Le 6 migliori tecniche di autocontrollo

· 4 novembre 2017
Sapevate che l'attività fisica è ideale per scaricare la tensione e migliorare l'autocontrollo? Se fate fatica a mantenere la calma, cercate di praticare una disciplina utile in questo senso

Volete smettere di fumare, ridurre la fame ansiosa o anche l’acquisto compulsivo? Imparare a gestire le emozioni è fondamentale in situazioni come quelle citate per evitare conseguenze negative. In questo articolo vi parleremo delle migliori tecniche di autocontrollo.

Conoscere se stessi: la base dell’autocontrollo

Il controllo delle emozioni, delle tentazioni e degli impulsi è importante per poter godere di una vita piena e sana.

L’autocontrollo è una capacità che va allenata tutti i giorni per scacciare emozioni negative come ira, gola o invidia.

L’autodisciplina può essere di aiuto in tutti gli ambiti della vita, dal dire no alla droga all’evitare di indebitarsi a causa di spese impossibili.

Per raggiungere l’autocontrollo, il primo requisito è conoscere se stessi. Questo vuol dire che dobbiamo essere in grado di riconoscere i nostri punti di forza e di debolezza e, soprattutto, saper lavorare sulle nostre mancanze.

Seguire una dieta, smettere di fumare o non farsi prendere dalla rabbia quando c’è molto in ballo è importante per la salute mentale e fisica. Tuttavia, è necessario fare prima un percorso di conoscenza interiore.

Dato che l’irrazionalità è l’opposto dell’autocontrollo, dobbiamo imparare ad essere consapevoli di noi stessi, soprattutto quando dobbiamo prendere una decisione o comportarci in un certo modo.

Mangiare cioccolata, fumare una sigaretta o comprare scarpe nuove sono tutte gratificazioni a breve termine, ma non sono sane a lungo andare.

La cosa peggiore è che poi si presentano il pentimento, il senso di colpa, la frustrazione e, spesso, la depressione.

Conviene, dunque, fare attenzione ai segnali che il corpo ci invia nelle diverse situazioni e prenderci qualche minuto di tempo per analizzarli.

Se vi trovate davanti ad una vetrina di un negozio di borse, non entrate subito a comprarne una. Pensate prima se potete permettervelo e ad eventuali debiti che già avete.

Se state per accendere una sigaretta, ricordate gli effetti negativi del fumo per la vostra salute. Lo stesso vale quando state per mangiare un altro pasticcino o bere un altro bicchiere di vino.

Vi consigliamo di leggere anche: Identificati i meccanismi cerebrali per smettere di fumare

Tecniche di autocontrollo

Ragazza che guarda una vetrina

Ovviamente non si tratta di una cosa semplice, infatti l’autocontrollo è una risorsa fragile che non dura a lungo. Può scomparire in pochi secondi e iniziare, dunque, ad agire in maniera irrazionale.

Come per i muscoli, anche la forza di volontà si può allenare. Come? Attraverso la pratica, la costanza e l’impegno.

Leggete anche: Autodisciplina per disciplinare i cani

È importante fare attenzione e ricordare quali sono le situazioni che richiedono l’autocontrollo. Le migliori tecniche per gestire le emozioni negative sono:

1. Prestare attenzione al proprio comportamento

Se non siete consapevoli delle vostre abitudini e routine, allora è difficile per voi controllare le vostre decisioni e i vostri atteggiamenti.

  • Se volete perdere peso, stabilite cosa mangiare ogni giorno.
  • Se non volete debiti, cercate di comprendere le vostre abitudini di consumo.

2. Non pensare a ciò che preoccupa

Ragazza preoccupata

È vero che bisogna essere razionali, ma non bisogna nemmeno farne un’ossessione.

La mente è piuttosto capricciosa in questi casi, più ci impegniamo ad evitare un pensiero, più questo diventerà un chiodo fisso.

Di conseguenza, praticate l’autocontrollo quando è necessario. Il resto del tempo dedicatevi ad altre attività.

3. Adottare uno stile di vita sano

Tutti i cambiamenti richiedono autocontrollo e impegno, ad esempio andare in palestra, fare una dieta, smettere di fumare o non spendere soldi.

Si stima che il cervello abbia bisogno di 21 giorni per assimilare un comportamento. Questo è il tempo da “sopportare” se volete raggiungere un obiettivo.

A partire dalla terza settimana, queste abitudini non saranno meccaniche o imposte, bensì diventeranno automatiche, parte della routine. È solo questione di sforzarsi un po’ durante questo periodo di tempo.

Vi consigliamo di leggere anche: 6 abitudini che possono nuocere alla salute cerebrale

4. Rilassarsi

Ragazza rilassata ascolta musica

Respirare a fondo, contare fino a 10 (o qualsiasi altro numero) e chiudere gli occhi sono tutte tecniche per calmarsi e allenare l’autocontrollo.

Quando siete ansiosi, arrabbiati o sul punto di commettere un errore, cercate di rilassarvi. Potete mettere in pratica anche altri metodi come, ad esempio, la meditazione oppure bere un infuso di camomilla.

L’idea è che non prendiate decisioni affrettate e irrazionali.

5. Fare attenzione all’ambiente circostante

Se i vostri amici vanno tutti i giorni in un locale dopo il lavoro e voi volete smettere di bere, forse dovreste allontanarvi un po’ da loro oppure proporre un’alternativa.

Se sapete di avere un problema di acquisto compulsivo, non andate al centro commerciale se siete tristi o annoiati. Se volete perdere peso, fate la spesa dopo pranzo. Se volete concentrarvi di più sul lavoro, spegnete o tenete lontano il cellulare, ecc.

L’ambiente che vi circonda può spingervi ad agire in un determinato modo. Cambiate le situazioni che non vi consentono di esercitare l’autocontrollo di cui avete bisogno.

6. Scaricare la tensione

Ragazza che fa yoga

Fate molte attività che vi aiutino a canalizzare le emozioni che avete dentro.

Fare sport come la boxe, andare a camminare oppure fare un bagno caldo sono tutti modi per scaricare la tensione ed evitare comportamenti negativi.

Guarda anche