Consigli per disinfettare frutta e verdura

17 gennaio 2015

Il consumo di frutta e verdura è indispensabile per conservare il benessere dell’organismo, infatti questi prodotti vantano un grande apporto nutrizionale che favorisce il buon funzionamento di tutti gli organi del corpo e, allo stesso tempo, aiutano il sistema immunitario e migliorano le difese, allontanando il rischio di sviluppare malattie.

Il modo migliore di mangiare la frutta è al naturale oppure berne i succhi, ma di quelli che non contengono alcun tipo di conservante. D’altra parte, alcune verdure vanno consumate crude, altre bollite, ma in poca acqua in modo da mantenere intatte tutte le loro proprietà.

Nonostante i numerosi benefici, questi alimenti, essendo coltivati all’aperto, sono soggetti alle intemperie e all’inquinamento dell’ambiente. Durante la coltivazione, inoltre, vengono impiegati veleni, pesticidi e sostanze chimiche per allontanare malattie e infestazioni; al supermercato, infine, le persone che si servono al banco frutta trasferiscono su frutta e verdura sporcizia e batteri presenti sulle mani.

Metodi per lavare e disinfettare la frutta e la verdura

  • L’aceto è un prodotto dalle grandi proprietà disinfettanti e antiossidanti, quindi favorisce una più lunga conservazione di frutta e verdura, eliminando le impurità e i batteri. In un recipiente d’acqua versate una tazza di aceto ed immergetevi la frutta e la verdura per 20 minuti.
  • Anche il limone, se combinato con l’aceto, offre grandi benefici per quanto riguarda la conservazione di frutta e verdura. Riempite un flacone dotato di nebulizzatore con acqua, aceto e limone in parti uguali. Spruzzate il liquido sulla frutta e la verdura fino a coprirle completamente, lasciate agire per  10 minuti e poi risciacquate.
  • Il bicarbonato puro è indicato per disinfettare frutta e verdura, ma in piccole quantità. Inoltre, bisogna assicurarsi di lavare bene gli alimenti per eliminare i residui di bicarbonato.
  • Per disinfettare frutta e verdura potete anche aggiungere ad un recipiente pieno d’acqua 5 gocce di olio tea tree, immergervi gli alimenti e lasciare agire per qualche minuto. Infine, eliminate l’acqua e risciacquate per bene gli alimenti.

Raccomandazioni da tenere in considerazione

Verdura2

  • Per eliminare la presenza di batteri, è fondamentale lavare bene tutti gli alimenti prima di consumarli. Assicuratevi che i recipienti e gli utensili che usate per preparare da mangiare siano puliti e privi di batteri. Inoltre, lavate bene le mani prima di cucinare.
  • Evitate di lavare la frutta con sostanze chimiche e con acqua calda, altrimenti perderà le sue proprietà.
  • Non bisogna eliminare la buccia da qualsiasi frutta o verdura, infatti in molti casi è proprio nella buccia che si concentrano le sostanze nutritive che fanno bene alla salute del corpo. Quando eliminate la buccia, ricordate di lavare nuovamente la frutta o la verdura affinché i batteri esterni non contaminino la polpa.
  • Quando lavate la lattuga o il cavolo, eliminate le foglie esterne perché è lì che si concentra la maggior parte dei batteri. Lavate poi foglia per foglia per eliminare la presenza fecale di insetti o residui di pesticidi.
  • È indispensabile assicurarsi di mangiare frutta, verdura o altri alimenti privi di batteri responsabili di infezioni e malattie. Se si consumano alimenti che non sono stati lavati accuratamente, allora è facile sviluppare disturbi e alterazioni a livello intestinale e digestivo, quindi diarrea e intolleranza agli alimenti. Per questo, una buona pulizia è molto importante quando si disinfettano e si preparano gli alimenti che poi verranno mangiati.

La frutta e la verdura al naturale hanno un notevole apporto nutrizionale tra proteine, minerali, vitamine e altri componenti che sono indispensabili per il buon funzionamento del corpo umano. Tuttavia, il contatto con agenti chimici comporta la presenza di batteri che possono compromettere le proprietà di questi alimenti. Vi raccomandiamo, quindi, di seguire i nostri consigli e suggerimenti per eliminare la presenza di batteri e di sostanze dannose per la salute.

Guarda anche