Onicomicosi: quando i funghi sono sulle unghie

25 dicembre 2014
L'aceto di mele possiede proprietà antimicotiche, per cui ci aiuta a combattere i funghi. Per prevenirne la comparsa bisogna mantenere la pelle asciutta. Potete applicare del borotalco.

Si conoscono semplicemente come funghi sulle unghie, ma il termine scientifico o medico di questa malattia è onicomicosi. Questa infezione modifica l’aspetto generale dell’unghia, sia il colore sia lo spessore. Continuate a leggere l’articolo per saperne di più!

Cause e sintomi dell’onicomicosi

Si tratta di un disturbo molto frequente che colpisce moltissime persone in tutto il mondo. Inizialmente i funghi compaiono su una sola unghia (dei piedi o delle mani) e poi, con il passare del tempo e la mancanza di un trattamento adeguato, si estendono al resto delle unghie. Alcune persone possono presentare anche il “piede d’atleta” quando la micosi si estende alla pelle.

L’onicomicosi può essere individuata solo quando l’unghia subisce dei cambiamenti, nel colore, nella forma o nello spessore, non è accompagnata da sintomi quali dolore o fastidio. Molti se ne accorgono tardi e fanno passare diverso tempo prima di trattare la micosi ed è per questo che servono mesi o addirittura anni prima che l’infezione sparisca.

Onicomicosi2

Anche se normalmente l’onicomicosi viene trattata come un’alterazione estetica dell’unghia, in casi estremi può causare dolori cronici difficili da eliminare. Una diagnosi tempestiva è l’ideale per eliminare il fungo in maniera permanente.

Tra le cause dell’onicomicosi ci sono tre tipi diversi di funghi, il più conosciuto è laCandida albicans. I funghi si trasmettono per contatto diretto, ma chi ne è affetto può convivere con gli altri senza passare loro l’infezione. In presenza di certe condizioni o fattori che debilitano il sistema immunitario, il rischio di sviluppare questa malattia aumenta.

L’invecchiamento, ad esempio, è un altro motivo per cui si sviluppa l’onicomicosi, in quanto con il passare del tempo si sviluppano sempre più funghi che colonizzano il piede e le difese del corpo si fanno sempre più deboli. Quando i piedi sono sempre umidi, come nel caso dei nuotatori o di chi indossa scarpe inadatte (di gomma, con calzini di nylon, etc.), è più facile sviluppare malattie della pelle quali psoriasi, piede d’atleta, etc.

Il diabete, inoltre, è collegato all’onicomicosi perché colpisce le difese immunitarie. Se avete familiari che soffrono di onicomicosi, è più probabile che anche voi manifestiate lo stesso disturbo, per predisposizione genetica o per contatto diretto dovuto all’uso condiviso degli stessi asciugamani, biancheria, scarpe, etc. Infine, gli immunosoppressori o i farmaci biologici possono essere ulteriori cause della comparsa di funghi sulle unghie.

Onicomicosi3

Il problema principale dell’onicomicosi è di carattere estetico, in quanto l’aspetto dell’unghia subisce dei cambiamenti. Possiamo distinguere cinque tipi di alterazioni:

  • Il bordo dell’unghia diventa giallo e si fa più spesso, la superficie è rugosa e irregolare.
  • La matrice (radice) dell’unghia è danneggiata, presenta zone bianche o giallognole.
  • Si notano piccoli punti o macchie bianche sulla superficie dell’unghia.
  • L’unghia è di colore marrone (casi rari di melanonichia).
  • L’unghia si deforma totalmente, è ricurva, spessa e indurita, si sfalda facilmente in frammenti.

Per poter prevenire la comparsa dell’onicomicosi, è fondamentale una buona igiene perché evita la proliferazione dei funghi e dei batteri. Bisogna lavarsi bene mani e piedi ed asciugarli accuratamente ogni volta. Indossate calze e calzini di cotone e scarpe non troppo strette per permettere al piede di respirare e traspirare. Evitate di fare il bagno senza ciabatte negli spogliatoi o nelle palestre e non utlizzate gli asciugamani di persone affette da onicomicosi. In caso di onicomicosi, le unghie devono essere corte, ovvero non sporgere oltre il dito. Dopo aver utlizzato forbicine o tagliaunghie, disinfettateli. Non usate unghie finte o smalti.

Onicomicosi4

Rimedi casalinghi per i funghi sulle unghie

L’olio Tea tree è uno dei trattamenti naturali per l’onicomicosi più conosciuti, va utilizzato nei casi di onicomicosi lieve o moderata perché è un potente fungicida. Mescolate in parti uguali olio tea tree con olio di oliva e olio di timo. Usate questo preparato sull’unghia infetta, aiutandovi con un batuffolo di cotone o con un pennellino (che non dovrete poi destinare ad altri usi). Lasciate agire per 15 minuti e sfregate poi l’unghia con uno spazzolino da denti. Quando il piede o la mano sono puliti e asciutti, applicate qualche goccia di olio tea tree sull’unghia affetta da onicomicosi.

Il secondo trattamento naturale, conosciuto per la sua efficacia nel combattere i funghi delle unghie, è l’aceto di mele. In questo caso, mescolate acqua e aceto di mele in parti uguali. Immergetevi i piedi o le mani (bastano le unghie) per 20 minuti. Asciugate bene con un asciugamano e il phon per capelli, insistendo sull’unghia infetta e sugli spazi tra le dita.

Onicomicosi5

Un’altra opzione, sempre a base di aceto di mele, consiste nel preparare un composto con due cucchiai di aceto e due cucchiai di farina grossolana di riso macinata. Applicate il composto sull’unghia in questione, lasciate agire per 15 minuti e risciacquate (asciugate come abbiamo descritto sopra, con asciugamano e phon).

Mescolate bicarbonato di sodio e acqua per formare una pasta. Con un batuffolo di cotone, applicate questa pasta su tutta l’unghia, cercando di farla penetrare nella pelle sottostante. Lasciate agire qualche minuto, risciacquate ed asciugate.

In una casseruola versate tre tazze d’acqua e tre cucchiai di timo. Fate bollire per cinque minuti. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire. Imbevetevi un batuffolo di cotone e strofinatelo sull’unghia affetta da onicomicosi.

Fate bollire un litro d’acqua con 10 bastoncini di cannella divisi. Abbassate il fuoco al minimo e lasciate cuocere per cinque minuti. Lasciate risposare 45 minuti e, una volta che l’acqua si è intiepidita, versatela in un recipiente dove poter immergere le unghie.

Estraete il succo di una cipolla ed imbevetevi un batuffolo di cotone. Sfregate sull’unghia dove ci sono i funghi. Potete anche sfregare direttamente la cipolla, dopo averla tagliata a metà.

Mescolate due cucchiai di succo di limone, cinque gocce di acqua ossigenata e due cucchiai di gel di aloe vera. Applicate sull’unghia infetta e lasciate asciugare all’aria.

Fate bollire cinque spicchi d’aglio in una tazza d’acqua. Versate l’acqua in un recipiente con acqua fredda ed immergetevi i piedi, lasciandoli in ammollo cinque minuti. Ripetete il trattamento tutti i giorni per un mese intero.

Guarda anche