Come ripristinare la flora intestinale in modo naturale

22 ottobre 2016
Dato che determinate abitudini deteriorano la flora intestinale, la quale è fondamentale per la nostra salute, conviene includere nella dieta alimenti che aiutino a ripristinarla.

La flora intestinale svolge un ruolo importante per l’intestino e per la salute del corpo in generale, infatti è legata al metabolismo, all’assorbimento di vitamine e minerali, al sistema immunitario e al livello di energia dell’organismo.

Tuttavia, una cattiva alimentazione o l’uso di antibiotici, ad esempio, danneggiano la flora intestinale in modo piuttosto serio.

In questo articolo vi spiegheremo come fare a ripristinare la vostra flora intestinale ed avere un intestino sano in modo del tutto naturale.

Cos’è la flora intestinale?

flora-intestinale

La flora intestinale è un insieme di microrganismi che si formano nel corpo umano dopo la nascita, entrando in contatto con l’ambiente esterno. La flora prolifera in modo progressiva nell’apparato digerente.

È costituita da circa 100 mila miliardi di batteri di centinaia di specie diverse.

La flora batterica crea un grado di acidità specifico nell’intestino che impedisce ad altri microrganismi di annidarvisi.

Leggete anche: La correlazione tra i dolori articolari e i batteri dell’intestino

Cosa altera la flora intestinale?

Ci sono molti fattori che possono alterare o danneggiare la flora intestinale:

  • Alimentazione acidificante e raffinata, ricca di zuccheri, farine bianche, fritti e grassi saturi.
  • Periodi di stress. Lo stress influenza sempre in modo negativo la salute. Alterando la flora intestinale, provoca anche un abbassamento delle difese immunitarie, rendendo l’organismo vulnerabile allo sviluppo di malattie.
  • Determinati farmaci, come ad esempio gli antibiotici.
  • Disturbi intestinali frequenti.

A seguire, vi parleremo di alcuni alimenti utili a ripristinare la flora intestinale.

Fate colazione con il kefir

kefir

Se volete migliorare la flora batterica dell’intestino, uno dei migliori alimenti in questo senso è il kefir, una preparazione a base di latte fermentato che potete preparare voi stessi in casa.

Avete solo bisogno di kefir, un fermento, e di latte.

  • Il kefir ha l’aspetto dei chicchi di riso bolliti, si alimenta del lattosio del latte. Questo processo genera una fermentazione e il kefir aumenta di dimensioni.
  • Potete acquistare un preparato di kefir oppure procurarvi il fermento per prepararlo a casa ed averlo pronto ogni giorno.

Il momento migliore per assumere il kefir è la mattina a digiuno, anche se si presta anche come merenda.

Esiste anche il kefir di acqua per le persone che non possono assumere latticini.

Mangiate crauti

I crauti sono sostanzialmente cavolo fermentato con il sale, mangiati insieme a piatti di pesce o carne e facilitarne, quindi, la digestione.

Essendo un alimento fermentato, i crauti sono un’ottima fonte di probiotici, i quali consentono di ripristinare la flora intestinale.

I crauti si preparano lasciando fermentare il cavolo crudo nel sale in un recipiente di vetro. Spesso si aggiungono anche alcune spezie, come ad esempio il ginepro.

Bisogna distinguere i crauti così preparati da quelli che si trovano oggi in commercio, i quali non sono fermentati, ma solo conservati in alcol, aceto, sale, zucchero e additivi.

Ovviamente questi prodotti commerciali non sono in grado di migliorare la flora intestinale.

Condite con acqua di mare

acqua-di-mare-per-condire

L’acqua di mare è un alimento sempre più popolare grazie alle sue sorprendenti proprietà medicinali.

A differenza del sale raffinato, che contiene solo cloruro di sodio, l’acqua di mare possiede 118 minerali nella quantità di cui il corpo ha bisogno.

Questi nutrienti vengono assorbiti dall’intestino, regolano il pH del tratto digerente e di tutto l’organismo, oltre ad equilibrare il movimento intestinale.

Se soffrite di stitichezza, potete bere acqua di mare a digiuno, mescolata con due parti e mezza di acqua naturale. Altrimenti, potete usarla per condire le vostre pietanze in sostituzione al sale.

Se volete preservarne intatte le proprietà, utilizzatela sempre a crudo. È ottima per qualsiasi zuppa o crema di verdure, vellutate, salse, insalate, ecc.

Vi consigliamo di leggere anche: Acqua di riso: come utilizzarla per la salute e la bellezza

Integratori

Se volete ripristinare la flora intestinale in pochi giorni, magari dopo una malattia o dopo aver assunto dei farmaci, vi consigliamo di acquistare degli integratori specifici per la flora batterica.

Affinché siano efficaci, è importante assumerli lontano dai pasti, almeno un’ora prima o dopo. Il momento migliore potrebbe essere prima di andare a dormire oppure a digiuno, un’ora prima di fare colazione.

Esistono molti tipi di integratori. Assicuratevi che contengano il massimo numero possibile di ceppi.

Guarda anche