Dolore articolare: a volte dipende dall’alimentazione

5 novembre 2015
Per capire se questi alimenti vi stanno causando dolore articolare, provate ad eliminarli temporaneamente dalla vostra dieta e controllate se i sintomi si attenuano.

Quante volte abbiamo attribuito l’origine di un dolore articolare ad una cattiva postura o ad uno sforzo improvviso? E se la causa fosse quello che mangiamo? Sì, perché alcuni alimenti tendono a provocare infiammazione e ci fanno ammalare.

Siete curiosi di sapere quali sono?

Artrite, gotta e fibromialgia per colpa del cibo

Non è una novità che i prodotti che mettiamo nel carrello sono pieni di sostanze dai nomi impronunciabili e dagli effetti abbastanza dubbi sul nostro corpo.

Ogni giorno introduciamo additivi e conservanti chimici pericolosi per la salute. Studi recenti indicano che potrebbero anche essere l’origine di dolore e infiammazione alle articolazioni, soprattutto per le persone che già soffrono di alcune patologie, come, ad esempio la fibromialgia, la gotta, l’artrite, l’artrosi e l’ernia del disco.

Evitare questi alimenti potrebbe ridurre notevolmente i sintomi principali (rigidità, gonfiore e dolore) e forse aiutare a svolgere alcuni compiti che erano diventati molto difficili, dall’aprire una bottiglia a salire le scale.

È quasi una sfida eliminare questi alimenti, perché sono molto comuni sulla nostra tavola. Ciò nonostante, vale la pena provare! Il sollievo che potrebbero sentire le vostre articolazioni sarà una sensazione meravigliosa che ripagherà ogni sacrificio.

Se doveste scoprire che sono la causa del vostro problema, non abbiate nessun dubbio ad eliminarli per sempre.

Leggete anche: 5 antinfiammatori naturali per i dolori articolari

fibromialgia-500x334

Gruppi di alimenti che possono provocare dolore articolare

Prestate molta attenzione ai seguenti gruppi di alimenti, uno di questi (o più di uno) potrebbe essere all’origine del vostro problema.

Ortaggi appartenenti alla famiglia delle solanacee

Tutta questa famiglia potrebbe essere il peggior nemico di chi soffre di dolori articolari. Sono compresi:

  • Patate
  • Pomodori
  • Melanzane
  • Peperoni
  • Peperoncino
  • Patate dolci
  • Paprika

Questi alimenti squisiti contengono un alcaloide chiamato solanina, responsabile dell’accumulo di depositi di calcio nei tessuti. Provate ad evitare questi alimenti per un mese e fate attenzione all’effetto che ne deriva.

Alimenti che contengono purine

La purina forma acido urico che tende ad accumularsi nel corpo, soprattutto nelle articolazioni e nei tessuti. Questi depositi provocano molto dolore e possono causare la gotta. Se soffrite di infiammazione e gonfiore, provate a stare lontani da:

  • Fegato
  • Rognoni
  • Cervella
  • Carne di vitello
  • Pancetta
  • Tacchino
  • Carne di cavallo
  • Aringa
  • Cozze
  • Baccalà
  • Acciughe
  • Trota
  • Sardine
  • Funghi
  • Piselli
  • Fagioli
  • Ceci
  • Spinaci
  • Asparagi
  • Birra
  • Salse dense
  • Brodo pronto
dolori-articolari-500x380

Frutta secca e oli

Non usate oli in cucina, oltre all’olio extra vergine di oliva. Si consiglia di usare l’olio di lino perché è sano e contiene acidi grassi omega 3 con azione disinfiammante sulle articolazioni.

Anche la frutta secca contiene oli che, in genere, sono ottimi per la salute, ma possono anche aumentare il gonfiore delle articolazioni e dei tessuti muscolari. Potete mangiarli, ma in piccole quantità e non più di una volta alla settimana.

Latticini

Le persone che soffrono di artrite o di dolori articolari sentono un peggioramento dei sintomi quando consumano latticini e li sentono migliorare quando li evitano. In questo gruppo troviamo:

  • Latte
  • Yogurt
  • Burro
  • Panna
  • Crema di latte
  • Gelati
  • Margarina (a volte può contenere una parte di burro)
  • Formaggio

La causa è la presenza, in questi alimenti, di una sostanza chiamata caseina. Se volete assumere calcio e proteine di alta qualità, potete sostituire i latticini con la quinoa, la bietola, il tofu e le lenticchie.

dolori-articolari-500x380

Farine

Le farine raffinate di grano e segale contengono glutine. Oltre a non essere indicate nelle diete per i celiaci, possono anche essere la causa di infiammazione gastrointestinale. Inoltre, provocano gonfiore articolare in chi già soffre di artrite, peggiorandone i sintomi.

Al posto delle farine bianche e raffinate, scegliete le farine integrali.

Uova

Questo alimento, presente in centinaia di ricette dolci e salate, è una buona fonte proteica, ma non è consigliato se soffrite di artrosi, in quanto causa dolore e infiammazione.

Questo si deve al fatto che il tuorlo contiene una sostanza chiamata acido arachidonico, dall’effetto infiammatorio. Provando ad eliminare le uova dalla vostra tavola, noterete meno gonfiore e dolore alle articolazioni. Per assumere le proteine, privilegiate quelle di origine vegetale (cereali e soia).

Agrumi

Alcune persone malate di gotta o di artrosi hanno assistito ad un miglioramento smettendo di mangiare gli agrumi. Tra questi ricordiamo:

  • Arancia
  • Limone
  • Pompelmo
  • Mandarino
  • Lime
Affinché il vostro organismo non soffra la carenza di vitamina C, che rinforza il sistema immunitario e previene molte malattie, è necessario assumerne tra i 75 e i 90 mg al giorno (dose per le donne e per gli uomini). Per questo potete scegliere alcuni alimenti ricchi di vitamina C, come ad esempio:
  • Broccoli
  • Papaya
  • Kiwi
  • Fragole
  • Guava (un frutto tropicale)
dolore-al-collo-500x334

Caffè e tè

La caffeina, e in minor misura la teina, aggrava l’infiammazione in chi già soffre di artrite. Inoltre, bere diverse tazze di tè ogni giorno riduce la presenza nel corpo di minerali e vitamine. Lo stesso accade con il cioccolato. Non è consigliabile consumare questi alimenti soprattutto subito dopo aver mangiato. Le bevande a base di cola hanno un effetto simile, oltre a causare altri problemi di salute.

Ma allora, cosa posso mangiare?

Leggendo questi elenchi di alimenti proibiti sembra che chi soffre di dolori articolari debba nutrirsi di aria, ma non è così. Gli alimenti concessi sono numerosi, tra cui:

  • Frutti rossi (fragole, ciliegie e frutti di bosco)
  • Mela
  • Banana
  • Uva
  • Cereali integrali
  • Avena
  • Tè verde
  • Cipolla
  • Porro
  • Zucchine
  • Lattuga
  • Carote
  • Zucchero di canna grezzo
  • Stevia
  • Succhi di frutta al naturale
  • Tisane alle erbe
Guarda anche