Qual è l’effetto della musica sul nostro stato d’animo?

31 gennaio 2017
Grazie agli effetti della musica sul nostro organismo, possiamo combattere certe malattie mentali e migliorare anche alcuni problemi fisici. Non importa per quale stile optiamo, perché tutti hanno effetti positivi.   

Ci rilassa, ci fa dimenticare il dolore, ci fa ballare e cantare a squarciagola… La musica racconta la nostra storia e ci permette di dimenticare il passato. 

Il suo effetto è tale che ne abbiamo bisogno per vivere più di quanto immaginiamo. Può cambiare il nostro stato d’animo in un secondo e colorare una giornata grigia.

La musica e lo stato d’animo

coppia-ascolta-musica

Gli effetti positivi della musica sono ormai noti da anni. Già all’epoca dei grandi filosofi si cantavano lodi musicali per alleviare la tensione.

Nelle guerre venivano impiegate alcune canzoni o inni per accrescere la fiducia e il coraggio nei soldati.

Gli eventi sportivi propongono la musica come incentivo e lo stesso accade nelle scuole: grazie alle canzoni, si imparano i numeri, l’alfabeto, etc.

Anche in molti negozi viene messa la musica per incitare i clienti a comprare, e lo stesso accade nei ristoranti, affinché le persone mangino di più.

La musica negli studi dentistici serve a ridurre la paura dei pazienti e, negli ascensori, a non annoiarsi.

Per tutte queste e molte altre ragioni, diciamo che la musica fa bene non solo al nostro stato d’animo, ma aumenta la fiducia e ci priva delle paure.

È vero che ognuno ha i propri specifici gusti musicali, ma esistono alcuni stili “universali” che sortiscono effetti interessanti. Il canto delle nostre mamme quando siamo ancora nel loro grembo, le melodie che ascoltiamo quando siamo bambini o quelle che relazioniamo ad un’esperienza piacevole sono belle per tutti, senza eccezioni.

Quando ascoltiamo certi brani musicali, possiamo ridurre l’ansia, lo stress e le preoccupazioni grazie ai loro effetti tranquillizzanti e rilassanti.

E non stiamo parlando solo di musica classica o da meditazione, ma anche di ballate, musica reggae, etc.

La capacità di certi suoni di ridurre le emozioni negative è straordinaria. Anche se alcuni ritmi sono più propensi ad offrirci serenità, qualsiasi stile può essere terapeutico.

ragazza-balla

Poiché la musica influisce sul nostro stato d’animo, può essere ascoltata in qualsiasi situazione ed in ogni momento. Forse noi per tirarci su di morale abbiamo bisogno di ascoltare canzoni movimentate, mentre altri potrebbero sentire il bisogno di ritmi più lenti.

La musica, l’attenzione e il sonno

Quando andavamo a scuola, i docenti ci facevano cantare delle melodie per ricordare alcune cose: i colori, gli animali, i paesi, etc.

Relazionare un’informazione ad una canzone ci permette di ricordare i dati più facilmente. Inoltre, è un metodo divertente per imparare.

D’altro canto, ci sono suoni che possono aiutare i pazienti che soffrono di determinate malattie come, ad esempio, il cancro e la sclerosi multipla, oltre ad accelerare il recupero dopo un intervento, un incidente, etc.

Quando le persone sono tristi o depresse, è difficile che riescano a superare i propri problemi. Per questo motivo, la musica è nostra grande alleata.

musica-e-cuffie

Ascoltare certe canzoni prima di andare a dormire può garantirci un sonno più rilassante e un riposo completo.

Se fate fatica a dormire, non dubitate ed elaborate una lista di canzoni rilassanti da ascoltare quando vi mettete a letto. Tenete gli occhi chiusi e respirate profondamente. Vedrete che, in poco tempo, cadrete tra le braccia di Morfeo.

Quando è ora di svegliarsi, molte persone optano per musica tranquilla e rilassante, poiché li aspetta una giornata complicata, mentre altre necessitano di ritmi accelerati per svegliarsi subito e attivarsi immediatamente.

Quando siamo troppo irritati, arrabbiati o di malumore, un po’ di musica è la migliore medicina, poiché riduce gli ormoni che causano stress e aumenta quelli che generano felicità.    

Bisogna solo saper scegliere le canzoni che ci provocano di più tali effetti.

auricolari

Anche se siete fanatici del rock o della musica elettronica, dovreste ascoltare altri stili, come la musica classica, il jazz o il blues, per rilassare i nervi ed equilibrare i battiti del cuore.

Gli effetti della musica sul cervello

I suoni ai quali ci troviamo esposti tutti i giorni influiscono sulla nostra mente. Quando si tratta di un tipo di musica che ci piace o che ci fa sentire bene, il nostro corpo libera dopamina.

Segreghiamo, inoltre, questo ormone quando compiamo un’attività piacevole.

Ascoltando canzoni che piacciono, il cervello attiva diverse aree. Ad esempio, si accendono le zone delle risposte emotive, la corteccia visiva e quella motoria.

A seconda del ritmo della canzone, la corteccia frontale e parietale sinistra, così come l’emisfero destro, sono più attivi.

ragazzo-ascolta-musica-sul-divano

Il tempo e la ripetizione nell’ascoltare la musica possono servire a:

  • Imparare una lingua ed aumentare la creatività.
  • Trattare malattie neurologiche come, ad esempio, l’Alzheimer, il Parkinson e l’autismo.
  • Curare certi problemi emotivi: l’ansia, la tristezza, la bassa autostima etc.
Guarda anche