Avete diritto a mettere un punto e iniziare da capo

Mettere un punto non significa arrendersi, bensì eliminare tutte le zavorre che ostacolano il nostro cammino verso la felicità e il benessere. 

A volte fa bene, è sano, arricchisce e rappresenta persino una rivoluzione personale: mettere un punto e ricominciare da capo può essere la soluzione ai propri problemi.

È curioso come il nostro cervello si opponga tanto ai cambiamenti. Tutto quello che richiede di uscire dalla nostra zona di confort e cambiare una routine, un’abitudine o un contesto determinato, viene interpretato dal nostro cervello come una minaccia.


Nella sua necessità primordiale di garantire la nostra sopravvivenza, ci alimenterà sempre con paure ed insicurezze e continuerà a sussurraci: “non farlo, non cambiare nulla di ciò che ti circonda”.

Ebbene, quando si è capaci di affrontare quell’istinto naturale e biologico, tutto cambia.

Alla fine la nostra mente si arricchisce dell’apprendimento ottenuto e il cervello trae beneficio da questo passaggio meraviglioso rappresentato dalla ricezione di altri stimoli che possono garantirci la felicità. 

Oggi nel nostro blog vogliamo invitarvi a riflettere sul diritto delle persone di farlo: ovvero di ricominciare.

Per mettere un punto e cominciare da capo bisogna fare tabula rasa

I cambiamenti non arrivano allontanandoci da un determinato contesto. Non è necessario sradicarci e cercare nuovi luoghi per poter ricominciare da capo. 

  • La cosa migliore è promuovere il cambiamento con una nuova forza interiore grazie alla quale “fare tabula rasa” di tutto ciò che non ci piace, che ha fatto il suo tempo, che non ci arricchisce e che intorpidisce il nostro avanzare.
  • Possiamo cominciare dalla nostra casa: eliminiamo tutto ciò che appartiene ad un periodo che non ci piace ricordare.
  • Gettiamo fogli, vestiti che non usiamo più, oggetti che causano disagio o che sono troppo ingombranti.
  • Apriamo le finestre e lasciamo che un vento nuovo ci accompagni mentre mettiamo in atto tali cambiamenti.
  • Poi, arriva la parte più importante e che richiede maggiore coraggio. Riflettiamo attentamente su tutte le altre cose di cui non abbiamo bisogno nella vita.

Magari bisogna cambiare routine, allontanarci da certe persone o rompere certi vincoli… Pensiamoci con molta attenzione.

Leggete anche Le carenze emotive: la mancanza di nutrimento per l’anima

Apprezzate il vuoto, intuite il cambiamento e concentratevi su voi stessi

Certamente quando fate le pulizie di primavera in casa, vi sorprendete di tutte le cose inutili che avete accumulato nel tempo e della luce che irradia ogni angolo della casa dopo aver lucidato, eliminato la polvere, le cose superflue e gli oggetto rotti.

Si prova una serenità davvero rilassante. Ora tutto è in ordine. In questo modo, non avete solo messo da parte le cose che non vi erano utili: vi siete anche allontanati dalle persone che non vi apportavano nulla e che, anzi, vi facevano del male.

C’è chi, giunto in questa fase, si lancia immediatamente nella conoscenza di nuove persone, nel creare nuove relazioni e nell’imbarcarsi in tutta una serie di novità.

Non è la cosa giusta da fare. Se vogliamo ricominciare da capo, dobbiamo prenderci cura di noi, per questo è necessario fare una pausa di riflessione. Dobbiamo apprezzare il vuoto rimasto, quello occupato in precedenza da qualcuno che ormai non è più al nostro fianco.

In questi momenti siamo noi stessi e dobbiamo incontraci nuovamente, apprezzare la solitudine e riconciliarci con essa.

Leggete anche: Non bisogna smettere di essere se stessi per piacere a qualcuno

I cambiamenti esterni vi fanno sentire diversi: persone più forti

Se voler intraprendere il cambiamento è già un segno di coraggio, riuscirci ne è una caratteristica.

A volte non ne siamo consapevoli, ma dentro di noi si nasconde il seme della resilienza.

Farlo germogliare richiede una goccia di determinazione, una pennellata di integrità e qualche grammo di intuizione. Così sapremo cos’è meglio per noi e ciò che, invece, dovremmo evitare.

Dopo aver messo un punto, vi sentirete orgogliosi di voi e, quella sensazione, quella ferma convinzione di avere in mano le redini della propria vita è un’emozione gratificante di cui dovete godere. 

Tabula rasa e nuovi sorrisi: è il momento di decorare la propria vita

Vita nuova, sorrisi nuovi. Ne vale la pena e, anche se chiaramente vi è costato molto arrivare fin dove siete arrivati adesso, tutto ciò che avete ottenuto è meraviglioso: adesso siete voi in tutta la vostra essenza, voi in tutta la vostra magia.

È il momento di “decorare” la vostra vita, seguendo alcuni consigli che vi saranno di aiuto.

  • Decorate la vostra vita con persone che vi apprezzano per ciò che siete, con le vostre virtù e i vostri difetti.
  • Lasciate arrivare al vostro cuore persone che sanno dare e ricevere felicità. Circondatevi di amici maturi, divertenti, che hanno una soluzione per ogni problema e non un problema per ogni soluzione.

Scoprite Ferite che non si cicatrizzano: la neuropsicologia della violenza sulle donne

Permettete a queste opportunità che vi meritate, ma che non avete mai avuto il coraggio di cogliere, di arrivare a voi. Siate recettivi a ciò che la vita vuole offrirvi, a ciò che vi piace e con cui vi identificate.