Quali sono i benefici dell'acido borico per le piante?

L'acido borico ha dimostrato di essere un ottimo integratore nutrizionale per piante e colture. Scopri come usarlo.
Quali sono i benefici dell'acido borico per le piante?

Ultimo aggiornamento: 08 novembre, 2022

L’acido borico è uno dei nutrienti essenziali di cui le piante hanno bisogno per una crescita sana. Il modo più comune per fornire questa sostanza è attraverso una formula chimica che lo contiene. In questo articolo parliamo dei benefici dell’acido borico per le piante.

Chimicamente è chiamato acido trioxoborico ed è ampiamente utilizzato in agricoltura e orticoltura in quanto è un ottimo antisettico e insetticida. D’altra parte è un ottimo regolatore di acidità.

Attualmente il suo utilizzo è diventato abbastanza diffuso, al punto che può essere applicato in casa senza inconvenienti. Oltre a rafforzare le colture, è molto efficace nella protezione dai parassiti.

L’acido borico in agricoltura e orticoltura

Le colture hanno bisogno di un giusto equilibrio di nutrienti per svilupparsi correttamente e in salute. La mancanza di uno di questi nutrienti potrebbe scatenare malattie delle piante.

In questo contesto, l’acido borico emerge come una soluzione che promuoverà la salute delle colture. Ad esempio, aumenta i livelli di immunità delle piante ed è essenziale per la formazione delle ovaie, che serviranno nella riproduzione.

Allo stesso modo, il suo utilizzo è garanzia di buon esito della raccolta, anche nei periodi più siccitosi dell’anno, poiché contribuisce anche a migliorare il sapore di alcune colture. Detto questo, esaminiamo i vantaggi dell’utilizzo dell’acido borico.

Coltivare piante con acido borico.
Nell’agricoltura di media e grande scala, l’acido borico è stato utilizzato per anni per migliorare le condizioni di crescita delle piante.

Quali sono i benefici dell’acido borico per le piante?

Il boro è un micronutriente che le piante devono incorporare sì o sì. In questo senso, il minerale è fondamentale per le diverse fasi che attraversano le colture.

Innanzitutto, il boro favorisce la fioritura e l’impollinazione dei fiori, nonché l’ottenimento dei frutti. Questo grazie al fatto che collabora allo sviluppo del tubo pollinico.

Svolge invece un ruolo fondamentale nella generazione di amido e zuccheri, che facilita il passaggio dei carboidrati ai frutti. Quando l’acido borico viene applicato a terreni e piante, la produzione di radici si moltiplica e i livelli di clorofilla vengono migliorati.

Come usare l’acido borico?

Il composto di acido borico più comune da usare in casa è H3Bas. È uno dei più economici e, quindi, quello che viene aggiunto di più ai fertilizzanti.

Ha un aspetto cristallino e friabile che si scioglie in acqua. Per quanto riguarda i tipi di terreno, si ottengono risultati migliori se lo applichiamo su erba podzol, grigia e marrone e su terreni leggeri.

Per i semi

Questa sostanza viene utilizzata per stimolare la germinazione dei semi. 0,2 g di acido borico si sciolgono per litro d’acqua. I semi vengono poi immersi per circa 12 ore. Dopo la semina, si consiglia di spolverare i semi con una miscela di polvere di acido borico.

Per il terreno

Per il trattamento del terreno, la miscela è la stessa dei semi. Questa soluzione dovrebbe essere versata con la semina.

Per le foglie

Una soluzione a base di 0,1 g di acido borico per litro d’acqua viene preparata e spruzzata nella fase del germoglio. Il secondo spruzzo è durante la fioritura, mentre una terza volta viene spruzzato durante la fruttificazione.

Come fai a sapere se i livelli di boro sono corretti?

Se le piante hanno un eccesso o una mancanza di boro, ce lo faranno sapere. Nel caso in cui le piante abbiano livelli di boro troppo alti, lo noteremo nelle foglie. Ricorda che troppo boro è tossico e brucerà i bordi delle foglie.

Al contrario, quando il boro non basta, i boccioli dei fiori sono meno e i pochi che esistono sono deboli e senza vita. Allo stesso modo, i germogli appaiono secchi e le foglie sono deformate.

Inoltre, accade quanto segue:

  • Le radici si indeboliscono.
  • La crescita rallenta.
  • Gli steli sono più fragili.
  • I frutti assumono un aspetto malsano.
Margini fogliari con molto boro.
L’eccesso di boro è tossico e provoca cambiamenti di colore ai bordi delle foglie.

Specie che ammettono l’acido borico

Ci sono alcune specie vegetali che richiedono un aumento dell’acido borico, come barbabietole, cavoli e semi. Viene applicato su gemme gonfie, ovaie e frutti.

Nelle bacche, negli ortaggi e negli alberi da frutto, invece, sono necessarie due concimazioni: all’inizio della fioritura e quando è al suo apice. Infine, in alcune erbe, patate, legumi e fragole, l’uso di questa sostanza è indicato solo se si osserva una chiara carenza di boro nelle colture.

I benefici dell’acido borico per le piante possono essere utilizzati a casa

Prima di concludere, dobbiamo ricordare che l’acido borico non si scioglie in acqua fredda, ma che deve essere almeno a 80º C. Se si acquista la bustina di acido che va bene per 10 litri di acqua, solo una viene bollita, il completo contenuto lì e poi si unisce al resto dei litri.

Vale la pena provare questo modo semplice ed economico per promuovere la crescita delle nostre piante e colture. Sebbene non sia un prodotto tossico, deve essere utilizzato seguendo le istruzioni del produttore.

Potrebbe interessarti ...
Come allontanare gli insetti in casa senza prodotti tossici
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Come allontanare gli insetti in casa senza prodotti tossici

Se volete sbarazzarvi degli insetti in casa, potete utilizzare diverse piante e prodotti naturali che vi aiuteranno a tenerli lontano.



  • Vielma, J. R., Picón-Borregales, D., Vergara, M. A., Carrero, P. E., & Gutiérrez-Peña, L. V. (2017). El boro, un elemento benéfico que ayuda a prevenir la osteoporosis en el humano: una revisión de literatura José Ramón Vielma, David Picón-Borregales, María Alicia Vergara, Pablo Eligio Carrero, Luis Vicente Gutiérrez-Peña. Avances en Biomedicina6(3), 216-226.
  • Acuña, A. M. (2005). Los suelos como fuente de boro para las plantas. Revista Científica UDO Agrícola5(1), 10-26.
  • Acuña, A. M., & Molina, P. E. C. (2007). Desempeño funcional del boro en las plantas. Revista Científica UDO Agrícola7(1), 1-14.
  • Gómez, A., & LEGUIZAMON, J. (1975). Importancia del Boro para las plantas. Centro Nacional de Investigaciones de Café (Cenicafé).
  • LEGUIZAMON, J. (1975). Deficiencia de boro en cultivos de plátano en el Valle del Cauca. Centro Nacional de Investigaciones de Café (Cenicafé).
  • Castellanos, J. Z. (2014). El boro en la nutrición de los cultivos. Hojas.

Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.