Bioneuroemozione e mal di testa

25 novembre 2015
Anche se può essere difficile da credere, le nostre emozioni hanno ripercussioni sul nostro stato fisico e possono manifestarsi come mal di testa o mal di schiena, dunque è importante risolvere i nostri problemi per evitare questi fastidiosi dolori

È possibile che già abbiate sentito parlare del concetto di “bioneuroemozione”. Si riferisce al fatto che determinati fattori incoscienti della nostra vita possono determinare la comparsa di diversi dolori o problemi.

Nessuno può negare, ad esempio, che lo stress o l’ansia si riflettono sul nostro benessere fisico o che persone affette da gravi forme di depressione si ammalino perché il loro sistema immunitario si debilita e le rende più soggette a soffrire di determinati disturbi.

Ovviamente non stiamo assolutamente parlando di malattie gravi, in quel caso nemmeno la medicina tradizionale molto spesso è in grado di capire da cosa esse siano provocate.

La bioneuroemozione è un’interessante tendenza umanistica che sta acquisendo molta forza ogni giorno di più. 

Si tratta di un modo di acquisire conoscenze e scoprire nuove tendenze per risolvere le patologie più comuni come, ad esempio, il mal di testa.

Bioneuroemozione: come influisce sulla nostra vita?

bioneuroemozione-2

Prima di tutto, dobbiamo dire che la bioneuroemozione non cerca di curare, trattare o sostituirsi alle tecniche della medicina tradizionale. Ciò che questa corrente cerca di fare si può riassumere nei seguenti aspetti:

  • Riconoscere una problematica del nostro corpo fortemente connessa al nostro stato emotivo. Per esempio: i nostri problemi di coppia ci fanno sentire insicuri, ci sentiamo stanchi, senza voglia di fare niente, soffriamo di emicranee e dolori muscolari.

Leggete anche: Reprimere le emozioni fa male al fegato

  • Si cerca di promuovere un nuovo cambiamento nelle nostre emozioni, nei nostri pensieri e nelle motivazioni non solo per conoscerci meglio, ma anche per propiziare nuovi approcci interni che ci permettano di cambiare atteggiamento nei confronti della vita di tutti i giorni per superare i problemi.
  • La bioneuroemozione vuole innanzitutto offrire una conoscenza più ampia ad ogni persona su com’è fatta e su come i propri pensieri e le proprie emozioni producano cambiamenti a livello cellulare, cerebrale, ecc.

Altro esempio: se stiamo stati educati ad essere freddi, in una famiglia in cui non ci riconoscevamo, in cui venivamo sempre rimproverati e non ci veniva offerto affetto, questi fattori si rifletteranno nel modo in cui è maturato il nostro cervello. 

Lo stress, l’indifesa e la paura, determinano molti dei dolori che possiamo provare da grandi.

La relazione tra la bioneuroemozione e il mal di testa

mal-di-schiena

Tutti quanti sappiamo molto bene che il mal di testa può essere provocato da vari fattori, soprattutto di origine organica:

  • Soffrire di anemia.
  • Accumulare stanchezza.
  • Non aver dormito bene.
  • Non mangiare in modo adeguato.
  • Avere un fegato malato che non depura correttamente il nostro organismo.
  • Qualche malattia “silenziosa”.
  • Allergie alimentari.
  • Fattori ambientali, come cambiamenti di pressione o temperatura.
  • Dolore prodotto da un sovraccarico muscolare, dalle cervicali, ecc.

Volete saperne di più? Leggete: Possiamo disintossicarci dalle nostre emozioni?

Tutti questi fattori determinano molte volte quel mal di testa che cerchiamo di alleviare con un analgesico o con altri tipi di farmaci. Ebbene: che succede quando questi disturbi persistono e vanno e vengono senza che ne comprendiamo bene il motivo?

Certamente avrete notato che, a volte, dopo essere usciti dal lavoro ed essere tornati a casa, dopo un po’ di tempo compare il mal di testa o più probabilmente, dopo aver discusso con qualcuno, notate che un dolore pulsante si concentra sulle vostre tempie.

Un dato che dobbiamo tenere in considerazione è che il mal di testa relazionato alle nostre emozioni non compare nello stesso momento in cui sorge il problema, ovvero nel momento stesso in cui avviene la discussione, ci spaventiamo o subiamo una delusione.

Compare qualche ora dopo o anche qualche giorno dopo. Molti medici indicano persino che i mal di testa sono più frequenti durante il fine settimana.

A cosa si deve ciò?

  • Quando affrontiamo un determinato problema, la cosa migliore da fare sarebbe risolvere o gestire le emozioni il prima possibile. Tuttavia, ciò che di solito facciamo  è “sconnettere”, non affrontare la situazione e rimandare il problema aspettando che, con il passare del tempo, le cose cambino da sole.
  • Quando abbiamo problemi di coppia, di solito soffriamo di uno stress cumulativo, perché si mescolano molte emozioni.

Scoprite gli effetti di emozioni e pensieri tristi sul nostro corpo

  • Vogliamo che le cose migliorino, speriamo di ritornare felici come prima, ma, poco a poco, tutte queste ansie si accumulano nella nostra mente e, di conseguenza, nel nostro corpo.
  • Queste emozioni negative accumulate si traducono dopo poco tempo in dolore, tensione interna e stress che quasi sempre genera mal di testa.
  • Le emozioni possono generare cambiamenti metabolici, ed essi derivano da alterazioni nelle nostre cellule, nei neurotrasmettitori, nei nostri tessuti e, di conseguenza, anche nella nostra circolazione sanguigna e nei nostri organi.

Non avete mai notato, ad esempio, che quando avete qualche problema digerite con maggiore difficoltà?

Se volete sapere come sta oggi il vostro corpo, pensate a come siete stati ieri. Se eravate molto ansiosi, se avete subito stress, paure o se vi siete sentiti insicuri, il vostro organismo ne risentirà e il mal di testa potrebbe essere il primo indizio.

Per concludere, ricordate che mantenere una corretta alimentazione e uno stile di vita sano è fondamentale per godere di ottima salute.

Ebbene prendetevi sempre cura delle vostre emozioni e ricordate cosa ci dice la bioneuroemozione: ogni problema non risolto, ogni tipo di ansia, produce cambiamenti biochimici che determineranno problemi di salute.

Prendetevi cura della vostra coscienza, delle vostre emozioni, del vostro benessere interno affinché possiate disporre di una salute più forte. Ne varrà la pena!

Guarda anche