Bambini pigri: il modo migliore per rapportarsi con loro

· 31 agosto 2018
Dire "mio figlio è pigro" può essere rischioso perché a furia di sentirlo, il bambino può assorbire il concetto e iniziare a comportarsi proprio nel modo in cui viene etichettato.

Una delle principali preoccupazioni di alcuni genitori è capire cosa fare nel caso in cui i loro figli si dimostrassero bambini pigri. Ma la domanda è: “esistono davvero bambini pigri o sono piuttosto i genitori a essere troppo deboli caratterialmente?”. Alcuni genitori non sono capaci di stimolare nei loro figli quella dose di volontà che permetta loro di svolgere i propri doveri o di seguire le proprie passioni.

L’aggettivo “pigro” fa riferimento a quella persona che preferisce rimandare l’adempimento dei propri doveri a favore di attività piacevoli o divertenti, e questo perché un dovere implica sforzo e sacrificio. Quando i genitori non sono capaci di pretendere dai figli che svolgano i propri doveri prima di ottenere il permesso di fare quello che più amano, stanno crescendo dei bambini pigri.

È importante capire che genitori siete siete prima di affermare di avere figli pigri. Siete permissivi? Lasciate che i vostri figli facciano quello che vogliono o, al contrario, siete molto severi ed esigete disciplina?

Cosa consigliamo ai genitori di bambini pigri?

Bambino e madre giocano con tablet

Individuare la causa

Se avete notato che i vostri figli sono pigri e questo vi preoccupa, dovete sfruttare il vostro acume per scoprire la causa. Essere pigro non significa essere tonto, visto che tale comportamento non dipende dall’intelligenza.

Bisogna identificare le cause per cui i bambini sono pigri: sono mediche? Sociali o, piuttosto, da ricercare nel contesto familiare? Questo vi servirà da punto di partenza per trovare una soluzione.

Leggete anche: Sapevate che l’intelligenza si eredita dalla madre?

Nel caso in cui tale pigrizia sia riconducibile a una mancanza di motivazione, consigliamo di dire al bambino parole di supporto ogni qual volta completa un’attività, a prescindere dal risultato. In questo modo, lo stimolo servirà da incentivo per continuare a realizzare con entusiasmo i propri compiti.

Modificare la propria condotta da genitore

Quando si riscontra un atteggiamento pigro nella condotta di uno o tutti i figli, di solito questo si deve al fatto che i genitori lo hanno permesso. Questa condotta è il riflesso di un’educazione iperprotettiva. Per questo motivo, è fondamentale modificare il modo in cui stiamo crescendo i nostri figli, in modo che questo atteggiamento non metta radici nella loro personalità e non li rendano definitivamente pigri.

I genitori dovrebbero cercare degli alleati per il bene dei propri figli al fine di prevenire o di risolvere questo problema. Questi può essere cercato tra gli altri familiari che hanno dimostrato una certa dimestichezza con casi del genere, che hanno esperienza e che si sono dimostrati bravi educatori; un altro tipo di aiuto può essere trovato nei corsi per genitori o nel supporto di un esperto.

La dimostrazione tramite un esempio

I genitori sono il modello da seguire per i figli e per questo sono proprio loro a dover dare l’esempio migliore, a dimostrare l’importanza della responsabilità e la della disciplina.

In questo modo, i figli mostreranno un maggior interesse nel volere trovare la propria vocazione e inizieranno a impegnarsi per raggiungere i propri obiettivo. Con due genitori esemplari, non ci sarà spazio per la pigrizia nella vita del bambino.

Premiare i successi

Bambini pigri davanti alla tv

Premiate i vostri figli se se lo sono meritato. Nel caso in cui il regalo che avete in mente è un bene materiale, assicuratevi di regalare qualcosa di utile e necessario e di concedere loro qualche capriccio di tanto in tanto. Tutto questo per evitare che diventiate una fonte di denaro facile.

Così facendo aiuterete i vostri figli a prendere coscienza del fatto che per ottenere un premio, devono prima guadagnarselo. Con questa strategia, non permetterete ai bambini di sprecare i sacrifici economici fatti per investire nella sua educazione.

Leggete anche: Perché non dobbiamo obbligare i bambini a mangiare?

Stabilire regole sempre valide e “scadenze di consegna”

I genitori devono essere fermi nelle loro decisioni e stabilire dei termini per i compiti assegnati, nonché delle regole. Così facendo, eviterete che le istruzioni risultino dispersive per i vostri figli; questo vale anche considerando il fatto che i bambini pigri provano in tutti i modi ad appellarsi a scuse e stratagemmi per non adempiere ai propri doveri.

D’altra parte, un bambino pigro cercherà sempre di discolparsi e di creare confusione tra i genitori, al fine di ottenere che siano proprio loro a svolgere i compiti; per questo motivo, è importante che anche i genitori rispettino i termini di consegna concordati e non cedano per nulla al mondo.

Bisogna ricordare, infine, che i primi responsabili dell’educazione dei figli sono le due figure genitoriali. Non esistono bambini pigri, ma genitori deboli, incapaci di dare loro la giusta disciplina e regole chiare da rispettare finché si vive sotto lo stesso tetto. È fondamentale investire del tempo nella disciplina dei figli, in modo che riescano a raggiungere qualunque obiettivo si porranno nella vita.

Guarda anche