Quando il capo ci ignora: che cosa possiamo fare?

Quando il capo ci ignora, è naturale provare insicurezza. Tuttavia, dobbiamo imparare a gestire la frustrazione per non peggiorare la situazione.
Quando il capo ci ignora: che cosa possiamo fare?

Ultimo aggiornamento: 20 ottobre, 2021

Qualsiasi dipendente vorrebbe sentirsi apprezzato e stimato. L’ambiente di lavoro, tuttavia, non è sempre come desideriamo e non sempre otteniamo la giusta attenzione. Quando il capo ci ignora, le dinamiche in ufficio possono diventare veramente scomode.

La sensazione di non essere apprezzati sul lavoro è un’autentica ladra di energia. Naturalmente l’obiettivo principale è non perdere il lavoro, ma occorre anche preservare il nostro benessere. È fondamentale, dunque, imparare ad affrontare questo tipo di situazione con ottimismo e trovare un modo per affrontare ed accettare le nostre emozioni.

Vediamo le migliori strategie da mettere in atto quando il capo ci ignora. Per migliorare le nostre condizioni di lavoro è necessario uscire dalla zona di comfort e affrontare la situazione con assertività.

Quando il capo ci ignora: evitiamo di portare il lavoro a casa

Il malessere che ci trasciniamo dall’ufficio incide sulla qualità della vita in generale. Proprio così: quando il capo ci ignora potremmo avere difficoltà ad esprimerci in modo pieno in tutti gli altri ambiti

Chi vive nell’angoscia di perdere l’impiego avrà difficoltà a godersi il tempo libero e i primi a notarlo saranno parenti e amici. Il primo passo è tenere a bada i pensieri intrusivi, la paura, la tensione che ci accompagna ogni momento.

Impiegato stressato

Potrebbe interessarvi anche: Maschilismo al lavoro: come affrontarlo?

Sì, ma perché il capo ci ignora?

Quando il capo o il responsabile si comporta male nei nostri confronti, è importante capire perché sta accadendo. Può essere per motivi personali, ma spesso l’atteggiamento che percepiamo come negativo è una strategia per aumentare il rendimento lavorativo.

Non sempre è una reazione ad una nostra prestazione scadente. A volte i capi decidono di non interagire troppo con chi fa un buon lavoro. La premessa alla base di questo comportamento è che ciò che funziona bene non ha bisogno di essere cambiato.

Siate sicuri che, in caso di scarso rendimento, difficilmente i capi stanno zitti. Piuttosto il contrario. Di solito ci dicono in modo chiaro che non stiamo soddisfacendo le loro aspettative. Ovviamente ci sono sempre delle eccezioni.

Cosa possiamo fare?

Se abbiamo dubbi sul comportamento dei nostri capi, non è salutare restare nell’incertezza. Vediamo alcuni suggerimenti per affrontare l’indifferenza dei nostri superiori sul posto di lavoro.

1. Essere discreti

Nonostante la frustrazione che può causare il fatto di non sentirsi presi in considerazione, è importante non sbandierare ai quattro venti il  malcontento. La situazione potrebbe peggiorare alimentando i pettegolezzi.

È meglio essere selettivi con le persone con cui ci confidiamo. Non è una buona idea discuterne con i colleghi. Rivolgetevi alla cerchia di amici o colleghi più stretti se avete bisogno di sfogarvi.

2. Evitare di abituarsi all’incertezza

Dobbiamo stare attenti a non assumere un ruolo passivo. Alcune persone si abituano a sentirsi insicure o inferiori. In genere chi si adatta ad un ambiente negativo lo fa per paura.

Nonostante le differenze di ruolo che esistono sul lavoro, dobbiamo ricordare che anche il nostro capo è un essere umano e può capirci. Quindi, per migliorare la nostra situazione, tentiamo la strada del dialogo.

3. La comunicazione assertiva

Uno stile di comunicazione assertivo ci permette di evitare conflitti quando affrontiamo un argomento delicato. Ciò significa assicurarsi che l’altra persona comprenda la nostra situazione senza sentirsi attaccata. Impariamo a modulare il nostro tono di voce e a evitare parole che favoriscono il conflitto.

Alcune aziende hanno a disposizione un servizio di psicologia. In questo caso, è una buona idea parlare con lo psicologo e discutere della situazione: è la figura più indicata, perché ha le risorse per fornire un supporto efficace.

Quando il capo ci ignora: appoggiarsi allo psicologo aziendale.
Alcune aziende offrono un servizio di appoggio psicologico: approfittatene.

5. Trovare un altro lavoro

Quando abbiamo già provato di tutto e niente funziona, è ora di cercare un nuovo lavoro. Insistere per restare in un ambiente di lavoro sgradevole è dannoso per la salute mentale.

Come evitare di essere ignorati dal capo?

Sebbene non possiamo avere il controllo sul comportamento del nostro capo, possiamo ridurre la probabilità che ci ignori. La regola principale è acquisire sicurezza. Quando sappiamo che stiamo andando bene sul lavoro, non dobbiamo aver paura di interagire con il capo.

È necessario accettare che tutte le persone hanno il libero arbitrio e non possiamo cambiarle. Potrebbe quindi succedere che i nostri capi ci ignorino a causa della loro personalità . In tal caso, la decisione di restare dipende dal livello di disagio sperimentato.

Potrebbe interessarti ...
Rinunciare a un lavoro che non ci piace più
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Rinunciare a un lavoro che non ci piace più

Rinunciare a un lavoro che non ci piace più non è necessariamente la fine della vita lavorativa. Come mettere in pratica la nostra decisione?



  • Barrios Casas, S., & Paravic Klijn, T. (2006). Promoción de la salud y un entorno laboral saludable. Revista Latino-Americana de Enfermagem14, 136-141.
  • Gutiérrez Strauss, A. M., & Viloria-Doria, J. C. (2014). Riesgos Psicosociales y Estrés en el ambiente laboral. Revista Salud Uninorte30(1), v-vi.
  • Guerrero Pupo, J. C., Cañedo Andalia, R., Rubio Rodríguez, S. M., Cutiño Rodríguez, M., & Fernández Díaz, D. J. (2006). Calidad de vida y trabajo: algunas consideraciones sobre el ambiente laboral de la oficina. Acimed14(4), 0-0.