Memoria prodigiosa grazie a semplici consigli

17 gennaio 2018

La tecnologia ci aiuta in  modo sorprendente, ma ha anche reso il nostro cervello più “pigro”. Infatti, se non riusciamo a ricordare qualcosa, la cerchiamo subito su internet. Se a questo aggiungiamo la miriade di informazioni provenienti da tutti i media e le agende piene di impegni, è facile capire perché dimentichiamo le cose. In quest’articolo vi spiegheremo come poter ottenere una memoria prodigiosa grazie all’aiuto di alcuni esercizi e di un nuovo stile di vita.

AAA: memoria prodigiosa cercasi

Il cervello dimentica molte cose nello stesso modo in cui può recuperarle; ciò significa che avrete una maggiore capacità mentale quando inizierete a praticare nuove tecniche per avere una memoria prodigiosa.

In realtà siamo tutti in grado di ricordare, il problema risiede nel fatto che la mente si è abituata a compiere uno sforzo minore. Non prestare attenzione, leggere in modo superficiale, pensare ad altro, non riflettere, sono tutti nemici della nostra mente.

C’è anche da dire che quando cerchiamo di ricordare qualcosa e non ci riusciamo, il cervello si stressa e, proprio per questo, ci costa moltissimo essere veloci nei ragionamenti, nel parlare o nel rammentare una data nascosta nel profondo della mente.

Bisogna anche riconoscere che non permettiamo al cervello di pensare, ragionare e ricordare con le sue proprie forze. Non lasciamo che riposi a dovere e non gli diamo il tempo di captare le informazioni importanti.

Volete saperne di più? Allora leggete anche Mantenere sano il cervello con 7 vitamine

Come avere una buona memoria

I cartelli luminosi, gli annunci televisivi, i social network e internet sono tutti nemici del nostro cervello. Se volete avere una memoria prodigiosa, dovrete mettere in pratica i seguenti consigli.

1. Ricostruire i fatti

Ragazzo al computer

Vi sarà capitato più di una volta di non ricordare dove avete messo le chiavi e di passare ore e ore mettendo a soqquadro la casa per ritrovarle. Un buon modo per non dimenticare dove le avevate lasciate è, ovviamente, scegliere un posto in cui posarle sempre, ma potreste anche utilizzare la tecnica della ricostruzione dei fatti.

Ciò significa che dovreste prendervi qualche minuto per ricordare cosa avete fatto da quando siete arrivati a casa (cosa avevate in mano, dove avete riposto altri oggetti come la busta della spesa, il cellulare, l’ombrello o che stavate facendo l’ultima volta che avete visto le chiavi). Individuerete subito il posto in cui si trovano.

2. Ricorrere a regole mnemoniche

Probabilmente quando andavate a scuola gli insegnati vi hanno insegnato come ricordare formule, fatti o date tramite le così dette regole mnemotecniche. Quest’ultime ci permettono di associare le informazioni a frasi brevi o a catene di parole. In questo modo si comprimono molti dati e vi si può accedere in modo più semplice.

In effetti queste tecniche servono a conservare questi dati senza ripeterli e, la cosa sorprendente è che non si dimenticheranno facilmente anche dopo tanti anni. Per esempio, se dovessimo ricordare per un qualsiasi motivo le parole Affascinante, Meraviglioso, Onesto, Regalo, Eterno, lo potremmo fare con l’acronimo A.M.O.R.E.

Ovviamente si possono utilizzare le regole mnemotecniche con parole o frasi personali: le iniziali di vostro figlio, gli anniversari, un personaggio che vi piaceva durante l’infanzia, etc.

3. Leggere a voce alta

Ragazza con il dizionario

Molte volte, quando spieghiamo qualcosa a un’altra persona, i concetti si fissano meglio nella mente. Oltre a esprimere a parole qualcosa che avete studiato per favorire la comprensione, il fatto che il cervello ascolti dei dati lo aiuta a ricordarli.

Per questo motivo, è anche importante leggere a voce alta quando studiamo o quando vogliamo che qualcosa ci resti impressa. Ma non è tutto! Sarebbe bene anche leggere libri o testi come una volta. Gli schermi, infatti, inibiscono la comprensione e la luce che emettono causa mal di testa.

Leggete anche: L’effetto della voce materna sul cervello dei piccoli

4. Riposare e rilassarsi

Questa tecnica si basa sul fatto che la mente cerca di memorizzare i concetti quando non sta prestando attenzione a un’altra cosa. Se dopo aver passato una mattinata a studiare decidete di andare al cinema, di guardare il telegiornale o Facebook, è probabile che non vi ricordiate dei dati che avevate appreso.

È importane dormire alcune ore dopo “essere stati bombardati dalle informazioni” altrimenti potreste fare una passeggiata, praticare sport, fare una doccia calda o ascoltare musica classica. In questo modo la mente si allontanerà dalle distrazioni.

5. Cambiare stile di vita

Persone che fanno sport

Il cervello ha bisogno di nuove abitudini e nuove avventure perché la monotonia lo rende più pigro. Se volete ricordare bene qualcosa e avere una memoria prodigiosa, dovrete cambiare alcune delle vostre abitudini quotidiane o almeno fare l’esatto contrario. Le novità aumentano l’efficacia mentale in quanto il cervello deve prestare attenzione a qualcosa che non conosceva o a cui non era abituato.

Non bisogna dimenticare che la nostra mente è molto curiosa e che le piacciono le sfide. Sta a noi darle gli ingredienti di cui ha bisogno per lavorare in maniera più efficiente.

Guarda anche