3 motivi per sottoporsi a un Pap test o citologia vaginale

Il Test Papanicolaou è un procedimento volto a estrapolare delle cellule dal collo uterino al fine di osservarle al microscopio e individuare l'eventuale presenza di cellule cancerogene.

Il virus del papilloma umano è la patologia più frequente dell’apparato riproduttivo. Di fatto, la maggior parte delle donne e degli uomini sessualmente attivi contraggono l’infezione e alcuni di loro avranno infezioni ricorrenti

Cos’è il Pap test o Papanicolaou?

Conosciuto anche come citologia vaginale, questo metodo serve a ricavare cellule del collo dell’utero con l’obiettivo di analizzarle al microscopio. In questo modo, può essere individuata la presenza di cellule cancerogene nella cervice.

Chi deve sottoporsi al pap test?

Medico parla a paziente

Questo esame è indicato per tutte le donne che hanno già avuto rapporti sessuali, soprattutto dopo i 21 anni di età; si deve procedere sottoponendosi al test almeno ogni 3 anni, fino al compimento dei 69 anni di età.

Cosa è la Cervice?

Il collo dell’Utero o Cervice è un’apertura che si trova all’ingresso della matrice; ovvero è il canale che si collega alla vagina durante il parto.

Qual è il procedimento del Pap test?

  • Per iniziare, viene colloctato uno speculum in vagina. Lo speculum è uno strumento che può essere in metallo o in plastica e viene utilizzato per tenere la vagina aperta.
  • A seguire, viene eseguito un leggero sfregamento per ottenere muco che si trova nell’endocervice; si procede con l’aiuto di una spatola piccola e con un campione di cellule.
  • Infine, si introduce un piccolo spazzolino nel collo dell’utero per prelevare un campione dalla cervice uterina.

A seguire, vi presentiamo i motivi per cui non dovete esitare a sottoporvi al test Papanicolaou:

1. Previene la diffusione del Papilloma virus

donna seduta

Questo virus attacca direttamente le cellule della pelle. Esistono diversi tipi di HPV: ci sono all’incirca 40 tipi di virus genitali, i quali attaccano tanto gli uomini quanto le donne. Tuttavia, la cosa allarmante è che molti di questi possono provocare nelle donna il cancro all’utero.

Per approfondimenti: Papilloma virus umano: tutto quello che c’è da sapere

Cosa è il Cancro all’Utero?

Questo tipo di cancro si presenta principalmente nel collo uterino, ma anche in altre parti del corpo. Solitamente si sviluppa in modo lento. Può impiegare tra i 10 e i 15 anni affinché le cellule anomale diventino cancerogene.

Fortunatamente, il test con rilevamento mediante il Papanicolaou permette di intercettare i primi sintomi del cancro al collo dell’utero.

Sintomi

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), le infezioni causate dall’HPV sono di solito asintomatiche. La cosa preoccupante è che non trattate in tempo possono degenerare trasformandosi in cancro. Alcuni dei sintomi in questa fase avanzata sono:

  • Ciclo mestruale e sanguinamento vaginale anomali.
  • Mal di schiena, di gambe e alla zona pelvica.
  • Affaticamento.
  • Perdita di peso.
  • Mancanza di appetito.
  • Cattivo odore del sangue mestruale.
  • Gonfiore di una sola gamba.

2. Individua infiammazioni della cervice

L’infiammazione a carico del collo dell’utero è conosciuta come Cervicite. Il collo dell’utero è situato nella parte inferiore della matrice e attraversa il canale cervicale. E’ proprio da qui che la mestruazione passa fino a giungere alla vagina.

Questo studio permette di identificare cambiamenti patologici o, in assenza di questi, la presenza di secrezioni cervicali.

3. Verruche genitali

paziente durante consulenza ginecologica

A volte le verruche genitali si presentano esteriormente nelle pieghette della pelle che circonda la vagina, e possono essere piatte o sovraelevate. Sono color carne e per la loro forma, ricordano un cavolfiore.

Eppure, quando le verruche compaiono all’interno del collo dell’utero, possono essere identificate solo grazie al Pap test, dato che solitamente non presentano sintomi.

Cosa succede se l’esito evidenzia anomalie?

Nel caso in cui vengano identificate cellule irregolari nel collo della matrice, chiamate displasie o lesioni iniziali del cancro, il paziente deve rivolgersi a una clinica di colposcopia per confermare la diagnosi e iniziare quanto prima la terapia.

Linee guida per sottoporsi all’esame

paziente su lettino ginecologico e dottori

  • Non deve essere eseguito durante il ciclo mestruale. Il periodo ideale sarebbe 5 giorni dopo la fine del ciclo.
  • Non utilizzare schiume, tamponi o lubrificanti che possano interferire con il risultato.
  • Evitare le lavande vaginali almeno nei 3 giorni precedenti il test.
  • Astenersi dai rapporti sessuali 2 giorni prima dell’esame.

Misure di prevenzione

  • Chiedete informazioni al vostro medico sul vaccino contro il papilloma virus.
  • Controllate il vostro numero di partner sessuali.
  • L’utilizzo del preservativo diminuisce il rischio di contrarre HPV.
  • Le creme spermicide prevengono alcuni tipi di batteri.
  • Evitate il consumo di tabacco, in quanto questi aumenta il rischio di soffrire di cancro alla cervice.
Guarda anche