Il kefir: un rimedio naturale per rafforzare le difese immunitarie

Il consumo di kefir migliora la salute. I suoi principi attivi e i suoi composti polisaccaridi agiscono in caso d’infezioni come agenti antimicrobici, antinfiammatori e cicatrizzanti.

Negli ultimi anni, il kefir è diventato molto popolare, soprattutto tra coloro che vogliono migliorare la propria salute in modo naturale tramite l’alimentazione.

Il kefir è un prodotto probiotico ottimo per migliorare l’equilibrio intestinale e la digestione. Una caratteristica molto interessante del kefir sta nel fatto che può essere consumato anche da chi è intollerante al lattosio.

Come mai? Il lattosio tende a “infiammarci”, non viene digerito bene ed è causa di malessere, poiché si tratta di un tipo di zucchero di origine animale.

Durante il processo di fermentazione del kefir, il lattosio si trasforma in acido lattico, il che aiuta a digerirlo meglio. Tuttavia, siete voi stessi a dover decidere se fa bene al vostro organismo oppure no.

Oggi vi presentiamo un articolo per saperne di più su questo incredibile probiotico, basandoci su alcuni studi condotti da vari dietologi e pubblicati sulla rivista “Authority Nutrition”. Continuate a leggere!

Cos’è il kefir?

Benefici del kefir per la salute

Il kefir è latte di mucca o capra fermentato. Possiede un sapore acido e intenso molto caratteristico che si deve alla scomparsa dello zucchero come risultato del processo di fermentazione.

Durante questo trattamento, i livelli di lattosio scendono, facilitando la digestione di questo prodotto. Questo processo, realizzato in tutta sicurezza, è la causa della comparsa di alcuni lieviti e batteri che rafforzano il sistema immunitario e migliorano la salute della flora batterica.

Di sicuro vi starete chiedendo se il kefir è uno yogurt. Non esattamente:

  • Il kefir ha un sapore leggermente amaro, mentre lo yogurt non è così intenso in seguito al suo contenuto più elevato di lattosio.
  • È possibile acquistare il kefir liquido o in grani, mentre lo yogurt ha sempre una consistenza cremosa.
  • Durante il processo di fermentazione, il kefir trattiene solo i nutrienti più elementari del latte, riducendo in modo notevole la presenza di lattosio.
  • In questo modo, grazie ai suoi microorganismi, migliora la flora intestinale più di quanto faccia lo yogurt ed elimina i batteri patogeni che vivono nell’intestino e che spesso sono la causa di gastroenterite.

Il kefir: uno dei migliori probiotici per la salute

Calcio nelle ossa

Quando parliamo di probiotici, la prima cosa a cui pensiamo è, ovviamente, il classico yogurt bianco naturale.

Tuttavia, uno dei migliori probiotici al mondo è proprio il kefir. Il Centro di Ricerca Cooperativa per la Bioscienza, in Spagna, ha diffuso i seguenti dati sul kefir.

Proprietà antibatteriche e antimicotiche del kefir

Il kefir è molto efficace per combattere numerosi batteri, come la salmonella, la H. Pylori, la shigella, la E. coli e persino funghi come la Candida albicans.

Ciò si deve ai principi attivi del kefir, come i composti polisaccaridi che, in caso d’infezione, agiscono come potenti agenti antimicrobici, antinfiammatori e cicatrizzanti.

Il potere immunitario del kefir

Il kefir agisce come un difensore immunitario della mucosa intestinale. Per questo motivo, bisognerebbe aggiungere il kefir liquido o in grani alla propria dieta, poiché contiene più di 30 ceppi di batteri e lieviti sani che migliorano la salute in generale, ma soprattutto quella digestiva.

Potete consumare il kefir tutti i giorni accompagnato da un frutto. Per risultati migliori, potete anche preparare delle bevande utili a rafforzare il sistema immunitario.

Secondo i nutrizionisti, questo derivato del latte fermentato contiene un tipo di probiotico unico nel suo genere e conosciuto come Lactobacillus kefiri, uno dei migliori rimedi contro i batteri dannosi.

Il kefir migliora la salute delle ossa e riduce il rischio di soffrire di osteoporosi

Come saprete, l’osteoporosi è una malattia cronica che provoca dolore e aumenta il rischio di fratture ossee ed è particolarmente diffusa tra le donne.

Un modo efficace di rafforzare il tessuto osseo è, senza dubbio, aumentare la dose di calcio. Tuttavia, sono in molti a non tollerare il lattosio contenuto nel latte vaccino.

Un’alternativa utile è il kefir che, oltre a essere ricco di calcio, ha un alto contenuto di vitamina K2, un tipo di nutriente fondamentale per favorire il metabolismo del calcio.

Basta aggiungerlo alla propria dieta regolarmente e osservarne gli effetti. Se vedete che lo digerite senza problemi e il suo consumo non vi dà fastidio, potete assumerlo tutti i giorni a colazione.

Come usare il kefir

yogurt arancia papaya

Dove si può acquistare il kefir?

  • Al supermercato, al banco dei latticini o nella sezione degli alimenti dietetici.
  • Nei negozi biologici.
  • Potete trovarlo liquido o in grani.

Come consumarlo?

  • Se lo acquistate in grani, potete consumarne 100 gr al giorno. L’ideale è mischiarlo con del miele.
  • La cosa migliora è assumere il kefir a colazione, abbinato a un frutto (come la papaya), ai cereali o all’avena.
  • Se acquistate il kefir liquido, potete berne 100 ml dopo pranzo. Vi aiuterà a digerire e, se bevuto regolarmente, migliorerà la flora batterica e il sistema immunitario.

Concludiamo ricordandovi che, anche se il kefir contiene una piccola quantità di lattosio, è comunque un latticino, quindi dovete vedere voi che effetto ha sul vostro organismo.

Di solito, è ottimo per la salute e anche molto gustoso.