Laringite: cause e sintomi della patologia

27 Settembre 2020
La laringite è una patologia dovuta a molteplici fattori che spaziano da lesioni e traumi fino a infezioni di origine virale, micotica o batterica. In ogni caso, le diverse manifestazioni presentano sintomi comuni.

La laringite viene descritta come un’infiammazione della mucosa della laringe, l’organo che permette il passaggio dell’aria in fase di inspirazione ed espirazione. Si tratta dell’organo più importante per la fonazione, proprio perché in esso si trovano le corde vocali.

Gli otorinolaringoiatri definiscono questa patologia come acuta se si risolve da sola nel giro di poco tempo (ore oppure giorni). Qualora i sintomi persistano oltre le tre settimane, allora si tratta di un disturbo di tipi cronico.

Come vedremo, la laringite è una malattia molto diffusa, nella maggior parte dei casi di origine virale. Conoscerne le cause e i sintomi è dunque fondamentale. In questo spazio vi spiegheremo tutto quello che c’è da sapere su questo disturbo.

Diffusione tra la popolazione

Conoscere l’epidemiologia della laringite, ovvero quali soggetti colpisce e in che percentuale (numero di infetti calcolato su una determinata fascia di popolazione), è fondamentale per affrontarla. Diversi studi epidemiologici offrono una serie di dati di particolare interesse:

  • L’incidenza nei bambini varia dal 3% al 6%. Questo significa che circa 6 bambini sotto i sei anni su 100 soffrono di questa patologia per un certo periodo di tempo.
  • Il profilo più colpita è un soggetto maschio di due anni, che soffre di laringite in autunno e in inverno.
  • La laringite acuta ha una chiara componente familiare, dunque secondo quanto affermato in diverse riviste pediatriche, i bambini con precedenti in famiglia hanno il triplo delle probabilità di soffrirne.

È dunque evidente che si tratta di una patologia predominante durante l’infanzia. Questo perché fino ai sei anni di età, la glottide dei bambini è più alta e alcuni tessuti della sottomucosa sono più lassi e meno fibrosi, fattori che predispongono all’infezione.

Uomo con mal di gola.
Mal di gola e disfonia sono sintomi tipici della laringite.

Potrebbe interessarvi: Rimedi naturali per la laringite da preparare in casa

Cause e sintomi

Le ricerche evidenziano le diverse cause della laringite. Le presentiamo qui di seguito:

  • Infettive: di tipo virale (catarro, influenza, herpes), batterica (Mycoplasma, difterite) o funghi (candida o aspergillosi).
  • Non infettive: dovute ad allergie, traumi, farmaci o malattie autoimmuni.

Laringite virale

Secondo alcuni studi, i virus parainfluenzali 1,2 e 3 rappresentano il fattore scatenante nel 65% dei casi. Sono agenti scatenanti i comuni i virus dell’influenza A e B (responsabili del raffreddore) e diversi tipi di adenovirus.

Questi agenti patogeni sono associati a infezione delle vie respiratorie superiori, per cui provocano manifestazioni cliniche tipiche dell’influenza. Tra queste:

  • Febbre.
  • Gola secca e dolorante.
  • Disfagia, ovvero difficoltà di deglutizione.
  • Difficoltà respiratorie e presenza di tosse persistente.
  • Infiammazione dei linfonodi del collo.
  • Mal d’orecchio.

Questi sintomi si devono in parte all’infiammazione della mucosa faringea, che si presenta arrossata ed edematosa, ovvero con accumulo di liquidi extracellulari. Il trattamento si basa sul riposo della voce e sulla somministrazione di antipiretici e analgesici.

Nella sua forma acuta, la malattia tende a risolversi da sé; scompare poco dopo essersi manifestata. Il sistema immunitario combatte l’agente scatenante senza alcuna conseguenza.

Laringite batterica

Secondo diverse fonti bibliografiche, anche questa variante si risolve da sé in fretta, ma non per questo possiamo trascurarla.

I batteri del genere Mycoplasma, che contiene oltre 100 specie diverse, sono la causa più comune. I sintomi sono molto simili a quelli appena descritti: febbre, tosse secca, dolore durante la deglutizione e disfonia (perdita del normale timbro di voce).

In questi casi il trattamento da seguire si basa sulla somministrazione di antibiotici. L’eritromicina, la claritromicina o azitromicina sono farmaci efficaci per eliminare i batteri nella laringe.

Laringite non infettiva

Alla base di questa malattia di origine non patogena non vi è l’azione dei microrganismi, bensì abitudini e ambienti precisi:

  • Cause allergiche: si tratta dell’infiammazione acuta delle corde vocali e del resto della mucosa laringea a seguito dell’inalazione di agenti allergeni. Si manifesta con una sintomatologia variabile, da un colpo di tosse a una grave ostruzione delle vie respiratorie.
  • Da inalazione: dovuta al contatto diretto del tessuto laringeo con elementi nocivi, come il fumo o aria molto calda. Comuni nei pazienti sopravvissuti a incendi o bombardamenti.
  • Da trauma o sforzo vocale: l’irritazione della laringe è dovuta a un trauma o a un eccessivo sforzo delle corde vocali prolungato nel tempo.
Donna con laringite e mal di gola.
Le cause della patologia possono essere di natura infettiva o non infettiva.

Per saperne di più: Sindrome respiratoria acuta grave: cos’è?

Cosa ricordare sulla laringite?

I fattori scatenanti della laringite sono diversi: da agenti patogeni fino a semplici lesioni. Ciononostante, alcuni sintomi sono comuni a tutte le varianti; tra questi, la disfonia e la presenza di tosse secca.

Proprio perché le varianti infettive sono le più comuni, il loro contagio avviene tra le diverse fasce di popolazione per contatto diretto o per inalazione di fluidi. In seguito a ciò, si manifestano con determinati schemi epidemiologici, con picchi durante l’inverno e l’autunno.

Questa patologia respiratoria è piuttosto comune nei bambini. Non c’è motivo di preoccuparsi, visto che per natura tendono a guarire da sé. Se tuttavia i sintomi persistono per oltre due settimane, bisognerà rivolgersi con urgenza al medico.

  • Laringitis agudas de adulto, Hospital de Mérida. Recogido a día 12 de agosto en https://seorl.net/PDF/Laringe%20arbor%20traqueo-bronquial/102%20-%20LARINGITIS%20AGUDAS%20DEL%20ADULTO.pdf
  • Tapiainen, Terhi, et al. “Finnish guidelines for the treatment of laryngitis, wheezing bronchitis and bronchiolitis in children.” Acta Paediatrica 105.1 (2016): 44-49.
  • Basanta, M. A. (2003). Laringitis aguda (crup). An pediatría [Internet]1(S1), 55-61.
  • Alvo, Andrés, et al. “Conceptos básicos para el uso racional de antibióticos en otorrinolaringología.” Revista de otorrinolaringología y cirugía de cabeza y cuello 76.1 (2016): 136-147.
  • Stachler, Robert J., and James P. Dworkin-Valenti. “Allergic laryngitis: unraveling the myths.” Current opinion in otolaryngology & head and neck surgery 25.3 (2017): 242-246.
  • Temprano, M. M., & Hinojal, M. T. (2017). Laringitis, crup y estridor. Pediatr Integr21(7), 458-64.
  • Bustos, M. F., Guzmán, M., & Galeno, C. (2014). Laringitis aguda obstructiva o crup viral. Rev. Hosp. Clin. Univ. Chile25(3), 253-257.
  • Adetona, Olorunfemi, et al. “Review of the health effects of wildland fire smoke on wildland firefighters and the public.” Inhalation Toxicology 28.3 (2016): 95-139.
  • Garate, A., Valenzuela, P., & Casar, C. (1987). Laringotraqueobronquitis aguda bacteriana. Revista chilena de pediatría58(6), 472-478.