Guida per smettere di fumare

· 25 febbraio 2014
Quando decidiamo di smettere di fumare è molto importante bere molti liquidi per eliminare le tossine. Bisogna inoltre incrementare il consumo di vitamina C, poiché le sigarette ne provocano la carenza.

Non importa da quanto tempo fumate o con quale frequenza lo fate, abbandonare questa abitudine non sarà un’impresa facile. Tuttavia, più modi per smettere di fumare conoscete, più strumenti avrete a disposizione. Per riuscire a porre fine a questa pericolosa dipendenza è importante ideare un piano di attacco che vi permetta di gestire la vostra dipendenza ed eliminarla dalla vostra vita.

Perché è così difficile smettere di fumare?

La sigaretta contiene sostanze chimiche che creano una dipendenza fisica che poi si trasforma in un’abitudine psicologica. La nicotina è l’elemento principale della sigaretta e provoca un aumento di energia che il nostro organismo vorrà sempre di più, aumentando insieme ad esso anche la dipendenza al tabacco.

Un altro dei fattori che rende così dipendenti dalla sigaretta è che questa abitudine va trasformandosi in un modo per combattere l’ansia, lo stress, la depressione e persino la noia. Tutto questo facilita l’ingresso della sigaretta come abitudine nella nostra vita quotidiana.

Definite quale tipo di fumatore siete

Chi ha già provato a smettere di fumare sa che non è una cosa semplice e che una grande varietà di fattori fa facilmente ricadere nel vizio. Per questo motivo, il primo passo per abbandonare questa abitudine è individuare quale tipo di fumatore siete. Per riuscirci, potete porvi le seguenti domande:

  • Quando fumate? (Quando vi svegliate, dopo pranzo, quando siete stressati, etc.)
  • Siete dei fumatori sociali? Fumate solo quando siete in compagnia di persone che fumano oppure fumate sempre?
  • Quanto è grave la vostra dipendenza? Fumate diverse sigarette al giorno o i cerotti alla nicotina vi potrebbero dare l’effetto che cercate?
  • Collegate il fumo a qualche posto o ad un’attività in particolare? (bere alcol, fare scommesse, qualche persona o luogo in particolare)
  • Siete disposti a chiedere aiuto ad un terapeuta o ad uno psicologo?

Ideate un piano per smettere di fumare

No-fumare

Una volta capito che tipo di fumatore siete, sarà arrivato il momento di fare il seguente passo e ideare un piano concreto che vi permetta di eliminare la sigaretta dalla vostra vita quotidiana.

  • Decidete il giorno in cui volete smettere di fumare. Se avete intenzione di abbandonare questa dipendenza già da diverso tempo, dovete sapere che fare il primo passo è sempre difficile. È probabile che per molto tempo rinvierete il giorno in cui iniziare il tutto, per questo sarà di grande aiuto fissarvi una data ben precisa. Fate in modo che questa data non superi le due settimane e che sia il più vicino possibile.
  • Dite a tutti i vostri conoscenti che volete smettere di fumare. La pressione sociale è un elemento chiave nella vita di qualsiasi persona e quando dite a tutti che volete fare qualcosa, ci sono minori possibilità di fallire. Più persone sapranno che volete smettere di fumare, meglio sarà, poiché incontrerete molto appoggio. Inoltre, è possibile che anche altri fumatori indecisi finalmente si decideranno a fare il primo passo insieme a voi.
  • Sfidatevi a non fumare. Siamo tutte persone competitive e ci piace dimostrarci che possiamo superarci costantemente. Potete usare questa carettiristica a vostro favore ed imporvi piccole sfide che vi aiutino a superare la dipendenza. Per esempio, se la data per smettere di fumare è venerdì, potete sfidarvi a non fumare tutto il fine settimana. Se ci riuscite potete prolungare a una settimana e via di seguito.
  • Liberatevi di qualsiasi prodotto che contenga tabacco. Nonostante abbiate la ferma decisione di non tornare a fumare, è sicuro che se terrete accanto questo prodotti sarà facile ricadere nel vizio. Per evitarlo, cercate di eliminare qualsiasi prodotto che contenga tabacco dalla vostra casa, dal vostro ufficio, dalla vostra auto e da altri spazi in cui trascorrete del tempo o in cui avete l’abitudine di fumare.
  • Chiedete aiuto ad uno specialista. Se la vostra dipendenza è troppo forte, chiedete aiuto ad un medico o ad uno psicologo. Il medico può prescrivere qualche medicinale che combatterà la vostra dipendenza dal tabacco. A sua volta, lo psicologo vi può fornire gli strumenti psicologici per combattere in modo più naturale questa dipendenza.

Ricordate!

Smettere di fumare non è facile, ma è possibile. Una volta che vi siete decisi, siate tenaci e ricordate i motivi  che vi hanno portato a questa decisione. Ricordate di non farvi troppa pressione  e di procedere passo dopo passo.

Guarda anche