Orto in casa: 4 progetti (anche per chi ha poco spazio)

7 Maggio 2019
Quattro progetti di orti casalinghi facili da realizzare: con poco sforzo e creatività si possono avere risultati sorprendenti.

Un orto in casa è sempre una buona idea quando si vuole mangiare più sano e risparmiare un po’. Sarete infatti voi stessi a decidere quali fertilizzanti usare.

È possibile progettare un orto in casa in vari modi. Prima di decidere, tuttavia, vi consigliamo di prendere in considerazione il clima, l’esposizione al sole e il tipo di terreno.

Questi fattori possono certamente condizionare la crescita degli ortaggi e quindi determinare quali potrete coltivare e quali sarà meglio evitare.

1. Orto in casa o giardino?

Orto

Gli orti casalinghi possono essere inseriti nel giardino, sul balcone, sul davanzale della cucina o in altri spazi idonei.

Naturalmente la sistemazione deve essere funzionale per potervi lavorare con facilità. Non meno importante, inoltre, è l’estetica.

Ricavare un quadrato dal giardino in cui far crescere erbe e ortaggi è certo l’ideale, ma non tutti ne hanno uno a disposizione. Non tutto è perduto: c’è sempre un piccolo spazio in casa da poter sfruttare.

Se l’orto è nel giardino, l’estensione e la profondità del terreno vanno a vantaggio dello sviluppo delle piante, a differenza di altre soluzioni. È ideale per coltivare erbe aromatiche, ortaggi e tuberi.

Per iniziare, dovete delimitare una sezione quadrata o rettangolare del giardino in cui installerete l’orto. Assicuratevi di ripulire bene la terra dalle radici di erba o altre piante infestanti. Dividete lo spazio in file.

In ogni fila potrete coltivare un ortaggio o una pianta diversa, lasciando almeno 15 cm di separazione dalle altre. Come abbiamo detto, occorre capire quali piante sono più adatte al clima e alla quantità di sole e ombra che l’orto riceve.

In linea di massima, la maggior parte degli ortaggi ha bisogno di ricevere luce per gran parte della giornata. Alcuni, come gli spinaci, la lattuga e il prezzemolo si accontentano di meno di quattro ore di luce solare al giorno.

Leggete anche: Piante profumate per il giardino, quali scegliere?

2. Orto nei vasi

Mani con vasetto di terra e cactus

Se non disponete di uno spazio in giardino o non avete un giardino, dovete organizzarvi con i vasi. Potete sistemarli all’interno o all’esterno.

Se scegliete uno spazio interno, assicuratevi che sia vicino a una finestra e che riceva la luce del sole. L’orto nei vasi ha un vantaggio: poter raccogliere i frutti del vostro lavoro più facilmente. 

Le dimensioni del vaso dipendono dal tipo di pianta e da quanto spazio volete destinare al progetto. I vasetti sono ideali per le piante aromatiche come il basilico, il prezzemolo, la menta o l’erba limoncina.

I vasi di medie dimensioni vanno bene per le insalatine e i cavoli. Potete destinare i vasi più grandi alla coltivazione dei peperoni e dei pomodori. Uno degli svantaggi dell’orto in vaso è che non potrete coltivare tuberi e bulbi come cipolle, porri, patate, carote e barbabietole

Questi ultimi richiedono spazi più grandi che permettano alle radici di estendersi agevolmente. Un vaso non contiene terra sufficiente per il loro sviluppo e, una volta cresciuti, saranno ortaggi in miniatura.

Leggete anche: Coltivare i funghi champignon in casa

3. Orto in casa verticale

Orto in casa verticale

I vasi sistemati in verticale sono una buona soluzione quando si dispone di poco spazio in casa. Si possono appendere vicino a una finestra all’interno oppure all’esterno. L’importante, come sempre, è che ricevano abbastanza luce.

Le strutture per appendere i vasi possono essere acquistate nei vivai oppure potete prepararle voi stessi. Utilizzate un vaso normale e appendetelo, ad esempio, a una catena o una corda metallica. Non solo sono estremamente funzionali, ma anche di grande impatto estetico.

Potete sistemare le file dei vasi ad altezze diverse per un orto più movimentato e originale. Dovrete però prestare attenzione all’innaffiatura. L’acqua in eccesso, infatti, scorrerà attraverso la terra sul vaso sottostante oppure sul pavimento. Oltre a rappresentare un lavoro in più per la pulizia, le piante sistemate in basso rischiano di ricevere troppa acqua e marcire. Utilizzare un nebulizzatore può essere una buona soluzione.

4. Orto su ripiani

Orto in casa nei cassoni di legno

Costruire una mensola di legno è un altro modo originale per creare un orto in casa, soprattutto quando lo spazio è limitato. Il ripiano può essere collocato all’esterno della casa e fissato a una parete che riceva la luce solare. Costruite 3 o 4 livelli, in base alle vostre esigenze.

È un design ideale per la coltivazione delle piante aromatiche e medicinali come prezzemolo, menta, rosmarino, timo, basilico e salvia.

In genere queste piante richiedono solo quattro ore di luce solare diretta. Sono quindi colture che si adattano molto bene a questo progetto, considerando che i ripiani potrebbero gettare un po’ d’ombra.

Come avete visto, poco spazio in casa non impedisce di avere una piccola produzione di erbe e ortaggi sani e freschi. Le possibilità sono diverse, basta un po’ di creatività e passione.