Intestino pigro: i migliori rimedi naturali

· 30 gennaio 2016
Oltre a seguire un'alimentazione equilibrata e ricca di fibre, per prevenire la stitichezza occorre evitare di condurre una vita sedentaria. In questo modo si stimolano i movimenti peristaltici

L’intestino pigro è un problema frequente soprattutto nelle donne. Spesso è dovuto a una dieta povera di fibre o di acqua, a un cambiamento nelle abitudini (orari di lavoro, vacanza) o alla vita sedentaria.

In questo articolo potete scoprire i 12 migliori rimedi da preparare in casa contro la stitichezza. Questo problema ha i giorni contati!

Lassativi naturali per risvegliare l’intestino pigro

Se avete problemi ad andare in bagno ogni giorno, sentite dolore durante l’evacuazione o il vostro stomaco è sempre gonfio, significa che è necessario stimolare l’intestino. Tra le cause più frequenti della stitichezza incontriamo:

  • Una dieta ricca di farine bianche e fritture.
  • Bere poca acqua.
  • Mancanza di attività fisica / stile di vita sedentario.
  • Una dieta scarsa di fibre.

Lo sapevate? La sedentarietà: il malessere del XXI secolo

Per curare e prevenire questo problema, cominciate innanzitutto dall’alimentazione, includendo nella vostra dieta i seguenti alimenti:

1. Pomodoro

succo di pomodoro

Bisognerebbe mangiarlo crudo, nelle insalate o da solo. È ricco di fibre e aumenta la quantità di acqua nelle feci. Il momento migliore per consumarlo è a digiuno oppure a colazione. Se, invece, non vi piace crudo potete preparare un succo di pomodoro.

Ingredienti

  • 2 pomodori
  • ¼ di litro d’acqua
  • 1 cucchiaino di miele

Preparazione

  • Pelate e tagliate a pezzi i pomodori.
  • Cuoceteli in acqua per 45 minuti, mescolando di frequente. Dolcificate con un cucchiaino di miele.
  • Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.
  • Mettete il succo in un contenitore e conservatelo nel frigo per tutta la notte. Consumatelo la mattina seguente.

2. Miele

Il prodotto ricavato dall’incessante lavoro delle api dà energia, è facile da digerire e favorisce la funzione intestinale.

Bevete tutte le sere, prima di mettervi a letto e tutte le mattine, quando vi alzate, un bicchiere di acqua tiepida con un cucchiaio di miele. 

Non dimenticate di utilizzarlo anche per addolcire le vostre tisane.

3. Ciliegie

La ciliegia è uno dei “rimedi della nonna” più efficaci contro la stitichezza. Questo lassativo naturale è ricco di antiossidanti, ferro, potassio e vitamina A. Stimola anche la digestione.

4. Limone

limone e spremiagrumi

Come tutti sanno, il limone è ricco di proprietà e se ne scoprono sempre di nuove. In questo caso, si può consumare di mattina a stomaco vuoto e di nuovo la sera.

Ingredienti

  • 1 tazza d’acqua tiepida (250 ml)
  • Il succo di ½ limone
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di miele (25 gr)

Preparazione

  • Spremete il succo del limone e mescolatelo con l’acqua tiepida.
  • Aggiungete il sale e il miele e bevete immediatamente.

5. Mela

Fa bene alla digestione, oltre a essere ricca di fibre che rendono le feci più morbide. Anche la pectina contenuta stimola il funzionamento dell’intestino.

Mangiare una mela cruda (con la buccia), innanzitutto, rende le feci più voluminose, aiutando a evacuare meno dolorosamente e senza problemi. È, inoltre, un ottimo alimento antiossidante.

6. Avena

Mangiare l’avena a colazione tutte le mattine aiuta ad andare in bagno. Contiene minerali, fibre, vitamine e carboidrati che combattono il sovrappeso, il colesterolo e vari problemi legati alla digestione tra cui la stipsi. 

Mescolate i fiocchi d’avena con la spremuta d’arancia, lo yogurt, il latte o aggiungetela ai vostri frullati.

7. Aloe vera

aloe vera consigliata in caso di intestino pigro

L’aloe è uno dei migliori rimedi naturali, ecco perché vi consigliamo di tenerne sempre una pianta in casa. Usata da secoli nella medicina tradizionale, produce effetti lassativi e aiuta l’intestino pigro a evacuare in modo naturale.

8. Semi di lino

Contengono una buona quantità di acidi grassi Omega 3 e fibre. Usati per la bellezza di pelle e capelli, sono anche un rimedio noto contro la stitichezza moderata o lieve. Per sfruttare al meglio le loro proprietà, tuttavia, si consiglia di tenerli in ammollo.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di semi di lino (10 g)
  • 1 bicchiere d’acqua (200 ml)

Preparazione

  • Mettete i semi di lino i ammollo nel bicchiere d’acqua per almeno 2 ore. Al termine consumateli insieme all’acqua.
  • Consumateli ogni sera prima di mettervi a letto. Così facendo, la mattina andrete in bagno senza problemi.
  • Un altro buon modo per consumarli è aggiungerli nelle insalate, zuppe o vellutate.

9. Crusca di frumento

Questo cereale contiene una buccia ad alto contenuto di fibre insolubili (con ottime proprietà lassative). Oltre a combattere l’intestino pigro, è efficace contro le emorroidi.

Aiuta a migliorare il transito intestinale e a diminuire la pressione addominale. Non esitate ad aggiungere la crusca di frumento al cibo, compresi dolci e frullati.

Leggete anche: Come trattare le emorroidi in modo naturale

olio, foglie e semi di ricino

I principi attivi dell’olio di ricino stimolano il lavoro dell’intestino crasso e tenue. La sua consistenza oleosa aiuta le feci a passare rapidamente dal colon e quindi a evacuare senza dolore.

Consumate 2 cucchiai di olio di ricino ogni mattina a digiuno.

Ricordate che per ottenere gli effetti desiderati, dovete bere una buona quantità d’acqua ogni giorno. Non prolungate però questo trattamento per più di due settimane consecutive.

11. Spinaci

Sono ottimi per regolare le funzioni digestive e intestinali. Se si mangiano crudi nell’insalata, depurano, ricostituiscono e rigenerano completamente l’intestino. Potete anche mangiarli bolliti, in questo caso è preferibile cuocerli al vapore.

Per stimolare l’intestino pigro, infine, è ottimo il frullato di spinaci.

Ingredienti

  • 1 tazza di spinaci crudi (30 gr)
  • ½ tazza di acqua (125 ml)

Preparazione

  • Dopo aver mondato e lavato con cura gli spinaci, metteteli nel frullatore.
  • Aggiungete l’acqua e riduceteli in crema.
  • Bevete il frullato 2 volte al giorno, a digiuno e alla sera.
Guarda anche