Come superare una rottura emotiva

30 maggio 2018
Se ci siamo focalizzati troppo sull'altra persona, è probabile che ci costi di più superare una rottura emotiva. Dobbiamo fare in modo che, invece di completarci, gli altri ci arricchiscano, per non restare incompleti in caso di un'eventuale rottura

Tutti avremo attraversato una qualche rottura emotiva. Tuttavia, vivere questa fase presuppone un momento molto duro e difficile. Per questo motivo oggi andiamo a scoprire come superare una rottura emotiva nel miglior modo possibile.

Ciò che dobbiamo tenere in conto è che, lo si voglia o no, passeremo per la famigerata fase del lutto. Quella che talvolta cerchiamo di sorvolare, ignorare o in cui ritardiamo a entrare.

Tuttavia, entrare in essa sarà una condizione indispensabile per superare una rottura emotiva.

Accettare l’accaduto

Dita con volti stilizzati e cuore spezzato

Accettare l’accaduto è la cosa più difficile quando si tratta di superare una rottura emotiva. All’inizio non vogliamo accettare l’accaduto, ci arrabbiamo, proviamo ira, poi tristezza. Tuttavia, la realtà è quella che è.

Talvolta, se la rottura emotiva è frutto della fine di una relazione di coppia, può darsi che si nutrano delle speranze. Se negoziamo una possibile ripresa della relazione e questa accade, allora staremo facendo dei passi indietro.

È normale che si provino una serie di sentimenti ed emozioni spiacevoli.

Tuttavia, questo non significa che si debba fuggire da essi, ignorarli oppure reprimerli. Occorre osservarli e accettarli. Solo così potremo andare avanti.

Tirate fuori ciò che avete dentro

Non dovreste reprimere le vostre emozioni o nasconderle, poiché questo potrebbe risultare controproducente. La cosa ideale è che le esprimiate, nonostante ciascuna persona lo faccia in modo diverso. Alcune decidono di parlare con gli amici, altre di sfogarsi con pianti sconsolati e altre ancora di isolarsi per un breve periodo di tempo.

  • Se state cercando di superare una rottura emotiva, cercate la formula che funziona per farvi tirare fuori ciò che avete dentro. Se siete dei tipi che tendono a isolarsi, non uscite con gli amici per cercare di “dimenticare” l’accaduto. Questo non farà altro che accentuare le emozioni quando sarete di nuovo da soli.

Nella cultura in cui viviamo, ci insegnano a mostrare le emozioni piacevoli e a nascondere quelle spiacevoli, forse perché danno fastidio agli altri.

Tuttavia, è il momento di smettere di fare questo ed esprimere ciò che sentiamo quando lo sentiamo. Senza giudicarci, né privarci della libertà che abbiamo.

Leggete anche: Come motivarvi quando siete giù di morale

Focalizzatevi su ciò che vi motiva

Persona motivata al tramonto

Una volta realizzati i passi precedenti, smettiamo di focalizzarci così tanto su questa rottura emotiva. È il momento di concentrarci su tutto ciò che ci circonda e che ci fa vibrare. Può essere un progetto personale, il lavoro, i figli…

Molte persone credono che la loro vita ruoti attorno al rapporto di coppia. Dunque, quando questo viene meno e si verifica una rottura, non sanno più da che parte andare.

È importante che ci si guardi attorno e che si presti attenzione a ciò che ci motiva.

Scoprite come: La felicità nasce dentro di noi, non accanto a qualcuno

Se non riusciamo a farlo, rivolgerci a un professionista ci permetterà di trovare e tornare a scoprire ciò che dà senso alla nostra esistenza. Perché il rapporto di coppia è solo una parte della nostra vita, e non il centro della stessa.

La vita continua

È normale che quando si attraversa una rottura emotiva, si creda che tutto ciò che ci circonda sia distrutto. Tuttavia, se osserviamo delle situazioni simili avvenute in passato, non ci rendiamo conto che la vita continua?

Non importa quanto sia dura questa batosta, né quanto ci costerà uscirne. Alla fine, tutto passa e tutto si risolve.

Con il tempo, impariamo da questa esperienza, ci rafforziamo grazie a essa e continuiamo la nostra vita. Perché niente finisce a causa di una rottura emotiva. Inoltre, in alcuni casi, presuppone nuovi inizi pieni di opportunità.

Venire a patti con le nostre emozioni non è mai semplice. E neanche lo è quando riguarda qualcosa a cui abbiamo dato un’importanza smisurata.

Come sappiamo superare un licenziamento, la morte di una persona cara o un fallimento, allo stesso modo dobbiamo saperci imporre anche su una rottura emotiva.

  • Se abbiamo fatto in modo che le nostre relazioni di coppia siano al centro della nostra vita, impariamo da ciascuna rottura emotiva a comprendere che, in realtà, le cose non stanno così.
  • Il centro di tutto siamo noi e intorno a noi vi sono diversi fulcri di interesse che danno un senso alla nostra vita (lavoro, famiglia, hobby…).

Sopravvalutare uno di essi o far ruotare tutto attorno a solo uno di questi, ci provocherà un terribile dolore e un recupero faticoso quando questo viene a mancare.

Siete mai passati da una rottura emotiva? Avete mai fatto della vostra relazione il centro di tutto?

Guarda anche