Come eliminare le macchie sotto le ascelle dopo il parto?

I cambiamenti ormonali tipici della gravidanza, possono dare origine a macchie sulle pelle. Le ascelle sono la zona maggiormente a rischio, per molte donne. Vi diciamo in questo articolo come trattare il problema.

Non è raro che la pelle sia soggetta a macchie durante la gravidanza; succede alla maggior parte delle donne incinte. Possono avere origine da simpatiche lentiggini sulle guance -che donano un’aria un po’ frivola a chi le porta- o possono persino presentarsi come antiestetiche macchie sotto le ascelle.

Ovviamente tutto dipenderà dal tipo di pelle del soggetto affetto, ma è uno dei sintomi più fastidiosi della gravidanza. La causa della comparsa di queste macchie sotto le ascelle è da ricercare nei cambiamenti ormonali. Ma anche se normalmente spariscono dopo il parto, esistono metodi per accelerare il processo di scomparsa, con delle soluzioni che vi stiamo per presentare.

Perché compaiono macchie sotto le ascelle?

Ad alcune donne in gravidanza compaiono delle macchie scure sotto le ascelle, ad altre no; lo stesso succede con la zona dell’interno cosce e con i capezzoli. Fanno parte del processo di cambiamenti che stravolgono il corpo durante la gravidanza; dopo il parto -quando cioè gli ormoni tornano ai loro livelli normali- solitamente queste macchie si schiariscono.

Macchie scure sotto le ascelle

Tuttavia, le donne con la pelle più scura hanno più probabilità che queste macchie compaiano rispetto alle donne dalla pelle chiara. E, di certo, è anche molto probabile che una volta che gli ormoni siano tornati a livelli normali, le prime non recuperino la pigmentazione pre-gravidanza.

Macchie sotto le ascelle: come eliminarle?

Prima di tutto, la prevenzione è fondamentale. La pelle deve essere ben idratata, sia bevendo una quantità sufficiente di liquidi, sia utilizzando creme o lozioni idratanti. Quando vi esponete al sole, poi, non dimenticate di utilizzare una buona protezione solare, per evitare che i danni del sole peggiorino la situazione.

Evitate anche i deodoranti che contengono alcol e quelli in formato roll-on. Esistono deodoranti che promettono di eliminare le macchie e di idratare la pelle: provarli è una buona idea.
La depilazione e la rasatura, contribuiscono anch’essi a scurire la pelle. Cercate di far trascorrere un arco di tempo sufficiente tra una depilazione (o una rasatura) e l’altra, durante la gravidanza.

1. L’urina del vostro bambino

Per quanto non esista alcuna prova scientifica a supporto di questo “rimedio della nonna”, potrebbe funzionare. Questo metodo consiste nell’inumidire un pezzo di cotone idrofilo, appoggiandolo sul pannolino bagnato di pipì del neonato -al momento del cambio del pannolino- e nello strofinare quindi il cotone sulla pelle. Lasciate asciugare.

2. Il latte materno

Tra le molteplici proprietà benefiche del latte materno, c’è il fatto che può aiutare a schiarire le zone della pelle che si sono scurite durante la gravidanza. Dovete semplicemente estrarre un po’ di latte, applicarlo sulle macchie sotto le ascelle e lasciare asciugare sulla pelle, senza coprirla. Potete anche provare questo rimedio su macchie precedenti la gravidanza.

Latte materno

3. L’avena

Preparate un composto con due cucchiai di avena, un cucchiaio di miele e del succo di limone. Spalmate la pastella sulle ascelle e lasciate agire per circa 15 minuti. Quindi, sciacquate con acqua tiepida. Potete procedere con questo rimedio mentre il vostro bebè riposa, per ritagliarvi qualche minuto per voi e per la vostra bellezza.

4. Glicerina

Mescolate circa 10 gocce di glicerina, 10 gocce di limone e 10 gocce di olio di mandorle o di oliva in un contenitore. Applicate questo impasto sulle macchie sotto le ascelle prima di farvi il bagno. Lasciate in posa per alcuni minuti e quindi lavatevi come di consueto.

5. Yogurt

E’ un buon ingrediente per realizzare uno scrub, una volta a settimana. Per prepararlo, mescolate un cucchiaio di yogurt naturale e un cucchiaio di avena. Applicatelo sulle ascelle realizzando un massaggio addolcente. Lasciate agire per cinque minuti e rimuovete con acqua tiepida. Preferibilmente, applicate successivamente una crema idratante.

6. Acqua ossigenata

La vostra pelle deve essere stata precedentemente detersa e asciugata. Applicate quindi l’acqua ossigenata (volume 10) ogni sera, sulla pelle delle ascelle. Utilizzate del cotone idrofilo per applicare il prodotto.  Lasciate quindi agire l’acqua ossigenata per 5 minuti e rimuovete con abbondante acqua fredda.

7. Olio di cocco

L’olio di cocco è un grande alleato per la bellezza della pelle. Preparate una pastella con dell’olio di cocco e avena; stendetela sulle ascelle e lasciate agire per 15 minuti. Risciacquate quindi con acqua.

Olio di cocco

8. Peeling chimico

Questo trattamento cosmetico elimina gli strati di pelle macchiata. Si serve di diversi acidi per ripristinare il naturale colore della pelle; tra questi, il salicilico -che favorisce l’eliminazione della melanina- il mandelico -che aumenta la quantità di collagene- e l’acido cogico, dalle proprietà antiossidanti per la pelle. Questo trattamento può essere applicarlo se non state allattando.

9. Il laser

Il trattamento a raggi laser si concentra sulla macchia; il tutto senza danneggiare il tessuto della pelle, di cui si serve per depigmentare le macchie sulle ascelle. L’inconveniente è che queste applicazioni richiedono più di una seduta perché si notino dei risultati, per cui non è conciliabile con il tempo che richiede un neonato.

Raccomandazioni finali

Raccomandiamo di non sottoporre la pelle delicata delle ascelle a trattamenti estremi, soprattutto dopo il parto, quando cioè la pelle è particolarmente sensibile. Inoltre, un neonato richiede un’attenzione estrema, per cui non avrete tempo libero per sottoporvi a trattamenti estetici, che di solito richiedono diverse sedute.

Evitate di utilizzare il bicarbonato di sodio, che per quanto sia un eccellente alleato della salute, della bellezza e del bianco dei denti, può risultare molto abrasivo per questa zona così delicata. Invece di ottenere una depigmentazione, potreste peggiorare le macchie delle ascelle.

Se poi le macchie causano prurito e irritazione, vi consigliamo di rivolgervi ad un dermatologo per valutare quali possano essere le cause e quali sono le soluzioni migliori.

Categorie: Bellezza Tags:
Guarda anche