Metodo giapponese per risparmiare

· 6 novembre 2017
Mantenere il controllo delle vostre spese vi aiuterà a sapere quali sono i vostri principali acquisti, a risparmiare e a smettere di spendere inutilmente.

Per moltissime persone risparmiare a fine mese è praticamente impossibile. Si accumulano le spese domestiche che si sommano agli sfizi personali e all’aumento imprevisto del prezzo di prodotti e servizi, dando come risultato una spesa eccessiva dopo soli pochi giorni dall’arrivo dello stipendio.

In Giappone, famoso per essere il paese più tecnologico del mondo, si mantiene una tradizione sorta nel 1904, ma considerata tutt’ora il metodo più efficace di risparmio soprattutto per le spese domestiche.

È conosciuto come kakebo e viene utilizzato come un registro dei conti, sia di spese che di entrate, utile ad organizzare al meglio la gestione dei soldi.

Il kakebo non è altro che un’agenda in cui si annotano tutte le spese che si hanno e quelle già realizzate, oltre che le entrate ottenute nel corso del mese. In tal modo è possibile realizzare un bilancio preciso.

Tale metodo, inoltre, aiuta ad essere più coscienti di ciò che è necessario o meno acquistare.

Come funziona il kakebo per risparmiare

Donna che mette soldi nel salvadanaio

1. Questo metodo per risparmiare deve essere applicato sin dall’inizio del mese, annotando i costi fissi e gli introiti totali

2. Da questi dati è possibile fare un bilancio, sottraendo alle entrate i costi totali che per la maggior parte coprono servizi basilari e alimentazione. Se avete in mente di risparmiare per qualcosa, è necessario registralo in questa fase.

3. Dopo aver registrato le entrate totali, sottraete ciò che spenderete certamente e annotate, dunque, quanti soldi potete destinare al risparmio e in cosa li spenderete in modo tale da avere l’obiettivo chiaro.

4. Nell’arco del mese, preferibilmente ogni giorno, così come indica il kakebo, bisogna annotare tutte le spese della giornata o della settimana. Si consiglia di conservare le fatture e gli scontrini di acquisto per essere così in grado di annotare tutto la sera.

Leggete anche: Trucchi per risparmiare tempo durante la pulizia della cucina

Organizzazione del kakebo

Vaso con soldi da cui nasce una pianta

Quest’agenda è divisa in diverse categorie che rappresentano i vari settori in cui di solito si spende di più:

In ogni categoria bisogna annotare la spesa corrispondente al giorno e alla fine della settimana si sommeranno tutte le spese dei diversi settori e si potrà fare un bilancio generale.

Tale bilancio vi aiuterà a mantenere sotto controllo la quantità di denaro speso e la somma che può essere ancora spesa.

Con questi risultati, potrete analizzare quanto spendete e quali sono gli aspetti in cui dovreste limitarvi un po’ di più.

Vi aiuterà anche a sapere qual è la quantità adeguata che potete risparmiare e a proporvi una meta realistica per il mese successivo.

Visitate questo articolo: 13 idee per guadagnare spazio in casa

Efficacia

Casa e salvadanaio

L’efficacia del kakebo è totalmente soggetta all’ordine e all’organizzazione personale così come alla forza di volontà.

Se questo mese vi siete ripromessi di “non comprare altri vestiti”, rispettatelo e siate costanti e determinati.

Sebbene il kakebo aiuti ad organizzare graficamente il tutto, si tratta soltanto di un’agenda che può essere sostituita da qualsiasi altra a vostro piacimento. Basterà annotare spese ed entrate e fare i conti a fine mese.

Mantenere le spesse sotto controllo è una davvero importante per evitare di trovarsi in difficoltà e per riuscire a risparmiare per gli obiettivi futuri.

Sul kakebo, su un’agenda o su un semplice tovagliolino di carta, è chiaro che tenere i conti sempre sotto controllo apporta solo vantaggi. Se optate per acquistare un kabebo, ricordate di essere sempre costanti e decisi.

Siete riusciti a risparmiare quanto vi eravate proposti? Eccellente! Avete oltrepassato il vostro budget? Il prossimo mese dovrete metterci maggiore impegno.

Guarda anche