Le malattie trasmesse con i baci più comuni

· 5 febbraio 2018
Sapevate che il 95 % dei germi trasmessi quando ci si bacia si trova nella saliva e nella mucosa nasale? Per fortuna, solo il 20% danneggia il sistema immunitario

Un bacio è l’atto di premere le labbra contro quelle del partner. Senza dubbio è una rappresentazione dell’amore che si prova. Tuttavia, è rischioso il contatto delle labbra? Oggi vediamo insieme le malattie trasmesse con i baci più comuni.

Uno dei principali partecipanti del bacio è  la salive, dunque lo scambio di germi è inevitabileIn questo articolo metteremo da parte la connessione emotiva e sociale di questo atto.

Sebbene in pochi prestino attenzione agli inconvenienti dei baci, non significa che non ve ne siano. La trasmissione di malattie e germi avviene proprio mediante la saliva che secerniamo.

Prima di tutto occorre specificare che, in linea generale, sono più i benefici che i rischi. Tuttavia, non fa mai male prendere delle precauzioni ed evitare di incappare in qualche “bacio pericoloso”. Fate attenzione dunque alla seguente lista con le malattie trasmesse con i baci più comuni.

Le malattie trasmesse con i baci

1. Mononucleosi infettiva

molte sono le malattie trasmesse con i baci

La prima delle malattie trasmesse con i baci è quella che in termini colloquiali è conosciuta proprio come la “malattia del bacio”, poiché è un’infezione che si contagia mediante lo scambio di saliva.

  • È causata dal virus di Epstein Barr, che viene trasmesso tramite i fluidi orali.
  • Si presenta frequentemente negli adolescenti e nei giovani. Tuttavia, non vi è un’età specifica di contagio della malattia.
  • Fra i sintomi vi sono la febbre, il mal di gola e i linfonodi infiammati.

Come diagnosticarla?

Se presentiamo i sintomi sopra elencati, lo specialista ci consiglierà di sottoporci a degli esami del sangue per verificare la presenza del virus e, successivamente, prescrivere degli analgesici.

Leggete anche: Mononucleosi infettiva: cause e sintomi

2. Citomegalovirus

In realtà, questo virus è più frequente di quanto possa sembrare. Nel momento in cui l’organismo lo contrae, resta per sempreIl citomegalovirus si trasmette tramite il contatto diretto con i liquidi corporei, trasfusione sanguigna o rapporto sessuale.

  • La cosa stupefacente è che molte persone non sanno nemmeno di averlo, poiché nei soggetti con un sistema immunitario forte non presenta alcun rischio.
  • Tuttavia, nel caso dei neonati occorre prendere delle precauzioni dato che, se vengono contagiati, possono avere dei problemi per il resto della loro vita.

Come diagnosticarlo?

È necessario fare un esame del sangue. La grande maggioranza dei casi non richiede un trattamento e solo in alcune situazioni si consigliano antivirali e, ovviamente, di mantenere delle corrette abitudini igieniche.

3. Gengivite

Gengivite e sangue

Si tratta di un’infezione delle gengive, pertanto la cavità orale secerne continuamente batteri. Questo succede perché la placca dentale, essendo una sostanza appiccicosa, aderisce ai denti e alle gengive. Fra i sintomi vi sono in particolare perdita di sangue, arrossamento e infiammazione della zona.

Come diagnosticarla?

In presenza di uno qualsiasi di questi sintomi, è importante rivolgersi al medico. La gengivite può persino formare delle sacche fra i denti e le gengive e provocare alitosi.

4. Faringite streptococcica

Tra le malattie trasmesse dai baci più comuni vi è anche la faringite streptococcica, il cui sintomo principale è il mal di gola. I batteri, in questo caso gli streptococchi dei gruppi A e B, attaccano in modo diretto.

Questa malattia viene trasmessa da una persona infetta che entra in contatto con una sana. Può essere contratta persino trovandosi a distanza ravvicinata di una persona infetta che starnutisce o si soffia il naso.

Come diagnosticarla?

Fra i sintomi troviamo:

  • Irritazione e mal di gola.
  • Macchie bianche alle tonsille.
  • Infiammazione.
  • Mal di testa.
  • Febbre.

Per confermare la diagnosi, è sufficiente che lo specialista passi delicatamente un cotton fioc nella gola. Se il risultato dell’esame non è esatto, potrebbe essere necessario effettuare ulteriori esami.

5. Herpes labiale

Herpes a le labbra

È molto comune il contagio di questo virus quando si dà un bacio. L’herpes è una malattia che può presentarsi in diverse zone del corpo, tra cui labbra, bocca o gengive. È causato da un virus molto contagioso chiamato herpes simplex (VHS).

Come diagnosticarlo?

I sintomi compaiono 1 o 2 settimane dopo essere stati esposti al virus. L’herpes provoca afte dolorose. Si possono presentare anche:

  • Febbre per più di 3 giorni.
  • Mal di gola.
  • Infiammazione dei linfonodi.

In linea di massima, questa condizione scompare nel giro di due settimane. Lo specialista determinerà il farmaco antivirale, la crema topica e le cure igieniche pertinenti.

Scoprite: 7 trattamenti naturali per combattere l’herpes labiale

Cosa fare per evitare le malattie trasmesse con i baci?

  • Attenersi a una corretta alimentazione per mantenere il sistema immunitario in buono stato.
  • Seguire le indicazioni per realizzare un buon lavaggio dei denti.
  • Non dimenticare l’importanza di usare il filo interdentale.
  • Recarsi regolarmente dal dentista; almeno una volta all’anno.
  • Cambiare lo spazzolino per i denti ogni tre mesi.
  • I risciacqui orali aiutano a combattere i germi.
  • Schiavon, F., Dazzi, G., Nardini, S., & Pasquotti, G. (2013). Infectious diseases. In Geriatric Imaging. https://doi.org/10.1007/978-3-642-35579-0_15
  • Burstein, G. R., & Workowski, K. A. (2003). Sexually transmitted diseases treatment guidelines. Current Opinion in Pediatrics. https://doi.org/10.1097/00008480-200308000-00006
  • Whitner, M. S., & Anderson, M. V. (1987). Sexually transmitted diseases in children. Health Care for Women International. https://doi.org/10.1080/07399338709515764
Guarda anche