Le emozioni negative hanno anche aspetti positivi

· 31 luglio 2016
Non dobbiamo rifiutare le emozioni negative né averne paura perché, se siamo in grado di gestirle e non oltrepassiamo un certo limite, possono aiutarci a crescere.

Siamo stati educati nella convinzione che le emozioni negative possano solo provocarci dolore, frustrazioni, ansia, paura, stress, lacrime e una rapida successione di sentimenti altrettanto negativi.

Ma cosa c’è di vero in tutto ciò? Le emozioni negative sono davvero così negative come sembrano?

Vi consigliamo di leggere: 7 segnali che indicano un’intossicazione emotiva

Dobbiamo essere sempre felici?

Si pensa che per essere felici si debba sempre essere contenti, ma ciò non è affatto naturale. Chi è capace di essere sempre contento? Perché nella felicità non sono minimamente contemplate le emozioni negative?

Donna vestita di nero emozioni

Nell’ambito della felicità si trovano anche le emozioni negative che, di solito, consideriamo in malo modo, cosa che, però, non dovremmo fare se non in parte. Le emozioni negative sono infatti necessarie. 

Riuscite ad immaginare se fossimo tutti sempre molto felici? Ci sarebbero allora momenti in cui non sapremmo se stiamo facendo la cosa giusta o quella sbagliata.

Non dobbiamo essere sempre contenti, dobbiamo saper accettare le nostre emozioni, sia negative sia positive. Il nostro problema è che tendiamo a rifiutare quelle emozioni negative con cui non sappiamo convivere perché abbiamo paura e siamo inclini a fuggire da esse.

Leggete: Guardate in faccia le vostre paure

Non rifiutate mai le vostre emozioni negative perché, come vedremo, hanno anche i loro aspetti positivi. Il problema è che le emozioni negative ci fanno sentire male e consideriamo che ciò non sia l’ideale!

Ciò di cui però non siamo coscienti è che questo è proprio ciò che ci rende umani. 

Le vere emozioni negative

Nell’ambito delle emozioni negative è importante saper distinguere quelle che sono “normali”, ma che sfociano in vere emozioni negative.

Maschere emozioni

Questo succede perché, a volte, ci lasciamo trasportare da emozioni che consideriamo negative e che, senza volere, ci sfuggono di mano. Adesso analizziamo una serie di emozioni negative, ma normali, che sfociano in altre più preoccupanti e serie.

Preoccupazione e ansia

La preoccupazione è un’emozione normale, per nulla negativa.

Si tratta di un sentimento che sorge quando ci preoccupiamo molto per qualcosa, quando una situazione mette il segno nella nostra vita o quando dobbiamo prendere una decisione e siamo estremamente indecisi sul da farsi.

Il problema si presenta quando questa preoccupazione ci sfugge di mano e diventa ansia 

Se l’ansia appare, significa che non stiamo trovando una soluzione a ciò che tanto ci preoccupa. In sintesi, non stiamo agendo bene e dobbiamo reagire.

Forse ci stiamo preoccupando senza alcuna ragione e ciò genera una grande ansia.

Vi consigliamo di leggere: Consigli per controllare l’ansia

Tristezza e depressione

Essere tristi è una cosa normale, possiamo infatti passare una giornata piuttosto malinconica o essere particolarmente sensibili di tanto in tanto.

Ma cosa succede se questa tristezza si estende per un lungo periodo di tempo? Cosa accade quando qualcosa ci colpisce in tal modo da provocare una mancanza di autostima importante che ci porta a sminuirci? In questi casi compare la depressione.

Arrabbiarsi con se stessi e sentirsi in colpa

Molte volte ci arrabbiamo con noi stessi perché abbiamo commesso degli errori o abbiamo detto cose che non avremmo dovuto. Tuttavia, tra l’essere arrabbiati con se stessi e il sentirsi in colpa c’è una grande differenza.

Il senso di colpa è enormemente negativo. Dalla collera possiamo apprendere; il senso di colpa, invece, ci rende solo più insicuri e ci fa perdere la nostra autostima. Dobbiamo cercare di non arrivare mai al punto di sentirci in colpa perché questo non ci porta a nulla di buono.

Collera e ira

La collera è piuttosto normale, una reazione naturale di fronte a qualcosa che non ci piace.

Quando però si passa all’ira passiamo su un piano diverso. Mentre la collera può essere utile a scaricare la tensione, l’ira provoca tensione emotiva e mentale. 

Non ve ne andate senza scoprire Gli effetti di emozioni e pensieri tristi sul nostro corpo

Donna su una barca emozioni

Molte emozioni normali diventano negative perché non sappiamo gestirle in modo corretto. Nonostante ciò, succede anche di confondere molte volte l’ira con la collera o la tristezza con la depressione.

Le emozioni che consideriamo negative, a volte, sono del tutto normali e necessarie. Immaginatevi se non ci preoccupassimo o se non provassimo mai tristezza. Ci cureremmo delle persone e delle cose che ci circondano?

È il momento di cambiare la nostra percezione e di cominciare ad accettare tutti i tipi di emozioni.

Guarda anche