Pulizia della cucina con prodotti naturali

24 Aprile 2019
Alcuni prodotti naturali che sicuramente abbiamo in casa possono esserci d'aiuto per pulire la cucina senza l'impiego di sostanze chimiche.

Siamo sinceri: la pulizia della cucina è un compito che non piace a nessuno, dato che di solito richiede molto tempo e molti più sforzi rispetto ad altre parti della casa.

I resti di cibo, la concentrazione di grasso e batteri e i grumi che si formano sulla superficie degli utensili ci obbligano a ricorrere all’uso di una grande quantità di prodotti, che spesso sono molto cari e pieni di componenti chimici aggressivi.

Tuttavia, per non dover passare ore ed ore nel tentativo di ottenere una pulizia impeccabile, vale la pena scoprire qualche trucco per pulire in modo naturale e senza dover perdere troppo tempo né denaro. A seguire, vi vogliamo mostrare una raccolta dei dieci trucchi più pratici e interessanti, perché possiate prendere nota e provare!

1. Pulizia del tagliere

tagliere e sale

C’è chi afferma che un tagliere di legno può contenere più batteri di un bagno pubblico. Che sia vero o no, su un tagliere si accumulano sporco e microorganismi che proliferano a causa dell’ambiente umido.

Per pulire il tagliere e, soprattutto, disinfettarlo, sfregatene la superficie con sale grosso e qualche goccia di succo di limone. Poi sciacquatelo e lasciatelo asciugare accuratamente.

2. Lavare il frullatore

Dopo aver usato il frullatore, immergetelo in acqua calda con qualche goccia di detergente per piatti. Lasciate agire durante qualche minuto e poi risciacquate abbondantemente per eliminare i resti di cibo.

3. Pulizia della cucina: il forno

donna in cucina

La pulizia del forno può risultare un’incombenza noiosa, soprattutto a causa dello strato di grasso e sporco che si accumulano sullo sportello e sulle pareti all’interno.

Per evitare l’uso di prodotti costosi e aggressivi, provate a strofinarlo con del bicarbonato di sodio e applicate poi dell’aceto. Lasciate agire qualche istante e poi passate un panno pulito per  eliminare i residui ed avere di nuovo un forno in perfetto stato!

Leggete anche: Pulire il forno con i prodotti naturali

4. Rimuovere le tracce di unto dalle pentole

Per eliminare lo strato di grasso bruciato sul fondo delle vostre pentole, sarebbe meglio non usare detergenti o spugnette abrasive. Un trucco molto efficace per pulire le vostre pentole senza grandi sforzi consiste nello strofinare il fondo con una dose abbondante di sale grosso.

Il sale, infatti, rimuove l’unto senza graffiare la superficie antiaderente: in questo modo, le vostre pentole saranno pulite, disinfettate e pronte al prossimo uso.

5. Pulizia della cucina: la grattugia

pulire la grattugia

Dopo aver usato la grattugia, è normale che alcuni resti di cibo rimangano attaccati all’utensile e che risulti difficile eliminarli con acqua e sapone. Non eliminare questi resti è altamente sconsigliato, dal momento che si creerebbero le condizioni perfette per la proliferazione di virus e batteri.

Come fare, allora? Munitevi di un pennello o di uno spazzolino da denti: in questo modo, potrete raggiungere le zone più difficili, dova la spugna non può arrivare.

6. Lavare la pattumiera

Fate molta attenzione! La pattumiera della cucina va lavata con molta frequenza per evitare che si trasformi in un focolaio di mosche e altri microorganismi potenzialmente patogeni.

Per disinfettare la pattumiera ed eliminare sgradevoli odori, utilizzate dei cubetti di ghiaccio che avrete preparato in precedenza con una miscela di acqua e aceto bianco, in parti uguali. Una volta sciolti i cubetti, noterete che i cattivi odori se ne saranno andati e non dovrete far altro che sciacquare il tutto con un po’ d’acqua.

7. Evitare cattivi odori nel macinino

riso in cucina

Se notate che il macinino del caffè emana un cattivo odore dopo averlo lavato, provate a riempirlo con un pugno di riso crudo, che lascerete nel macinino fino al prossimo uso.

8. Lavare il piatto del microonde

Sul piatto del microonde si depositano batteri, unto e resti di cibo che ne rendono difficoltosa la pulizia. Per rendere questa operazione più semplice, riempite il piatto con una miscela di acqua e aceto e fatela scaldare alcuni secondi.

9. Lucidare le posate

Se cominciate a notare che le vostre posate perdono brillantezza ogni volta che le lavate, provate a strofinarle con del bicarbonato di sodio al quale avrete aggiunto qualche goccia di succo di limone. Dopo averle risciacquate e pulite con un panno asciutto e pulito, noterete che recuperano quasi immediatamente la loro lucentezza.

Leggete anche: Lavare i piatti, quali sono gli errori più comuni?

10. Pulizia della cucina: il microonde

pulizia microonde

Può darsi che a prima vista il microonde sembri pulito e pronto per essere usato, ma siete sicuri di essere riusciti a eliminare i cattivi odori? Se l’odore persiste, introducete nel microonde un recipiente con una miscela di acqua e succo di limone, in parti uguali.

Dopo aver scaldato per tre minuti e aver lasciato riposare per altri dieci, otterrete un aroma che risulterà molto gradevole. Siete pronti, allora, per rendere meno difficile la pulizia della vostra cucina? Con l’aiuto di questi trucchi, semplici e naturali, potrete mantenere una cucina sempre pulita senza sforzi.