La correlazione tra i dolori articolari e i batteri dell’intestino

È possibile che i batteri dell’intestino abbiano a che fare con il dolore articolare? Secondo vari studi, c’è la possibilità che questi microorganismi colpiscano il sistema immunitario e provochino problemi in altre zone del corpo

L’artrite reumatoide è una malattia che si scatena quando la cartilagine si rovina, il che provoca infiammazione e rigidità di una o più articolazioni.

Anche se gli studi sono riusciti a identificare alcuni fattori di rischio che possono scatenare questo tipo di malattie, gli esperti ancora non sanno al 100% qual è la causa diretta.

Alla ricerca di una causa prevalente dei problemi alle articolazioni, un gruppo di ricercatori si è concentrato su un potenziale colpevole che finora non era stato preso in considerazione: i batteri che vivono nell’intestino.

Studi recenti hanno scoperto che i batteri dell’intestino possono essere la causa di diversi dolori alle articolazioni, tra cui il dolore scatenato dall’artrite reumatoide.

Essi, inoltre, possono anche avere a che fare con malattie che alterano il funzionamento del sistema immunitario, scatenando altri problemi cronici.

Batteri nell’intestino: una causa del dolore articolare

In uno studio condotto nel 2013, il Dottor José Scher, un reumatologo dell’Università di New York (Stati Uniti), ha scoperto che coloro che soffrono di artrite reumatoide sono più propensi ad avere un batterio nell’intestino conosciuto come Prevotella copri, rispetto a coloro che non sono affetti dalla malattia.

In altri studi pubblicati a ottobre dello stesso anno, Scher ha scoperto che i pazienti colpiti da artrite psoriasica contengono importanti livelli di batteri intestinali.

Batteri dell'intestino

Questi studi fanno parte degli sforzi portati a termine da molti ricercatori in tutto il mondo per capire e spiegare l’importante ruolo che il microbioma (l’insieme di microbi che vive nel tratto gastrointestinale) svolge rispetto alla salute in generale.

Si stima che nell’intestino vivono fino a un migliaio di specie di batteri diverse che possono pesare tra gli 1 e i 3 kili. Negli ultimi anni, i ricercatori hanno cercato di dimostrare che questi organismi sono altamente correlati con la salute umana, poiché alcuni sono fattori scatenanti di malattie, mentre altri proteggono il corpo.

Vi consigliamo di leggere: 12 rimedi naturali per alleviare il dolore alle articolazioni

I batteri dell’intestino compromettono il sistema immunitario

L’immunologa Veeda Taneja, della Mayo Clinic di Rochester, in Minnesota, sostiene che “è sempre più chiaro che questi microorganismi possono compromettere il sistema immunitario, persino per quanto riguarda malattie che non colpiscono l’intestino, e che il dolore articolare è collegato ai batteri dell’intestino”.

I batteri dell'intestino colpiscono il sistema immunitario

I ricercatori sono rimasti sorpresi dai risultati degli studi, poiché l’effetto dei batteri intestinali sul sistema immunitario è ben maggiore di ciò che molti si aspettavano.

Negli ultimi decenni, i casi di malattie autoimmuni sono aumentati e molti esperti del microbioma sostengono che, almeno in parte, il problema è dovuto ai cambiamenti sperimentati dall’ecosistema microbico come conseguenza dello stile di vita moderno.

Leggete anche: Volete migliorare la vostra salute? Cominciate dall’intestino

Il batterio Prevotella copri potrebbe essere il responsabile dei dolori articolari

I microorganismi influiscono sulla salute dell’intestino, zona dell’organismo dove si trovano due terzi delle cellule immunitarie del corpo. Durante il processo di digestione, il tratto gastrointestinale deve lottare contro un flusso costante di microbi sconosciuti che possono provenire dagli alimenti e che devono essere monitorati per identificare quelli nocivi da distruggere.

Dolore articolazioni

Per poter portare a termine questa funzione, l’intestino ha sviluppato un esteso sistema immunitario, i cui effetti si estendono ad altri organi fuori dall’intestino stesso. Le cellule immunitarie che vivono nell’intestino sono in grado di attivare le cellule infiammatorie di tutto il corpo, tra cui quelle delle articolazioni.

Secondo l’esperto Josè Scher, il batterio Prevotella copri può scatenare una reazione immunitaria che si colpisce poi i tessuti, provocando dolore alle articolazioni. Un’altra teoria sostiene che possa rimuovere i microorganismi buoni dall’intestino, il che indebolisce il sistema immunitario.

L’ultima teoria è una delle più condivise poiché lo studio ha scoperto che nelle persone con alti livelli di Prevotella copri, i livelli di Bacteroides fragilis (uno dei batteri “buoni” che aiutano il sistema immunitario) si riducono.

I risultati di questi studi hanno aperto la strada a ulteriori ricerche che vogliono stabilire una nuova strategia per utilizzare i batteri come medicinali contro le malattie immunologiche.

Molti esperti, infatti, consigliano già il consumo di probiotici (batteri buoni) per ripristinare la flora intestinale e combattere problemi di salute come l’acne, l’insonnia e altri disturbi che colpiscono la salute dell’intestino.