Perché prendere un infuso per il fegato tutte le sere?

14 gennaio 2016
Il boldo è uno dei migliori infusi per la notte, infatti oltre a proteggere il fegato e favorire l'espulsione della bile, depura l'organismo e combatte l'insonnia.

Il fegato è uno degli organi del nostro corpo che più soffre delle conseguenze della cattiva alimentazione, degli additivi e delle sostanze tossiche, delle emozioni negative, dell’inquinamento, ecc. Per questa ragione, e per prevenire vari problemi di salute, dobbiamo prendercene cura in modo particolare con rimedi naturali.

In questo articolo vi spiegheremo i numerosi vantaggi di prendere ogni sera un infuso per migliorare la funzione epatica. Un rimedio naturale semplice e preventivo.

L’importanza del fegato

Il fegato è l’organo più grande del nostro corpo e anche uno dei più importanti. Tra le sue funzioni spiccano quelle di trasformare gli alimenti in energia, eliminare le tossine e aiutare il processo digestivo. 

Nonostante sia uno degli organi che più soffre delle cattive abitudini associate alla vita moderna, possiede anche un grande vantaggio nella sua capacità di autorigenerazione. Ciò significa che se alcune cellule di questo organo muoiono oppure nel caso in cui se ne debba estirpare una parte, si creano cellule nuove in modo assolutamente naturale.

Vi consigliamo di leggere: Piante medicinali per pulire il fegato

fegato

Cos’è un infuso con proprietà epatiche?

Un infuso con proprietà epatiche viene elaborato con piante medicinali che migliorano la funzione del fegato e della cistifellea e prevengono le malattie che derivano dal cattivo funzionamento di tali organi.

Di solito si tratta di infusi dal sapore amaro che, in genere, devono essere portati ad ebollizione e poi lasciati riposare per alcuni minuti.

Possiamo scegliere una o varie piante oppure possiamo comprare uno dei preparati in vendita in erboristeria che include un mix di alcune di esse.

Quale possiamo scegliere?

Facciamo un elenco di alcune piante medicinali da assumere abitualmente per trattare e prevenire patologie relazionate al fegato:

Cardo mariano

È una delle migliori piante per rigenerare il fegato. Tra i suoi componenti troviamo la vitamina C, minerali come il magnesio, il potassio, il calcio o il selenio, l’acido linoleico e flavonoidi come la quercetina.

Dente di leone

Questa pianta è eccellente perché si prende cura sia del fegato sia dei reni, dunque potenzia le facoltà depurative dell’organismo. Molto utile in caso di fegato pigro o grasso perché fa aumentare la secrezione di bile.

Boldo

Il boldo contiene alcaloidi come la boldina che protegge il fegato e viene utilizzata per attivare la produzione e l’espulsione della bile. Allevia inoltre i disturbi digestivi, depura l’organismo e combatte l’insonnia. 

Carciofo

Il suo contenuto di acido caffeico, linoleico e oleico, protegge il fegato e aiuta il suo recupero in caso di malattie epatiche come la cirrosi, l’epatite o l’insufficienza epatica.

Anche il tè verde è una pianta particolarmente benefica per il fegato, ricca di antiossidanti e con molte altre proprietà positive per la salute. Tuttavia, non l’aggiungiamo alla nostra lista perché è leggermente stimolante, dunque potrebbe rendere più difficile il sonno di alcune persone.

Possiamo comunque assumerlo se non dobbiamo andare a letto presto o se non abbiamo alcuna difficoltà a conciliare il sonno.

cardo-mariano

Come assumiamo questo infuso?

  • L’infuso deve contenere poca acqua per evitare di dover andare in bagno durante la notte, cosa che interromperebbe il nostro riposo. Sarà sufficiente mezzo bicchiere (100 ml).
  • Lo lasceremo riposare e lo berremo caldo o tiepido.
  • Ne potenzieremo gli effetti aggiungendo il succo di mezzo limone. In questo modo, occulteremo un po’ del suo caratteristico sapore amaro.
  • Se vogliamo addolcirlo un po’, possiamo aggiungere un po’ di stevia naturale, sotto forma di estratto o di foglie.
  • Lo prenderemo prima di andare a letto, non più tardi delle 23:00.

Leggete anche: 15 rimedi naturali a base di limone

infuso-per-dormire-bene

Perché di notte?

Secondo la medicina tradizionale cinese, il fegato e la cistifellea si rigenerano durante le prime ore del mattino, dunque qualsiasi rimedio che assumeremo sarà molto più efficace se preso prima di andare a dormire.

Sempre per questo motivo, è fondamentale che le cene vengano consumate presto e che siano leggere. In questo modo, il fegato non dovrà essere impegnato nel processo digestivo e potrà dedicare tutta la sua energia al proprio recupero.

Con questi semplici consigli, noteremo un gran miglioramento del nostro riposo notturno e nei livelli di energia con cui ci sveglieremo al mattino.

Prima di prendere un infuso medicinale, consigliamo di consultare un medico oppure un naturopata.

Guarda anche