Oggetti insospettabili in cui si annidano i germi

18 settembre 2017
Le superfici umide sono ideali per lo sviluppo e la proliferazione dei batteri: questo è il motivo per cui è bene cambiare spesso alcuni utensili, come lo spazzolino da denti o le spugne.

Sempre più marche di saponi e detergenti per la casa assicurano di essere in grado di eliminare ogni traccia di batteri e germi dalle superfici.

I germi, questi piccoli invasori, si trovano dappertutto: alcuni sono innocui, altri possono farci ammalare. Il problema è che gli agenti patogeni possono nascondersi in oggetti di uso quotidiano insospettabili. Vediamone qualcuno:

La spugna per lavare i piatti

La spugna è spesso piena di detersivo e questo ci porta a pensare che sia pulita e disinfettata. Sbagliato: un oggetto costantemente umido come la spugna è il substrato ideale per la proliferazione dei germi.

Il punto è che la spugna non solo si carica di sapone, ma anche di resti di cibo e microparticelle che provengono dalle stoviglie, dal fornello o dal lavandino.

Alcune ricerche sostengono che gli agenti patogeni possono vivere fino a due settimane all’interno di una spugna.

  • Per questo motivo è essenziale sciacquarla e strizzarla bene, allo scopo di evitare il ristagno di acqua che permette la riproduzione dei batteri e dei germi.
  • È ugualmente importante sostituire periodicamente le spugne o i panni abrasivi.

Volete saperne di più? Leggete: Le spugne sono grandi fonti di batteri. Come disinfettarle?

Il tagliere

Il problema del tagliere, invece, è che lo usiamo per tagliare di tutto: carne, frutta e ogni tipo di cibo. In questo senso, è la superficie ideale per la proliferazione di batteri ad alta pericolosità.

Batteri con la salmonella, il campylobacter e l’escherichia coli sono solo alcuni degli ospiti più pericolosi che si possono trovare su questo utensile.

A contatto con la spugna, il sapone e perfino con l’acqua, si crea l’habitat perfetto per questi microrganismi. In questo caso, vi consigliamo di disinfettarne sempre la superficie del tagliere e di completare la pulizia con un po’ di aceto.

Le maniglie e le manopole

Apriamo le finestre, chiudiamo la porta senza pensare al pericolo a cui siamo esposti. Le maniglie sono oggetti di uso frequente, ma sono spesso dimenticate durante le pulizie.

Con le mani trasportiamo inconsapevolmente ogni tipo di germe, da quelli inoffensivi ai patogeni. Estendere la pulizia alle maniglie può risparmiarci qualche problema di salute.

Lo spazzolino da denti

Sul manico dello spazzolino da denti vivono funghi, batteri e virus. Senza contare che la testina è quasi costantemente bagnata e dove c’è acqua, è possibile lo sviluppo degli agenti patogeni.

L’acqua, tuttavia, è l’ultimo dei problemi. Il cavo orale e le mani sono i principali conduttori di milioni di microrganismi che possono trasferirsi sullo spazzolino.

A questo aggiungiamo il fatto che il bagno è un luogo in cui abbondano i microbi intestinali, provenienti dal water e dallo sciacquone.

Mantenere gli oggetti per l’igiene personale asciutti e disinfettare il bagno ci aiuterà a tenere sotto controllo batteri e infezioni.

I giocattoli dei bambini

Si insegna ai bambini a rimettere a posto i giocattoli dopo averli usati, ma pochi di noi ricordano quanto sia importante disinfettare questi oggetti di tanto in tanto. I bambini, oltretutto, usano ed entrano in contatto con i giocattoli senza molti controlli o restrizioni.

Vengono continuamente trasportati in punti della casa ad alta concentrazione batterica: cuscini, pavimento, vasca da bagno, tappeti, etc.

I supereroi di plastica, i blocchetti di legno e altri accessori possono essere pericolosi, soprattutto se teniamo conto che le difese immunitarie e la flora batterica dei bambini sono più vulnerabili di quelle degli adulti.

I giocattoli di legno, in modo particolare, sono i più soggetti ad accumulare batteri e funghi.  

Leggete anche: Come far risplendere le superfici in legno

L’umidità e i germi

In conclusione, i punti della casa e gli oggetti umidi devono essere considerati come potenziali terreno di coltura per molti tipi di microbi, alcuni dei quali patogeni.

Il miglior rimedio è l’uso regolare di prodotti disinfettanti durante le operazioni di pulizia e la sostituzione periodica degli oggetti di uso corrente.

Guarda anche