, a partire dai 50 anni di età, la loro vita sessuale può subire dei cambiamenti.

Con tutta l’informazione sui cambiamenti ormonali e le tematiche riguardanti questa fase della vita, sarebbe strano non spaventarsi. Tuttavia, non dobbiamo dimenticare una cosa: dopo la menopausa possiamo continuare a condurre una vita più o meno normale. A volte siamo noi stesse a peggiorarne gli effetti.

Non fatevi influenzare dalle voci e dalla disinformazione che potrebbero farvi vivere male questa fase della vita. Oggi, vi daremo qualche consiglio per non peggiorare le cose.

Alcuni fattori che possono peggiorare gli effetti della menopausa sono:

1. Auto-trattamento

Chi può farvene una colpa? Iniziate ad avere le vampate di calore e la prima cosa che fate è seguire i consigli degli altri. La Società Nordamericana della Menopausa ha condotto uno studio su questo tema: quasi il 53% delle donne coinvolte nella ricerca ha dichiarato di aver provato qualsiasi rimedio.

vampate-di-calore-2

Dalle vitamine agli integratori naturali, passando per l’agopuntura o i massaggi, sono tutte soluzioni che queste donne hanno provato contro le vampate, l’ansia, il dolore, la stanchezza e altri sgradevoli sintomi della menopausa. Nella maggior parte dei casi si trattava di trattamenti naturali o alternativi.

Tuttavia, c’è un problema, infatti in questi casi non sappiamo esattamente cosa stiamo assumendo. Il motivo è che questi integratori non sono sempre “in regola” come ci si aspetterebbe.

Se anche voi ricorrete a trattamenti naturali al 100%, allora non correte alcun rischio, ma alcuni di integratori potrebbero causare delle complicazioni.

Questo non vuol dire che i rimedi non riescano a controllare le vampate di calore. Il problema è che contengono sostanze chimiche che molte di voi ignorano.

Se pensate di provare qualche rimedio alternativo, è importante che vi assicuriate che gli ingredienti siano naturali al 100%. In questo senso, vale la pena acquistare piante ed erbe medicinali al mercato, fresche o essiccate, oppure coltivarle in casa.

Vi consigliamo di leggere anche: 8 rimedi naturali contro le vampate della menopausa

2. Non state seguendo i consigli basilari

Quanto tempo avete dormito stanotte? Quanta acqua bevete al giorno? Qual è il vostro livello di stress al momento?

Niente di nuovo, sono i soliti consigli generali: mangiare verdura, riposare a sufficienza, ritagliarsi un po’ di tempo per rilassarsi, ecc. Seguire questi consigli può ridurre significativamente la gravità dei sintomi della menopausa.

attivita-fisica-durante-la-menopausa

Se vi state avvicinando alla fase della menopausa, dovete cominciare a prepararvi. Cercate di raggiungere un peso ideale e di fare attenzione agli eventuali sintomi. Quando compariranno, consultate il vostro medico e chiedete consiglio.

Alcune donne si vergognano o temono che il loro medico si limiti a prescrivere loro degli ormoni. Di certo ci sono altre opzioni. Lo specialista può anche consigliare di aumentare il consumo di determinati alimenti o di dormire di più.

Prestate attenzione alle indicazioni del vostro medico. Non è mai tardi per avere una vita più attiva e seguire un’alimentazione migliore. Se ora state trascurando l’attività fisica, cominciate facendo una passeggiata al parco 30 o 40 minuti al giorno. Altrimenti potreste seguire un corso di ballo.

Per quanto riguarda la dieta, non c’è niente di meglio che aumentare il consumo di frutta e verdura. Optate per i prodotti più semplici:

  • Yogurt naturale
  • Verdura di stagione (se avete un orto o un giardino, potete coltivarla voi)
  • Frutta di stagione
  • Cereali integrali (avena, amaranto, ecc.).

3. Sottovalutate le alternative valide

Anche voi diffidate dei trattamenti per ridurre le vampate della menopausa? In questo caso dovete sapere che la terapia ormonale è la risorsa migliore per alleviare questo sintomo tipico della menopausa.

Vale la pena consultare uno specialista. Vi esaminerà accuratamente per poi spiegarvi come vivere tranquillamente questa fase della vostra vita.

Tuttavia, le alternative non si riducono a questo. Potete sempre cercare altre opzioni se considerate il trattamento del vostro medico troppo aggressivo.

Infine, esistono anche alternative come la meditazione o lo yoga di grande aiuto per stabilizzare il corpo.

4. State rinunciando al sesso

coppia

Dov’è scritto che il sesso sparisce dopo la menopausa? Ora che i figli sono grandi e vivono fuori casa, è il momento di ritrovare l’intimità con il partner. Non c’è niente che lo vieti o lo limiti. Siete solo voi e il partner.

È importante ricordare che avere rapporti sessuali durante la menopausa è possibile ed è gratificante come lo era prima. Forse anche di più!

Ora non dovrete preoccuparvi di situazioni quali la gravidanza e la comunicazione con il partner diviene più profonda. Prendetevi una vacanza e provate cose nuove. Lasciatevi andare. Vedrete che la menopausa non implica la fine della vita sessuale.

Leggete anche: Il sesso cura la maggior parte dei nostri “mali”

La menopausa non è la fine

Davvero, l’arrivo della menopausa non significa la fine della propria vita sessuale. Magari siete voi stesse a peggiorare gli effetti di questa fase solo perché state prendendo decisioni sbagliate.

Mettete da parte i preconcetti e consultate uno specialista per avere un’idea più chiara di cosa fare e come comportarvi.

Guarda anche